Tuttosport.com

Volley: Champions League, sei su sei per Perugia
© Cev
0

Volley: Champions League, sei su sei per Perugia

La formazione di Bernardi super 3-1 (25-21, 25-22, 25-27, 25-16) l'Arkas Izimir al Pala Barton e porta il suo bottino in classifica a 18 punti

mercoledì 27 febbraio 2019

PERUGIA- Non poteva concludersi meglio per la Sir Colussi Sicoma Perugia la fase a Pool di Champions League. Con la qualificazione già in tasca la formazione di Bernardi è scesa in campo al Pala Barton, sostenuta da oltre 3000 tifosi, per fare l'en plein. Con la vittoria per 3-1 sull'Arkas Izmir i Block Devils hanno chiuso la Pool E in testa e a punteggio pieno con 18 punti, conquistati nelle sei partite giocate. Ora la squadra umbra aspetta di conocere l'avversaria dei Quarti di finale.

Venerdì  1 marzo in Lussemburgo, presso la sede della Cev alle ore 13.00, saranno sorteggiati gli accoppiamenti per la volata finale verso di Berlino.

Perugia intanto si gode l’ennesima vittoria europea. Una vittoria dal sapore dolcissimo perché, nonostante i bianconeri fossero già matematicamente certi dell’accesso ai quarti di finale, la squadra ha offerto una prova importante sotto l’aspetto tecnico, tattico e caratteriale. Bernardi, in vista anche dei prossimi impegni di Superlega, ha tenuto a riposo completo Atanasijevic e Podrascanin e dato poi, durante la partita ampio spazio ai giocatori solitamente meno impiegati che hanno dimostrato una volta in più, casomai ce ne fosse bisogno, la bontà dell’intera rosa perugina.

Un grande applauso alla fine quello tributato dal pubblico di casa ai vari Hoogendoorn, Hoag, Della Lunga, Seif, Galassi e Piccinelli, tutti bravi nel rispondere presente alla chiamata di Bernardi.

E l’Mvp della partita se lo è preso proprio Hoogendorn! L’opposto olandese dal mancino diabolico ha chiuso con 20 punti a referto, 2 ace, 1 muro ed il 55% in attacco. 11 i punti di un eccellente Galassi (70% in primo tempo e 4 muri), 13 i sigilli di Hoag che, di fronte al papà Gleen tecnico dell’Izmir, ha dato ampio sfoggio del su repertorio offensivo chiudendo con 13 palloni vincenti, il 73% sotto rete e 2 ace.

Tante insomma le buone notizie per Lorenzo Bernardi che sa di poter contare su un gruppo in buona condizione e carico come una molla. In attesa ora di conoscere il prossimo avversario di Champions, l’attenzione di Perugia si sposta nuovamente sulla Superlega e sul prossimo match di domenica, l’insidiosa trasferta di domenica a Ravenna.

LA CRONACA DEL MATCH-

Qualche cambio in sestetto per Bernardi che getta nella mischia al via Hoogendoord in posto due a Galassi al centro. Proprio Hoogendoorn mette a terra tre dei primi quattro punti di Perugia tra cui l’ace del 4-2. Lagumdzija pareggia a quota 6. Ancora Hoogendoorn per il nuovo +2 Perugia (8-6). Il primo tempo di Galassi mantiene le distanze (10-8). Ace di Leon (13-10). Ace anche per De Cecco, poi super punto di Perugia chiuso da Lanza (17-12). Sul 21-15 spazio a Seif in regia. L’ace di Ricci porta i Block Devils al set point (24-18). Chiude al quarto tentativo Lanza (25-21).

Al rientro in campo è ancora Perugia a menare le danze con Leon e Lanza che fissano il punteggio sul 10-5. In campo Piccinelli nel ruolo di libero. Il muro turco accorcia (11-8). +4Sir Colussi Sicoma con il muro di Galassi (17-13). Due punti in fila 8muro ed ace) di capitan De Cecco, poi altro muro di Galassi (20-15). La formazione turca non molla e torna sotto (22-20). La pipe di Lanza fa ripartire i suoi (23-20). Ace di Sikar, Izmir a contatto (23-22). Il muro di Ricci porta Perugia al set point (24-22). Chiude subito l’ace di Leon (25-22).

Nella terza frazione campo per Seif, Della Lunga ed Hoag. Ad un avvio positivo per i turchi, Perugia risponde con il turno al servizio proprio di Della Lunga (2 ace) ed impatta a quota 6. Un altro ace, stavolta di Hoag, firma il sorpasso (10-9). Izmir torna avanti con il migliore dei suoi, il centrale Matic (12-14). Nuovo pareggio Perugia con il muro di Galassi (15-15). Muro anche per Seif e nuovo capovolgimento di fronte (16-15). Maniout di Hoogendoorn, +2 Sir Colussi Sicoma (18-16). Implacabile Hoogendoorn (22-19). Bravo non ci sta e pareggia (22-22). Match point Perugia con l’attacco di Hoag (24-23). Due errori dei Block Devils capovolgono (24-25). Hoag a segno (25-25). È dei turchi il guizzo vincente (25-27).

Riparte forte Perugia nel quarto parziale con Galassi ed Hoogendoorn protagonisti. Proprio un ace dell’olandese segna il 10-5. Due in fila di Hoag (14-8). Perugia scappa via (19-11). Un cecchino Hoag da posto quattro (22-13). Arriva il match point con l’attacco di Hoogendoorn (24-15). Chiude l’errore di Taht al servizio (25-16).

I PROTAGONISTI-

Nicholas Hoag (Sir Colussi Sicoma Perugia)- « Abbiamo giocato bene stasera. Abbiamo fatto pochi errori e abbiamo mostrato la nostra capacità tecnica. Non era una partita che potevamo perdere conoscendo le nostre capacità ».

Joao Paulo Pereira Bravo (Arkas Izmir)- « Abbiamo sofferto la battuta di Perugia; non siamo riusciti a controllarla. È vero che Perugia è Perugia, ma avremmo potuto giocare meglio ».

IL TABELLINO-

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – ARKAS IZMIR 3-1 (25-21, 25-22, 25-27, 25-16)

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: Piccinelli (L), Ricci 7, Hoag 13, Hoogendoorn 20, Della Lunga 3, Seif 2, Leon Venero 9, Lanza 5, Galassi 11, Colaci (L), De Cecco 4. N.E. Atanasijevic, Podrascanin. All. Bernardi.

ARKAS IZMIR: Matic 13, Radke 2, Taht 15, Gulmezoglu 5, Lagumdzija A. 14, Pereira Bravo 4, Sikar 7, Mert (L), Kaya 1. N.E. Cevik, Koc, Ergul. All. Hoag.

ARBITRI: Schimpl, Kovar.

NOTE – durata set: 23′, 26′, 26′, 19′; tot: 94′.

IL TABELLINO-

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – ARKAS IZMIR 3-1 (25-21, 25-22, 25-27, 25-16)

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: Piccinelli (L), Ricci 7, Hoag 13, Hoogendoorn 20, Della Lunga 3, Seif 2, Leon Venero 9, Lanza 5, Galassi 11, Colaci (L), De Cecco 4. N.E. Atanasijevic, Podrascanin. All. Bernardi.

ARKAS IZMIR: Matic 13, Radke 2, Taht 15, Gulmezoglu 5, Lagumdzija A. 14, Pereira Bravo 4, Sikar 7, Mert (L), Kaya 1. N.E. Cevik, Koc, Ergul. All. Hoag.

ARBITRI: Schimpl, Kovar.

NOTE – durata set: 23′, 26′, 26′, 19′; tot: 94′.

Champions League Sir Safety Bernardi Hoogendoorn Della Lunga

Commenti

La Prima Pagina