In semifinale Bergamo, Cuneo e Santa Croce

A Gara 3 soltanto Castellana Grotte e Reggio Emilia dopo l'imperiosa rimonta della squadra di Barbone che è passata dallo 0-2 al 3-2. Successi in trasferta per le formazioni di Graziosi, Serniotti e Douglas rispettivamente contro Lagonegro, Motta e Brescia
In semifinale Bergamo, Cuneo e Santa Croce© Bam Acqua S.Bernardo

ROMA- Gara 2 dei Play Off promozione ha portato alle semifinali tre formazioni mentre il Quarto di Finale che opponeva la BCC Castellana Grotte alla Conad Reggio Emilia è sull’ 1-1, dopo la clamorosa rimonta di questa sera dei pugliesi i quali, sotto per 0-2, sono riusciti ad imporsi al tie break e a conquistare lo spareggio che si giocherà il Emilia giovedì 28 aprile. Passano invece con grande sicurezza l’Agnelli Tipiesse Bergamo e la Kemas Lamipel Santa Croce che vincono per 0-3 rispettivamente sui campi delle Cave Del Sole Lagonegro e della Gruppo Consoli Brescia. Più sofferto il successo della Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo, costretta per la seconda volta al tie break da un’ HRK Diana Group Motta che chiude la stagione a testa altissima.

TUTTE LE SFIDE-

CAVE DEL SOLE LAGONEGRO-AGNELLI TIPIESSE BERGAMO-

La prima semifinale per l’Agnelli Tipiesse Bergamo, la quarta in sei anni se si abbraccia il periodo targato Olimpia. Bergamo supera Lagonegro anche a domicilio e passa il turno. Un set in due gare lasciato alla Cave del Sole, una marcia vincente che non ha subito un balbettio neppure sull’infuocato campo potentino. I rossoblù così saldano anche il conto rimasto aperto in regular season “restituendo” il 3-0 ai biancorossi. Un successo, l’undicesimo consecutivo comprendendo la Supercoppa, che matura inserendo tutte le componenti. La forza, la concretezza, il cinismo e la capacità di stringere i denti nei momenti delicati. “Si può fare ancora meglio con maggiore lucidità in certi frangenti” ha detto, giustamente, coach Gianluca Graziosi al termine della sfida. I riferimenti possono essere almeno un paio. Nel primo set, condotto dal primo all’ultimo punto, anche con un margine di + 5 (12-7) eppure conquistato con il fiatone con il 77% in attacco, i 6 palloni a terra (83%) di Padura Diaz e i 3 muri (a zero). Nel terzo costantemente sotto di un break anche complice qualche occasione non sfruttata in contrattacco fino al devastante cambio di marcia propiziato da un turno al servizio di Terpin: padroni di casa sopra 20-18, le cui speranze di accorciare le distanze come sette giorni fa a Cisano vengono gelate da un mortifero 6-0. In mezzo un periodo chiuso a 17 e comandato appena sopra quota 10. Con il muro, con l’efficacia offensiva e con l’ispiratissimo Finoli a splendere di luce propria, agevolato da un esaltante D’Amico che impreziosisce la sua performance con l’86% in ricezione ed il 73 di perfetta. Se tra gli avversari Argenta non ha vissuto la sua miglior serata, nulla può comunque sminuire un’Agnelli Tipiesse che ora dovrà attendere giovedì per conoscere l’avversaria domenica in gara 1. Castellana Grotte, infatti, ha ribaltato Reggio Emilia da 0-2 a 3-2 passando 19-17 al tie-break rimandando il discorso qualificazione alla “bella”.

I PROTAGONISTI-

Mario Barbiero (Allenatore Cave Del Sole Lagonegro)- « E’ stata una stagione che ci ha dato grandi soddisfazioni- spiega mister Barbiero a fine gara- abbiamo ottenuto la salvezza e centrato i play off e ce la siamo giocata fino all’ultima palla  .Ce da fare un applauso alla squadra e allo staff e al presidente  perchè non appena è caduta l’ultima palla ci siamo detti ripartiamo da qui per far bene l’anno prossimo ».

IL TABELLINO-

CAVE DEL SOLE LAGONEGRO-AGNELLI TIPIESSE BERGAMO 0-3 (22-25 17-25 21-25)

CAVE DEL SOLE LAGONEGRO: Milan 16, Bonola 3, Argenta 9, Di Silvestre 12, Maziarz 4, Pistolesi 1, Hoffer (L), Armenante ,Biasotto. N.e. Zivojinovic, El Moudden (L), Mastroianni, Beghelli. All. Barbiero

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Cargioli 7, Finoli 6, Terpin 11, Larizza 9, Padura Diaz 16, Pierotti 7, D’Amico (L), Mancin. N.e. Cioffi, De Luca (L), Baldi, Ceccato. All. Graziosi.

ARBITRI: Palumbo, Autuori

NOTE-Durata set: 30’, 28’, 34’ Tot: 92’

GRUPPO CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA-KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE-

Una Kemas Lamipel straripante vince con pieno merito per 3-0 in quel di Brescia e vola in semifinale play-off promozione. Gara pressoché perfetta quella dei santacrocesi, bravi ad imporsi in ogni fondamentale di gioco e a replicare lo stesso punteggio ottenuto in gara 1 al PalaParenti. Ci ha provato Brescia, ma i “Lupi”, sostenuti anche dai propri supporters arrivati in Lombardia al seguito della squadra, hanno giocato un’ottima pallavolo, creando tantissimi grattacapi con il servizio e di conseguenza con un’attentissima fase muro-difesa.  Nel primo set la Kemas Lamipel parte subito bene, Brescia recupera e passa anche a condurre ma è solo un fuoco di paglia, perchè Colli giganteggia in attacco e al servizio, scavando il primo break pesante dell’incontro (7-8, 13-16). La ricezione conciaria viaggia ad alti ritmi, mentre soffre molto quella dei “tucani” che fanno fatica a stare attaccati ai “Lupi”. Solo Cisolla pare ispirato, ma dall’altra parte della rete Walla è una sentenza e il set va a Santa Croce brava ad imporsi 21-25. Nel secondo inizio subito veemente della Kemas Lamipel trascinata da un Festi invalicabile a muro. Con tre blocks vincenti del centrale trentino la squadra di coach Cezar Douglas scappa immediatamente via (4-8), rendendo difficilissima la vita ai bresciani capaci di trovare sbiocchi offensivi solo con Bisi e Galliani. Walla imperversa in attacco e dal 10-16 si vola al 16-21, preludio del definitivo 21-25 che consente ai conciari di raddoppiare. Equilibrio ad inizio terzo set, con Brescia che prova ad alzare l’asticella ben sapendo che si gioca il tutto per tutto. I “Lupi” però sono in fiducia, fanno sfogare i locali replicando punto su punto (7-8) e nella fase centrale del parziale scappano via sfruttando la grande giornata in battuta di Colli (ma anche di tutti gli altri effettivi, con Festi addirittura a referto con tre aces) e i contrattacchi degli scatenati Walla e Fedrizzi, quest’ultimo bravissimo a piazzare pallonetti velenosissimi. Il break subito (12-16, 13-21) spezza le gambe a Brescia, capace di recuperare qualche lunghezza solo a cose ormai fatte. Il block-out di Fedrizzi vale il definitivo 20-25 e lo 0-3 che chiude incontro e serie, qualificando la Kemas Lamipel alle semifinali play-off e facendo scattare l’applauso del Centro Sportivo San Filippo (circa mille persone presenti) per i locali, autori comunque di una stagione più che positiva. Per i “Lupi” appuntamento a domenica 1 maggio quando alle 18.00 al PalaParenti sarà in programma gara 1 della serie di semifinale contro la Bam Acqua San Bernardo Cuneo, vittoriosa per 2-0 nei quarti di finale contro la HRK Diana Group Motta grazie ad un doppio tie-break.

I PROTAGONISTI-

Roberto Zambonardi (Allenatore Gruppo Consoli Brescia)- « Siamo arrivati ai Play-off con le batterie scariche, nonostante fossimo cresciuti nel girone di ritorno. Abbiamo subito troppo una squadra certamente forte e completa. Non siamo stati bravi a rispondere con la cattiveria e determinazione necessarie e abbiamo avuto pecche anche dal punto di vista tecnico in queste due gare dei Play-off, ma il bilancio dell’annata è comunque positivo. Abbiamo lasciato dietro di noi sei squadre in una stagione davvero tosta e ce ne aspettano altre, con il sostegno dei nostri sponsor e del nostro bellissimo pubblico ».

IL TABELLINO-

GRUPPO CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA-KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE-

GRUPPO CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA: Mazzone, Orazi  ne, Tiberti 2, Patriarca 10, Crosatti, Bisi 10, Franzoni (L), Galliani 9, Neubert, Esposito 4, Cisolla 10, Seveglievich ne, Ventura ne. All. Zambonardi

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone 2, Walla 16, Festi 9, Arasomwan 5, Colli 11, Fedrizzi 11, Pace (L). Ne: Giovannetti, Menchetti, Caproni, Sposato (L), Riccioni e Ferrini. All. Douglas

ARBITRI: Turtù, Prati

NOTE-Durata: 26’ 26’ 26’. Tot: 78’.

BCC CASTELLANA GROTTE-CONAD REGGIO EMILIA-

Sull'orlo del baratro. Ad un passo dall'eliminazione. Con un grandissimo cuore. In rimonta. La Bcc Castellana Grotte vince gara 2 dei quarti di finale dei playoff del campionato nazionale serie A2 Credem Banca di pallavolo maschile ribaltando la Conad Reggio Emilia e rimandando le sorti della serie alla bella di giovedì. Finisce 3-2 (19-25, 21-25, 25-22, 28-26, 19-17) la sfida del Pala Grotte che vale il punto del pareggio per la formazione allenata da Giuseppe Barbone. Il risultato è lo stesso del match giocato sette giorni fa in Emilia, ma l'effetto è diametralmente opposto.

Si torna in Emilia ora per una serie che ha già dimostrato di essere ampiamente in equilibrio nonostante il fattore campo. La pressione, però, si sposta sulla compagine allenata da Mastrangelo che, dopo aver sprecato una ghiottissima occasione in Puglia, avrà comunque il conforto dei propri tifosi. Reggio Emilia, insomma, spreca e si rammarica, mentre Castellana festeggia e saluta il proprio pubblico con un tir di emozioni, con una grande reazione nelle difficoltà e soprattutto con l'auspicio di ritrovarli ancora in questa stagione.

Theo Lopes è il top scorer dei pugliesi con 25 punti, Tim Held il miglior realizzatore della gara con 27 punti. Decisivi i 13 punti (con l'86% in attacco) e i 6 muri (più di tutti gli avversari messi insieme) con cui Luca Presta accende la rimonta. A dargli supporto Andrea Truocchio che chiude il match con 14 punti (e il 71% in attacco) e 4 muri. In doppia cifra, nella Bcc Castellana, anche Alessio Fiore, 13 punti alla fine. Alessandro Toscani riceve meglio di tutti nel match: 62% di positive, 48% di perfette.

Entrambi i tecnici scelgono la via della continuità rispetto a gara 1.
Barbone conferma la Bcc Castellana con Izzo palleggiatore in diagonale con Theo Lopes opposto, Fiore e Tiozzo martelli, Presta e Truocchio al centro, Toscani libero.
Mastrangelo ripresenta la Conad Reggio Emilia con in regia Garnica, Cantagalli opposto, Cominetti e Held schiacciatori, Zamagni e Sesto centrali, Morgese libero.

Il Pala Grotte non è, numericamente parlando, quello delle grandi occasioni, ma si conferma molto rumoroso e accoglie con un applauso un gruppo di ragazze e ragazzi ucraini presenti nella tribuna centrale dell'impianto castellanese.

Primi scambi con protagonisti Presta per la Bcc (due attacchi e doppio muro), Cantagalli (due, anche un ace) e Held (due in fila) per la Conad: 9-10. Castellana spinge in avanti con due di Theo Lopes: 13-12. Reggio rimonta subito con Held che inganna tre volte il muro pugliese: 14-16. La Conad esce dalla fase centrale con meno errori rispetto alla Bcc: 15-19. Il muro di Izzo scuote i gialloblù, ma è ancora Held ad indirizzare il set: block out, ace e un paio di battute letali per il 16-22. Due di Cantagalli per il 19-25.

Si riparte da Cantagalli e Held: muro del primo, ace del secondo (2-5). Ancora Presta a trascinare Castellana: due per il 7-7. Arienti (in campo per Truocchio) e Fiore riportano avanti la Bcc: 11-10. Sempre Presta, ancora il 6 nel break a metà set dei pugliesi: muro, primo tempo e palletta per il 18-14. Reggio non sbanda e risale: Cantagalli e due di Held in block out per il 20-19. Nel finale è ancora la Conad a trovare lo spunto giusto con l'ace fortunato di Held (21-22), il muro e il primo tempo di Sesto (21-24) e un altro ace di Held favorito dal nastro: 21-25.

L'ace di Presta apre il terzo set, Truocchio si ripresenta alla gara con due attacchi e un muro: 6-3. Theo passa due volte in fila, Reggio si ritrova con Zamagni e Scopelliti: 11-9. Di nuovo Theo e Truocchio rialzano la Bcc (13-11), di nuovo la Conad rientra: 13-13. Truocchio e due muri di Presta per un nuovo allungo (18-15), due di Tiozzo per dare sostanza alla fuga (20-15). Held tira la Conad, ma ancora Presta e Theo spingono Castellana fino al 22-17. Il turno in battuta di Held spaventa, ma sono Suraci e Marretta a far male: 23-21. Il block out di Truocchio sospende il respiro del Pala Grotte, un errore per parte in battuta chiude il 25-22.

Due di Tiozzo (pure un ace), due di Held: 3-3 in avvio. Cantagalli sbaglia la parallela, Theo invece no: tre in fila per il 9-6. Held prova a rialzare la Conad, di nuovo l'11 gialloblù sfonda: 11-8. Cantagalli si riscatta nel momento giusto (13-11), Held continua a colpire: quattro in fila per il 15-16. Garnica pesca l'ace che sembra decisivo (15-17), ma il muro di Izzo riporta tutto in equilibrio: 18-18. Truocchio si arrampica a muro sulla pipe di Held, Theo squadra al millimetro l'incrocio delle righe: 21-19. Reggio non crolla: Cominetti prima in attacco, poi dalla battuta per il 22-22. Nemmeno la Bcc trema: Theo accende quattro palle set (24-22 prima, 25-24 e 26-25 poi): tutte annullate. Lo spunto decisivo, in un finale bellissimo, è però ancora gialloblù: Fiore e il 28-26 per il tie break.

Held spacca l'inizio del quinto: 0-2 con pipe ed ace. Castellana si riorganizza con due di Truocchio e l'ace di Fiore: 5-4. Zamagni e Borgogno per il 7-7, poi il muro di Scopelliti per il cambio campo: 7-8. Due volte Suraci e uno di Theo per il 9-10 con cui si accende il finale. Castellana lo gioca tutto in salita, sempre in rincorsa, annullando tre match ball ma trovando lo spunto giusto con capitan Fiore per il 19-17.

I PROTAGONISTI-

Giuseppe Barbone (Bcc Castellana Grotte)- « Sotto di due set, ad un passo dall'eliminazione, siamo riusciti a tirare fuori da uomini veri una grandissima prestazione. Dal punto di vista tecnico, soprattutto a muro, ma anche dal punto di vista caratteriale. Non abbiamo lasciato nulla di intentato: era quello che ho chiesto ai ragazzi prima di iniziare questa serie, è quello che sto vedendo in campo. Adesso andiamo a Reggio Emilia per un'altra battaglia, troveremo un ambiente molto caldo, ma abbiamo già fatto esperienza domenica scorsa. Ci andiamo sereni e senza pressioni, ma con lo spirito dei combattenti ».

IL TABELLINO-

BCC CASTELLANA GROTTE - CONAD REGGIO EMILIA 3-2 (19-25, 21-25, 25-22, 28-26, 19-17)

BCC CASTELLANA GROTTE: Izzo 5, Tiozzo 8, Presta 13, Theo Lopes 25, Fiore 13, Truocchio 14, Toscani (L), Santambrogio, Borgogno 1, Arienti 2. ne Zanettin, De Santis (L). All. Barbone

CONAD REGGIO EMILIA: Garnica 2, Held 27, Sesto 5, Cantagalli 19, Cominetti 5, Zamagni 8, Morgese (L), Mian 1, Marretta 4, Scopelliti 3, Suraci 5. ne Catellani, Bucciarelli, Cagni (L). All. Mastrangelo

ARBITRI:  De Simeis, Di Bari

NOTE- Durata: 24’,28’,27’,35’,22’ Tot: 136 ‘

HRK DIANA GROUP MOTTA-BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO-

Cuneo vince Gara 2 al Palamare di Caorle e va in Semifinale Play Off A2. Come successo all’andata il match si è protratto fino al tie-break, onore ai biancoverdi che hanno dato tutto fino all’ultimo. Botto e compagni supportati da un buon gruppo di familiari e tifosi in trasferta ha saputo chiudere il turno. Da martedì testa alla semifinale e Gara 1 il 1° maggio a Santa Croce.  

Lo starting six di Cuneo: Pedron palleggio, Andri? opposto, Sighinolfi e Codarin centro, Preti e Botto schiacciatori; Bisotto (L).

Coach Lorizio schiera: Alberini palleggio, Gamba opposto, Acuti e Biglino al centro, Loglisci e Secco Costa schiacciatori; Battista (L).

Cuneo parte avanti con il Andri? che si conquista il turno al servizio e mette a segno tre ace e sull’1-5 costringe coach Lorizio a chiamare il primo time out. Cambio palla, poi il break di Codarin al servizio, gli attacchi di Botto e Andri? e qualche errore di troppo da parte dei padroni di casa, vedono la panchina biancoverde chiamare anche il secondo time out sul 5-12. Cuneo viaggia bene col servizio e infligge punti in attacco, meno incisivi gli avversari (14-21). Sul 15-23 entra Filippi alla regia per alzare il muro. Preti trova il set ball e Filippi chiude con un attacco di seconda intenzione 15-25.  

Da subito più combattutto il secondo set, dove si procede punto a punto (7-7). Sull’8 pari dai nove metri per Cuneo va il neo opposto croato che pronti, via trova due ace e il conseguente time out biancoverde (8-11). Cuneo mantiene il gap, ma Motta con Gamba e Secco Costa resta attaccata e sul 14-16, dopo l’attacco dell’opposto ex Cuneo, coach Serniotti chiama il time out. Stessa richiesta per Lorizio poco dopo sul 17-20. Nuovamente dentro Filippi sul 19-21 per alzare i cm a muro. Errore della difesa cuneese e rientra Pedron. Finale tirato e sul 21-23 la panchina biancoblù chiama a raccolta i suoi, finendo i time out discrezionali a disposizione. Andri? trova il set ball (22-24), ma capitan Biglino lo annulla. Motta pareggia e sorpassa 25-24, ma i cuneesi con Andri? recuperano e vanno al servizio con Pedron. Finale di set tiratissimo, poi la chiude Loglisci a favore di Cuneo sul 28-30 mettendo out l’attacco.

Inizio equilibrato, poi un buon turno al servizio di capitan Botto, gli attacchi di Andri? e il muro di Preti e Cuneo si porta a +4 (4-8). Time out per Motta sul 7-10 dopo un altro break dei biancoblù. Sul 15-17 entra Filippi per Pedron, dai nove metri Andri?, ma Loglisci effettua cambio palla (rientra Pedron) e manda Gamba al servizio che trova l’ace del 17 pari. Coach Serniotti non vuol rischiare e chiama il time out. Si torna in campo e l’opposto biancoverde ancora vincente alla battuta. Bene anche Loglisci che non vuol vendere facile la pelle (19-18). Sul 20-21 entra Lilli per Preti. Mani out di Gamba su Botto e dai nove metri per Motta va Alberini (21-21). Gamba sugli scudi e Motta trova il set ball (24-22). Secco Costa al servizio, poi la chiude Acuti 25-22.

Si combatte punto a punto al Palamare, poi i padroni di casa mettono in difficoltà Cuneo con il servizio e si portano avanti 10-6. Sull’11-6 entra Tallone per Preti nelle fila biancoblù. Cuneo si porta sotto ai padroni di casa, diminuendo il gap a -2 (12-10) e coach Lorizio chiama il time out. Sul 18-13 entra Filippi alla regia per Pedron in P1 e subito Sighinolfi effettua cambio palla con un primo tempo vincente (18-14). Motta viaggi a con il vento in poppa e sul 21-16 è time out per Cuneo. I padroni di casa chiudono il quarto set 25-18 e il match come all’andata, si protrae al tie-break.

Sestetti di partenza in campo, Cuneo si porta avanti 2-4 e coach Lorizio chiama il time out.

Botto e compagni conquistano il cambio campo con un +4 (4-8). Sul 7-11 entra Pugliatti per Acuti al servizio, poi Gamba in parallela trova il -3. Sul 9-12 dopo un attacco out di Andri?, coach Serniotti chiama il time out. Si gioca sul fil di lana, Cuneo spreca troppo e sul 13-14 esaurisce i tempi a disposizione. Finale al cardiopalma poi Codarin firma il punto finale che sul 13-15 vede Cuneo staccare il pass per la semifinale contro Santa Croce.

I PROTAGONISTI-

Mirko Cefaratti (II Allenatore Bam Acqua San Bernardo Cuneo)- «  E’ stata una partita dura, anche se eravamo avanti noi, loro ci hanno sempre creduto mettendoci in difficoltà con la loro battuta. Simao stati bravi a rimanere sul pezzo e poi al tie-break siamo partiti molto bene. E’ stato fondamentale chiudere la serie in due partite, questo ci permette di preparare bene in settimana gara 1 contro Santa Croce».

IL TABELLINO-

HRK MOTTA DI LIVENZA – BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO 2-3 (15-25, 28-30, 25-22, 25-18, 13-15)   

HRK MOTTA DI LIVENZA: Alberini, Gamba 34, Acuti 6, Biglino12, Loglisci 14, Secco Costa 13; Battista (L), Pugliatti, Luisetto, Zaccaria (L). N.e. Cattaneo, Luisetto, Saibene. All. Lorizio.

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO:  Pedron 4, Andri? 32, Sighinolfi 8, Codarin 10, Preti 7, Botto 13, Bisotto (L); Filippi 1, Tallone 1, Lilli. N.e. Cardona, Rainero. All.: Roberto Serniotti

ARBITRI: Rolla, Merli

NOTE-Durata: 23’, 39’, 30’, 27’, 20’. Tot: 139’ .

I RISULTATI DI GARA 2  DEI QUARTI DI FINALE-

Cave Del Sole Lagonegro-Agnelli Tipiesse Bergamo 0-3 (22-25, 17-25, 21-25) serie 0-2

BCC Castellana Grotte-Conad Reggio Emilia 3-2 (19-25, 21-25, 25-22, 28-26, 19-17) serie 1-1

HRK Diana Group Motta-Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo 2-3 (15-25, 28-30, 25-22, 25-18, 13-15) serie 0-2

Gruppo Consoli McDonald’s Brescia-Kemas Lamipel Santa Croce 0-3 (21-25, 21-25, 20-25) serie 0-2

PROSSIMO TURNO GARA 3 28/04/ ORE 20.30-

Conad Reggio Emilia-BCC Castellana Grotte 

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...