Tuttosport.com

Volley: Champions League, Civitanova missione compiuta, è in finale
© Cev
0

Volley: Champions League, Civitanova missione compiuta, è in finale

Netto 3-0 (25-15; 25-20; 27-25) all'Eurosole per i cucinieri che il 18 maggio potranno contendere allo Zenit Kazan il massimo trofeo continentale

mercoledì 10 aprile 2019

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- La Cucine Lube Civitanova è per il secondo anno consecutivo e per la terza volta nella sua storia in Finale di Champions League. Con il 3-0 rifilato allo Skra Belchatow nella Semifinale di ritorno giocata stasera di fronte agli oltre 3 mila dell’Eurosuole Forum i biancorossi hanno guadagnato il pass per la kermesse finale di Berlino (18 maggio) dove già aspetta lo Zenit Kazan che ha eliminato Perugia nel pomeriggio, per un vero e proprio remake dell’atto conclusivo di un anno fa.

La gara odierna ha visto una Cucine Lube subito determinata a chiudere il discorso con un super Juantorena in attacco (100% nel primo set, 80% nel secondo), Leal devastante al servizio (4 ace) e Stankovic MVP (10 punti, 100% in attacco, 2 muri). Vinto il secondo set, coach De Giorgi lascia lentamente spazio al resto della rosa mentre Piazza cambia completamente squadra sin dal primo punto: ne viene fuori un set equilibrato vinto in volata dai cucinieri che restano così imbattuti in Champions League (10 su 10).

LA CRONACA DEL MATCH-

De Giorgi ripropone il consueto sestetto “europeo”, con Bruno-Sokolov, Simon-Stankovic, Juanotorena-Leal, Balaso libero. Piazza schiera Lomacz-Wlazly, Klos-Kochanowski, Ebadipour-Katic (quest’ultimo unica novità rispetto al match di andata nello starting six), Piechocki libero.

Subito Cucine Lube molto aggressiva al servizio: devastante in particolare il turno al servizio di Leal (3 ace consecutivi) che lancia i biancorossi sull’8-4. È il break già decisivo, i cucinieri sono molto determinati a provare a chiudere subito i conti e continuano a spingere sull’acceleratore dai nove metri: Juantorena (100% in attacco nel set con 6 punti) concretizza tutto in contrattacco (11-5) e Simon si impone a muro (14-8). Il set prosegue sullo stesso tema con lo Skra incapace di impensierire la Cucine Lube che continua a macinare il suo gioco allungando ancora il distacco fino al 25-15 finale. I biancorossi attaccano addirittura al 72% di squadra.

Nel secondo set la Cucine Lube prova di nuovo a forzare subito il ritmo (6-4 muro Stankovic) ma lo Skra è più continuo in cambio palla restando a -2 e fallendo la palla dell’aggancio murata da Juantorena (11-9). Ci pensa allora Simon a fermare i polacchi ancora a muro (12-9). Piazza tenta la carta del doppio cambio inserendo la diagonale Droszynski-Teppan per Lomacz-Wlazly ottenendo la parità sul muro di Ebadipour che ferma Sokolov (14-14) ma la Cucine Lube rimette subito il naso avanti con il primo tempo di Stankovic e il solito Leal al servizio (17-14). L’ultimo a mollare nello Skra è Ebadipour (ace del 17-16), Sokolov però mura il nuovo +3 (20-17), Stankovic si esalta sempre a muro (23-17) ed il capitano mette giù anche la palla che vale la finalissima di Berlino (25-20).

Nel terzo set i cucinieri lasciano in campo i titolari, mentre Piazza dà spazio al resto della rosa. Si va punto a punto complice un normale calo di tensione in campo biancorosso (10-10), c’è poi spazio per Kovar al posto di Juantorena e poi sul 13-13 per Massari al posto di Leal (anche Marchisio entra per Balaso), Simon ferma Wlazly (14-13). Lo Skra trova il primo break con Szalpuk al servizio (due ace e 19-22), Massari risponde dai nove metri (23-22), ancora Czarnowski guadagna dai nove metri la prima palla set (23-24). E’ il momento di Kovar: annulla due set ball, mura il 26-25 e il match si chiude su un errore dello Skra (27-25).

I PROTAGONISTI-

Dragan Stankovic (Cucine Lube Civitanova)- « Un’altra finale di Champions League, la seconda di fila contro il Kazan. Oggi abbiamo lottato in campo per strappare il pass per Berlino, mettendo tutta la nostra concentrazione e forza per raggiungere l’obbiettivo. Sono molto orgoglioso si essere il capitano di questo team perché abbiamo carattere e giochiamo dando sempre il meglio in campo ».

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova)- « Abbiamo avuto un percorso difficile ma costante in questa competizione, dieci vittorie di fila e finalmente siamo a Berlino per giocare alle Super-Finals ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – PGE SKRA BELCHATOW 3-0 (25-15, 25-20, 27-25)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 10, Kovar 4, D’Hulst 0, Marchisio (L), Juantorena Portuondo 12, Massari 3, Stankovic 10, Leal Hidalgo 11, Cantagalli 1, Simon Aties 7, Mossa De Rezende 2, Balaso (L). N.E. Diamantini, Cester. All. De Giorgi.

PGE SKRA BELCHATOW: Droszynski 0, Wlazly 11, Teppan 0, Klos 2, Kochanowski 2, Katic 4, Czarnoeski 1, Milczarek (L), Ebadipour Ghara 9, Szalpuk 6, Fiel Rodriguez 2, Lomacz 0, Piechocki (L), Orczyk 3. All. Piazza.

ARBITRI: Cambré, Szabo.

NOTE – durata set: 22′, 26′, 28′; tot: 76′.

Champions League Cucine Lube Skra De Giorgi Sokolov Piazza Wlazly

Commenti

La Prima Pagina