Bergamo non si ferma, Taranto risponde

Nella seconda di ritorno la capolista supera 3-0 anche Castellana Grotte. Risponde la squadra di Di Pinto che batte Cantù. Tre punti d'oro per Lagonegro contro Brescia. Mondovì cade in casa contro Reggio Emilia

Bergamo non si ferma, Taranto risponde© Legavolley

ROMA-Tre soli match della seconda di ritorno del campionato di A2 Maschile andati in scena questa sera fra anticipi e rinvii per Covid. La capolista Agnelli Tipiesse Bergamo ha superato in tre set, senza soffrire troppo la BCC Castellana Grotte. Successo anche per la Prisma Taranto che supera in casa la Pool Libertas Cantù. Tre punti pesanti per il fanalino di coda Cave del Sole Geomedical Lagonegro che vince in casa la sfida con il Gruppo Consoli Brescia. Si è giocato anche l’anticipo della 7a giornata che ha visto la Conad Reggio Emilia espugnare per il campo della Synergy Mondovì.

TUTTE LE SFIDE-

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO – BCC CASTELLANA GROTTE-

Agnelli Tipiesse continua la sua marcia implacabile vincendo anche questa sera al Pala Pozzoni per 3-0 ( 25-15, 25-21, 25-22) contro la BCC Castellana Grotte, dando veramente uno spettacolo di livello contro una squadra tra le più attrezzate del campionato. I pugliesi sono arrivati con una formazione rinnovata rispetto all’andata schierando come opposto Cazzaniga, atleta di grande esperienza nel panorama di A2, ma non hanno scalfito le certezze dei rossoblù che non si sono risparmiati nemmeno nel terzo parziale quando la Bcc si è rifatta sotto in vantaggio, con tenacia ha ripreso il vantaggio e chiuso brillantemente senza strascichi.

Ottime percentuali di attacco dei rossoblù, con un 50% finale con Santangelo- Pierotti e Terpin sempre sugli scudi, Santangelo decisivo soprattutto nel finale del terzo set.

Mvp del match Milesi, con 2 ottimi muri e 8 punti totali

Agnelli Tipiesse schiera Finoli- Santangelo in diagonale, Cargioli-Milesi al centro, Terpin- Pierotti in banda. libero D’Amico.

Inizio punto a punto, poi Finoli mura Ottaviani per il break del 9-6, Santangelo allunga con una bella parallela 13-8. Tanti gli errori pugliesi in attacco in questo frangente. Con dei bei muri di Erati e qualche imprecisione rossoblù, la BCC si riavvicina. 15-13. Ancora Santangelo allunga a 18-14 costringendo coach Gulinelli al time out. Un ace di Pierotti trascina al 23-15, poi Ottaviani regala il 24-15, chiude Bergamo con un altro errore di Ottaviani 25-15.

Il secondo set comincia sempre all’insegna dell’equilibrio con ottimi colpi di entrambi gli opposti che si distinguono, e il primo break degli orobici arriva sul 16-14 con un muro di Cargioli su Ottaviani. Il break aumenta con ottimi attacchi da parte di Terpin, poi Pierotti firma il 20-16, la Bcc non riesce ad accorciare il break subìto. Ancora Pierotti pe ril 21-17. Un muro di Milesi su Cazzaniga mette a terra il 22-17. Qualche acuto di Cazzaniga porta ancora un punticino alla BCC, 22-18, poi Garnica di prima intenzione firma il 23-20. Milesi chiude 25-21.

Il terzo parziale comincia subito con un bel break 3-0, poi viene recuperato da buone difese della Bcc e sul 12-13 con un muro su Terpin si porta in vantaggio per la prima volta nell’arco dei tre set. Si riportano sopra con Pierotti 16-14. E’ un punto a punto finchè Santangelo firma il 22-20, ed anche il 23-20. Un errore di Rosso in battuta decreta il 24-22, un muro su Ottaviani firma il 25-22.

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Milesi (Agnelli Tipiesse Bergamo)- « Il 3-0 non rende giustizia alla partita che è stata molto combattuta, stiamo lavorando sodo e bene, abbiamo avuto un momento dove loro sono cresciuti, siamo stati lucidi alla prima occasione a capitalizzare il risultato. Il livello del campionato è alto, è vero che abbiamo vinto 11 partite di fila, ma vogliono dire tutto e niente. La ricetta della prima della classe? Facile da dire ma difficile da fare, è tanto impegno e voglia di lavorare, siamo un bel gruppo, giovani come età media, ci aiuta forse il non avere mai la pancia piena e tanta voglia di fare ».

IL TABELLINO-

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO – BCC CASTELLANA GROTTE 3-0 (25-15, 25-21, 25-22)

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Finoli 5, Terpin 8, Cargioli 10, Santangelo 14, Pierotti 8, Milesi 8, D’Amico (L), Rota (L), Ceccato 0, Umek 0. N.E. Mancin, Signorelli, Sormani. All. Graziosi.

BCC CASTELLANA GROTTE: Garnica 2, Ottaviani 7, Patriarca 7, Cazzaniga 12, Rosso 6, Erati 6, De Santis (L), Zonta 0, Dall’Agnol Dal Bosco 0, Gitto 0. N.E. Palmisano. All. Gulinelli.

ARBITRI: Piperata, Giglio.

NOTE – durata set: 23′, 29′, 29′; tot: 81′.

CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO - GRUPPO CONSOLI CENTRALE DEL LATTE BRESCIA-

Tre punti pesanti in chiave salvezza per la Cave del Sole Lagonegro nel difficile match che la opponeva alla quotata Gruppo Consoli Brescia.

Tubertini sceglie ancora la diagonale composta da Salsi e Scuffia, Marretta e Mazzone schiacciatori, Spadavecchia Maccarone al centro, la new entry Vedovotto come libero, vista l’indisponibilità di Santucci e Russo. Mister Zambonardi sceglie la diagonale Tiberti, Galliani, Bisi e Cisolla schiacciatori, centrali Esposito Candeli, libero Franzoni. Trova la vittoria finalmente ed esordisce nel 2021 con 3 punti d’oro la Cave del Sole Geomedical Lagonegro che vince contro una bestia nera, il Brescia. Contro la formazione di mister Zambonardi  Lagonegro ha infatti vinto solo una volta, due anni fa. Primi due set precisi per i lagonegresi poi subiscono il ritorno di Brescia che risale nelle percentuali di attacco e vince il terzo. Poi nel quarto set nonostante l’avvio ottimale degli ospiti, 5-10 Marretta e compagni recuperano e si riportano in avanti 14-12 e 17-13, poi ancora una parità 21-21 ma nel finale la lucidità dei biancorossi premia.  Primi punti mandati in rete da entrambe le formazioni, poi il primo punto lo mette a terra Scuffia al 3-2. Sono gli ospiti però a ritrovare gioco e farsi strada nel conto del set con Capitan Cisolla 5-8. Tubertini è costretto a fermare il gioco. Al rientro Bisi e Cisolla sprecano mandando out e con un fallo del Brescia si ripristina parità sull’8vo punto. Errore da parte del bresciano Galliani, e con l’ace di Scuffia i padroni di casa scappano a + 3. (13-10). Zambonardi richiama i suoi. Al rientro, è  il veterano Cisolla a far mantenere la calma e insieme al compagno Bisi ripristinano nuovamente la parità.(14-14).    Si procede punto a punto, ma nel finale sono i lagonegresi a condurre con Maretta e Salsi che mettono in difficoltà la difesa avversaria è 22-19. La Cave del Sole Geomedical così nel finale porta a casa il set con precisione. Si riparte con campi palla tra le due squadre fino al 7 pari. Scuffia con diagonale stretta allunga a +2(10-8). Zambonardi chiama i suoi per  far schiarire le idee. Ma al rientro su taraflex, Mazzone prima in diagonale e dopo con uno straordinario recupero di Maretta mette a terra punti decisivi per la Cave del Sole.(14-12). I lucani gestiscono le due lunghezze di vantaggio fino al 18-16. Arriva l’ace di Cisolla e il coach Tubertini suona il tempo. La percentuale d’attacco per i padroni di casa si alza dal 36% vista  nel primo , al 50% nel secondo. Il gioco riprende punto a punto, sul 22 pari Tubertini mischia la carte, Bellucci scambia con Salsi e Molinari sostituisce Maccarone. Nel finale Maretta si oppone a Bisi ed  è sempre il bianco rosso Marretta a siglare gli ultimi due punti a chiusura del set. Il terzo set si apre con un allungo di Brescia 2-5. Tra le file lucane entra il russo Tiurin,  ma sono sempre gli ospiti a condurre il gioco. (5-10). Salsi cede il posto a Bellucci. La formazione ospite non vuole cedere il gioco ai lucani e si oppone a tutti i tentativi di attacco. Tubertini è costretto a richiamare i suoi   e al rientro Cave del Sole Geomedical, prova a recuperare le sei lunghezze di svantaggio, ma nel finale lo svantaggio è importante e i bresciani se lo aggiudicano. Tubertini per il 4 set decide di lasciare in campo Tiurin. Nella prime battute la scelta di lasciare Tiurin è vincente perché in russo integrato bianco rosso con la sua potente diagonale ferisce l’attacco dei suoi avversarie con un Ace di Mazzone si registra la parità (4-4). I Bresciani  oppongono a muro Tiurin e compagni e macinano gioco con un + 5 (5-10). I lucani sono abili a reagire con Spadavecchia che alza una saracinesca a muro e Marretta che è esperto a rintracciare le mani del muro opposto. Recuperano tutte le lunghezze i lagonegresi ripristinando prima la parità e subito dopo un vantaggio di + 2  con  muro di Molinari e parallela di Turin,  14-12.  Zambonardi suona il tempo. Al rientro sul tappeto di gioco, sono gli uomini di Tuertini a far spettacolo seppur con un pubblico virtuale. Spadavecchia dagli 8 mette subito a segno, e un soffice pallonetto di Mazzone è + 4 (17-13). Piccole imprecisioni di Igor permettono a Brescia di dimezzare. Si ripristina la parità sul 18mo. Entra Bellucci per Molinari. Nel finale è un cardiopalma sul 21 pari, Tubertini ferma il gioco. Al rientro è il siciliano Marretta a mettere a terra due punti, è  Mazzone a comunicare ai suoi ospiti il game over. 

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Tubertini (Allenatore Cave Del Sole Lagonegro)-  « Oggi siamo riusciti a portare bottino pieno e ci serviva alla nostra risalita, una buona dose di fiducia un sostegno a tutto quello che stiamo facendo, i ragazzi stanno lavorando tanto. Siamo stati bravi a ripartire con la battuta nel 4 set e resettare, alcune cose sono da rivedere ma prendiamo tutto il buono di oggi ».

Nicola Candeli (Gruppo Consoli Brescia)- « Abbiamo avuto poca lucidità su alcuni contrattacchi che nei primi due set avrebbero potuto girare i parziali ed è un peccato perché abbiamo visto che, spingendo, abbiamo avuto un risultato diverso nel terzo. Nel quarto eravamo avanti, ma abbiamo subito un turno di battuta e un break che ci hanno scoraggiato. Loro hanno difeso bene, noi troppo poco. Oggi ci è mancata quella reazione che spesso troviamo anche quando le cose vanno male ».

IL TABELLINO-

CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO - GRUPPO CONSOLI CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 3-1 (25-22, 25-23, 14-25, 25-23)

CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO: Salsi 1, Marretta 15, Spadavecchia 7, Scuffia 11, Mazzone 12, Maccarone 4, Russo (L), Tiurin 5, Molinari 1, Vedovotto (L), Bellucci 0. N.E. All. Tubertini.

GRUPPO CONSOLI CENTRALE DEL LATTE BRESCIA: Tiberti 1, Galliani 8, Candeli 16, Bisi 20, Cisolla 11, Esposito 11, Crosatti (L), Franzoni (L), Cogliati 1, Tasholli 1, Bergoli 0. N.E. Tonoli, Orlando Boscardini. All. Zambonardi.

ARBITRI: Morgillo, Talento.

NOTE - durata set: 26', 29', 22', 29'; tot: 106'

PRISMA TARANTO - POOL LIBERTAS CANTÙ-

Seconda vittoria consecutiva per la Prisma Taranto che, dopo il successo ottenuto nel recupero con Mondovì, si aggiudica il match del PalaMazzola contro la Pool Libertas Cantù per 3-0 (25-17, 25-15, 25-18), consolidando il secondo posto in classifica.

Sestetto tipo per coach Di Pinto: Coscione in regia, Padura Diaz opposto, Gironi-Fiore schiacciatori, Di Martino-Alletti centrali e Goi libero. Battocchio risponde con Viiber in palleggio, Motzo opposto, Bertoli-Mariano schiacciatori, Monguzzi e Mazza centrali con Butti libero.

Parte bene la squadra tarantina: Padura Diaz ed Alletti entrano subito in partita, Taranto fugge sull’8-3 e Battocchio chiama timeout. Motzo fatica, il tecnico canturino lo richiama in panca inserendo Galliani per dare maggior lucidità agli attacchi ma i rossoblù riescono a gestire e ad incrementare il vantaggio, grazie anche ai punti realizzati da Gironi. La Prisma allunga fino al 20-13, Cantù prova a reagire ma gli ionici portano a casa il primo set (25-17).

Avvio super per Taranto anche nel secondo parziale: 6-1 con ben tre ace consecutivi di Padura Diaz obbligano il tecnico dei lombardi al timeout. Cantù prova a rispondere con l’ace di Motzo ma la squadra di Vincenzo Di Pinto dimostra di essere in palla: gli ionici sono cinici, capitan Coscione è bravo a smistare i vari attacchi verso gli attaccanti rossoblù che, senza troppe difficoltà, riescono a mettere a segno. La Prisma vola sul 23-13 e, con un primo tempo di Alletti, chiude i giochi del secondo tempo (25-15).

Il terzo set si apre nel segno di Gironi: è lo schiacciatore classe 2000 a trascinare la squadra ionica con 4 punti nei primi 8 messi a referto dalla Prisma. Cantù, però, prova a mettere in campo un po’ di cattiveria, nel tentativo di riaprire i giochi: a metà set è 11-11. Taranto ricomincia a carburare con Fiore e Gironi, piazzando un mini-break di 7-1 che costringe i lombardi a chiedere due volte la sospensione (18-12). La partita è sotto il controllo di Padura Diaz e compagni che chiudono la contesa sul 25-18, aggiudicandosi i tre punti.

IL TABELLINO-

PRISMA TARANTO - POOL LIBERTAS CANTÙ 3-0 (25-17, 25-15, 25-18)

PRISMA TARANTO: Coscione 1, Fiore 11, Di Martino 5, Padura Diaz 14, Gironi 17, Alletti 8, Hoffer (L), Di Felice (L), Goi (L), Cottarelli 0. N.E. Persoglia, Presta, Cominetti, Cascio. All. Di Pinto.

POOL LIBERTAS CANTÙ: Viiber 1, Bertoli 11, Monguzzi 3, Motzo 9, Mariano 5, Mazza 4, Malvestiti (L), Picchio (L), Galliani 0, Butti (L). N.E. Corti, Regattieri, Pellegrinelli. All. Battocchio.

ARBITRI: Palumbo, Gaetano.

NOTE - durata set: 23', 22', 26'; tot: 71'

SYNERGY MONDOVÌ – CONAD REGGIO EMILIA-

La Conad Reggio Emilia espugna il campo della Synergy Mondovì che ha lottato ma alla fine si è dovuta inchinare dinanzi alla potenza offensiva della formazione ospite. A pesare sull’esito finale dell’incontro il grande impatto avuto sulla partita dall’ex monregalese Loglisci, subentrato a Ristic e capace di chiudere con il 71% in attacco, e la prova di sostanza dei due centrali giallorossi Scopelliti e Mattei, oltre al servizio velenoso di Bellei (tre aces per lui). In casa monregalese da sottolineare il primo punto in Serie A2 del giovanissimo Filippo Camperi, classe 2003.

Avvio all’insegna dell’equilibrio: dopo il muro a uno di Bussolari i monregalesi allungano fino al 9-6 sfruttando il servizio float di Putini. Reggio riesce a rientrare in parità sul 13 pari, ma i biancoblù ripartono con due punti consecutivi e non permettono alla Conad di avvicinarsi, allungando anzi con Paoletti e Ferrini (21-17). Mastrangelo si gioca la carta Loglisci, ma i monregalesi non rallentano e vanno a chiudere 25-20 con Paoletti. Sei le battute sbagliate dai reggiani nel primo parziale.

Reggio cambia passo nel secondo set: sul 2-7 Barbiero richiama in panchina Ferrini e getta nella mischia il giovanissimo Camperi. È suo l’attacco vincente dell’8-11 poi la Conad trova altri due punti che convincono Barbiero a fermare il gioco. Il Vbc non riesce a riordinare le idee, rientra Ferrini e Fenoglio rileva Borgogno, ma Reggio non si distrae e pareggia i conti sul 19-25 con un bel primo tempo di Scoppelliti. La Conad stravince il confronto a muro nel parziale (5-0).

Il Vbc prova a scuotersi ad inizio terzo set: dopo il punto a punto iniziale, però, l’opposto Bellei spezza l’equilibrio con un punto in attacco e due aces consecutivi. Sul 9-12 Barbiero chiama il primo time-out, ma l’allungo giallorosso non si ferma. L’ex Loglisci si mette in evidenza (100% in attacco), mentre Barbiero prova il cambio in regia inserendo Milano sul 12-18. Sul 14-22 arriva il secondo time-out di Barbiero, spazio anche a Bosio poi Reggio chiude 17-25.

Rientra in campo con la formazione iniziale il Vbc, dall’altra parte della rete confermato Loglisci. Due video-check azzeccati da coach Barbiero tengono incollati i monregalesi in avvio, poi il turno in servizio di Bellei mette in difficoltà il primo tocco dei padroni di casa (7-10). La Conad riesce a mantenere due punti di vantaggio, poi allunga quando Loglisci ferma a muro Paoletti dopo uno scambio interminabile. Ippolito sigla il 15-19 e Barbiero chiama il secondo time-out. Il Vbc non riesce a colmare il gap e Reggio va a chiudere con l’ace di Ippolito che vale il 21-25.

I PROTAGONISTI-

Mario Barbiero (Allenatore Synergy Mondovì)- « Abbiamo affrontato la partita con voglia di vincere e portare a casa qualcosa, purtroppo la coperta è corta: i ragazzi ce la stanno mettendo tutta, però poi quando conta ci manca sempre qualcosa e lo paghiamo. Ora torneremo subito in campo: dopo quattro sconfitte di fila, martedì incontriamo Siena, una squadra di tutto rispetto che arriverà qui al completo. Cercheremo di giocarcela, spero che i miei giocatori ritrovino un po’ di energie, ne occorreranno tante ».

IL TABELLINO-

SYNERGY MONDOVÌ – CONAD REGGIO EMILIA 1-3 (25-20, 19-25, 17-25, 21-25)

SYNERGY MONDOVÌ: Putini 1, Borgogno 11, Marra 6, Paoletti 18, Ferrini 11, Bussolari 5, Fenoglio (L), Pochini (L), Bosio 1, Camperi 1, Milano 0. N.E. Bertano. All. Barbiero.

CONAD REGGIO EMILIA: Pinelli 0, Ippolito 14, Scopelliti 9, Bellei 23, Ristic 10, Mattei 12, Loglisci 11, Morgese (L). N.E. Sesto, Suraci, Maiocchi, Catellani. All. Mastrangelo.

ARBITRI: Prati, Clemente.

NOTE – durata set: 27′, 23′, 23′, 40′; tot: 113′.

I RISULTATI-

Agnelli Tipiesse Bergamo-BCC Castellana Grotte 3-0 (25-15, 25-21, 25-22);

Synergy Mondovì-Sieco Service Ortona Rinviata;

Conad Reggio Emilia-Kemas Lamipel Santa Croce Rinviata;

Cave del Sole Geomedical Lagonegro-Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia 3-1 (25-22, 25-23, 14-25, 25-23);

Prisma Taranto-Pool Libertas Cantù 3-0 (25-17, 25-15, 25-18);

Emma Villas Aubay Siena-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-2 (23-25, 18-25, 25-17, 25-18, 15-10) Giocata ieri

Anticipo della 7a di ritorno:

Synergy Mondovì-Conad Reggio Emilia 1-3 (25-20, 19-25, 17-25, 21-25)

LA CLASSIFICA-

Agnelli Tipiesse Bergamo 32, Prisma Taranto 27, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 22, Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia 20, Sieco Service Ortona 19, Kemas Lamipel Santa Croce 14, Conad Reggio Emilia 14, Emma Villas Aubay Siena 14, BCC Castellana Grotte 10, Pool Libertas Cantù 9, Synergy Mondovì 8, Cave del Sole Geomedical Lagonegro 6.

Note: 1 Incontro in più: Prisma Taranto, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo, Pool Libertas Cantù; 1 Incontro in meno: Sieco Service Ortona, Conad Reggio Emilia; 2 Incontri in più: Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia; 3 Incontri in meno: Kemas Lamipel Santa Croce; 2 Incontri in meno: BCC Castellana Grotte;

IL PROSSIMO TURNO- 17/01/2021 Ore: 18.00-

Cave del Sole Geomedical Lagonegro-Emma Villas Aubay Siena;

BAM Acqua S.Bernardo Cuneo-BCC Castellana Grotte;

Sieco Service Ortona-Agnelli Tipiesse Bergamo;

Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia-Synergy Mondovì;

Prisma Taranto-Conad Reggio Emilia;

Kemas Lamipel Santa Croce-Pool Libertas Cantù Si gioca il 16/01/2021 ore 20.30

 

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti