Tuttosport.com

L'Igor Gorgonzola Novara apre il ciclo Barbolini
© FIVB

L'Igor Gorgonzola Novara apre il ciclo Barbolini

La società piemontese campione d'Italia ufficializza il nuovo allenatore, l'ex ct azzurro  twitta

martedì 23 maggio 2017

NOVARA, 23 maggio - Appena il tempo di mettere in archivio una stagione trionfale, resa indimenticabile dal primo Scudetto, che per la Igor Volley è già tempo di dedicarsi al futuro, con il desiderio della società di impostare un nuovo ciclo nel segno del rinnovamento. Rinnovamento che parte dall’alto, con la staffetta in panchina tra Marco Fenoglio e Massimo Barbolini.

CON BARBOLINI - Il nuovo corso, riparte dunque da Massimo Barbolini: modenese classe 1964, ha iniziato la propria carriera in panchina quale assistente di Velasco nel maschile (vincendo quattro Scudetti consecutivi tra il 1986 e il 1989) per poi passare nel 1993 nel femminile e vincere, anche lì, subito due Scudetti consecutivi e una Champions League con Matera. Dopo una stagione a Roma, dal 1997 al 2007 è stato a Perugia dove ha conquistato altri due Scudetti (nel 2002-2003 superò in finale proprio Novara) e due Champions League prima di diventare CT della nazionale italiana (ruolo che ha ricoperto fino al 2012). In azzurro ha vinto due Europei, due Coppe del Mondo e una Grand Champions Cup. Il ritorno all’attività di club è datato 2012 al Galatasaray, dove è rimasto fino al 2015 affiancandovi anche il ruolo da CT della nazionale turca; nella stagione 2015-2016 con Casalmaggiore ha vinto la Supercoppa (contro Novara) e la Champions League, riportata in Italia dopo anni di assenza, mentre nella stagione 2016-2017, appena conclusasi, ha vinto il Mondiale per Club 2016 con l’Eczacibasi Istanbul. In carriera può vantare anche 5 Coppe Italia vinte, 1 Coppa di Lega, 3 Coppe Cev e 1 Top Teams Cup.

CONL'ESPERIENZA - «Abbiamo scelto di iniziare un nuovo ciclo – spiega il d.g. Enrico Marchioni – e di affidarlo a un allenatore dal profilo esperto e internazionale come Massimo Barbolini, con cui abbiamo condiviso intenti e ambizioni che, come sempre, saranno importanti. A Marco Fenoglio dobbiamo molto e questo è indiscutibile, la scelta di ripartire con un nuovo progetto e un nuovo corso ha imposto però determinate decisioni, alcune delle quali anche dolorose. Quello che posso garantire a tutti è che la Igor Volley che stiamo costruendo sarà forte, ambiziosa e competitiva tanto in Italia quanto in Europa, visto che avremo l’onore di rappresentare l’Italia in Champions League (Novara, testa di serie, è già qualificata di diritto alla fase a gironi, mentre l’altra rappresentante, Conegliano, partirà dai turni preliminari, ndr). Il fatto che la guida sia affidata a uno degli allenatori italiani più vincenti della storia del volley moderno ne è certamente la prova».

Tags: Massimo Barbolini

Tutte le notizie di Femminile

Approfondimenti

Commenti