Tuttosport.com

Supercoppa Italiana, all' Eurosole festeggia Perugia
© Legavolley/Zani
0

Supercoppa Italiana, all' Eurosole festeggia Perugia

Il primo trofeo della stagione lo alza la squadra di Haynen che in finale si impone 32- (27-55; 23-25; 25-23; 18-25; 15-12) al termine di una partita entusiasmante, giocata ai massimi livelli da entrambe le contendenti

sabato 2 novembre 2019

CIVITANOVA MARCHE (CIVITANOVA)- Una finale degna di tal nome fra due grandi squadre che hanno testimoniato il livello stellare della nostra pallavolo. L’atto conclusivo della Supercoppa Italiana ha risposto in pieno alle aspettative. Sir Safety Perugia e Leo Schoes Modena se le sono date di santa ragione sin dal primo punto ed hanno concluso in volata una sfida il cui ago della bilancia è andato ora da una parte ora dall’altra. Alla fine è stata la squadra di Heynen ad avere la meglio, portandosi a casa il primo trofeo della stagione sfruttando nel concitato tie break le bordate dai nove metri di uno scatenato Leon (premiato come MVP della partita) e di un ritrovato Atanasijevic. Dall’altra parte della rete hanno risposto con altrettanta efficacia Zaytsev e Anderson ma i gialloblu si sono fermati proprio sul più bello dopo aver rimontato due volte lo svantaggio. Finisce fra il tripudio dei tanti sirmaniaci che hanno vestito l’impianto di Civitanova di bianconero e che stasera possono scatenare la festa. Finisce 3-2 (27-15; 23-25; 25-23 18-25; 15-12) per la formazione umbra. E’ solo il primo atto di una stagione che sarà davvero intensa.

LA CRONACA DEL MATCH-

Primo vantaggio dei Block Devils con il contrattacco di Lanza (4-3). Il muro di Christenson capovolge (6-7). Fuori l’attacco di Atanasijevic (8-10). L’ace di Leon pareggia (11-11). Invasione di Christenson (13-12). Ace di Bednorz che rimette davanti Modena (13-14). Maniout di Zaytsev e +2 Leo Shoes (14-16). Perugia resta in scia con il primo tempo di Ricci (18-19). Zaytsev tiene il doppio vantaggio dei suoi (19-21). Due di Atanasijevic pareggiano (21-21). È Modena la prima ad arrivare al set point con Zaytsev (23-24). Leon allunga il parziale (24-24). Ancora Zaytsev, poi Atanaasijevic (25-25). Ace di Leon (26-25). Altro ace di Leon, Perugia avanti (27-25).
Avanti Modena in avvio della seconda frazione con Zaytsev (2-3). Lanza, l’invasione di Modena e Leon capovolgono (5-3). Lanza tiene da posto quattro (7-5). Zaytsev pareggia (7-7). Out la pipe di Bednorz (10-8). Nuovo capovolgimento con due muri ed un contrattacco di Modena (10-12). Atanasijevic ferma a muro Bednorz e impatta ancora (13-13). Break della Leo Shoes con Anderson e Mazzone (16-19). Plotnytskyi e Leon accorciano (19-20). Modena scappa di nuovo con l’ace di Zaytsev (20-23). La Leo Shoes arriva al set point (21-24). Al terzo tentativo Zaytsev pareggia i conti (23-25).
Si riparte con Perugia avanti dopo la pestata di Anderson (4-3). Si gioca punto a punto con Modena che si porta a condurre con il muro a tre su Leon e l’ace di Anderson (9-11). Ricci chiude il punto del pareggio (11-11). Non si schioda l’equilibrio (15-15). Muro tetto di Leon (16-15). Muro a tre su Bednorz e poi ace di Leon (20-17). Holt riporta Modena in parità (21-21). Ace di Atanasijevic (23-21). Set point per Perugia dopo l’errore al servizio di Bednorz (24-22). Out Lanza dai nove metri (24-23). Chiude Leon (25-23).
Partenza a razzo di Modena nel quarto set con Zaytsev al servizio (0-4). Atanasijevic dimezza (2-4). Out Zaytsev (3-4). Muro di Atanasijevic e parità (4-4). Torna avanti Modena con l’ace di Holt ed il contrattacco di Zaytsev (5-8). Muro a tre su Atanasijevic (6-10). Scappa via la Leo Shoes con Anderson protagonista (7-13). Fuori Leon (8-15). Ancora un break per la Leo Shoes (9-17). Perugia recupera qualche punto, ma il divario resta (15-20). Girandola di cambi nella metà campo bianconera con Hoogendoorn che chiude il pallone in contrattacco (17-21). Punto di Zaytsev (17-23). Fuori Taht, set point Modena (17-24). Anderson manda tutti al tie break (18-25).
Ace di Leon in avvio (2-0). Zaytsev pareggia (4-4). Avanti Modena con il muro di Bednorz e l’ace di Anderson (5-7). Si cambia 6-8, poi sale in cattedra Leon che prima impatta a muro e poi mette la freccia con l’ace dell’11-9. Atanasijevic regala ai suoi tre match point (14-11). È di Podrascanin il punto dell’apoteosi (15-12).

I PROTAGONISTI-

Vital Heynen (Allenatore Sir Safety Conad Perugia)-« Il merito del successo è tutto dei miei giocatori. Con impegno, forza di volontà e spirito di squadra hanno vinto un’altra partita molto dura. Nei momenti più difficili i ragazzi hanno avuto la lucidità di guardare avanti. Prima di iniziare gli avevo detto che la vittoria sarebbe arrivata al tie break, me lo sentivo. Ora è importante allenarci insieme e crescere nel gioco ».

Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia)-« È normale soffrire quando si gioca contro una squadra di altissimo livello come Modena. In due giorni abbiamo vinto altrettanti match da sfavoriti e ora ci godiamo questa vittoria. Abbiamo dimostrato di essere una squadra unita e di saper giocare le gare importanti. Al tie break eravamo sotto, ma una giocata di Podrascanin ci ha dato la forza di cambiare marcia ».

Andrea Giani (Allenatore Shoes Modena)- « I piccoli particolari che hanno deciso la partita purtroppo sono diventati grandi nel finale di tie break: nella parte conclusiva della gara abbiamo avuto alcune situazione di side out non ben gestite, potevamo giocare qualche palla alta migliore, ma dobbiamo considerare che davanti a noi c’erano dei grandi campioni. Usciamo comunque a testa alta con tanta consapevolezza dei nostri mezzi ».

Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena)- « Non conta niente la mia bella partita, peccato perché ci siamo stati dal primo all’ultimo punto. Abbiamo giocato una battaglia con Perugia e si vedeva che sia noi che loro eravamo un pò stanchi. Abbiamo dimostrato di esserci e di avere delle belle qualità che potremo sviluppare durante l’anno ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LEO SHOES MODENA 3-2 (27-25, 23-25, 25-23, 18-25, 15-12)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 0, Leon Venero 21, Ricci 9, Atanasijevic 18, Lanza 7, Podrascanin 9, Burnelli (L), Russo 1, Zhukouski 0, Colaci (L), Hoogendoorn 1, Taht 1, Plotnytskyi 3. N.E. Piccinelli. All. Heynen.

LEO SHOES MODENA: Christenson 2, Anderson 22, Mazzone 11, Zaytsev 30, Bednorz 11, Holt 8, Iannelli (L), Pinali 0, Rossini (L), Kaliberda 1. N.E. Truocchio, Estrada Mazorra, Bossi, Salsi. All. Giani.

ARBITRI: Zavater, Rapisarda.

NOTE – durata set: 28′, 35′, 30′, 29′, 20′; tot: 142′.

MVP Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)

Spettatori 3.960

Incasso 62.192 euro

L’ ALBO D’ORO DELLA SUPERCOPPA ITALIANA-

1996 Alpitour Traco Cuneo
1997 Casa Modena Unibon
1998 Sisley Treviso
1999 TNT Alpitour Cuneo
2000 Sisley Treviso
2001 Sisley Treviso
2002 Noicom Brebanca Cuneo
2003 Sisley Treviso
2004 Sisley Treviso
2005 Sisley Treviso
2006 Lube Banca Marche Macerata
2007 Sisley Treviso
2008 Lube Banca Marche Macerata
2009 CoprAtlantide Piacenza
2010 Bre Banca Lannutti Cuneo
2011 Itas Diatec Trentino
2012 Cucine Lube Banca Marche Macerata
2013 Diatec Trentino
2014 Cucine Lube Banca Marche Treia
2015 DHL Modena
2016 Azimut Modena
2017 Sir Safety Conad Perugia
2018 Azimut Leo Shoes Modena
2019 Sir Safety Conad Perugia

Supercoppa Eurosole Leo Shoes Sir Safety Giani Zaytsev Heynen De Cecco

Caricamento...

La Prima Pagina