Tuttosport.com

Volley: A2 Femminile, Mondovì e Battistelli tengono il passo

Volley: A2 Femminile, Mondovì e Battistelli tengono il passo

Entrambe vittoriose le prime della classe. Le piemontesi travolgono Perugia, le romagnole, dopo dura lotta, superano la Delta Informatica. Cuneo vince il derby con la Fenera Chieri, Brescia senza problemi contro Olbia
twitta

domenica 25 febbraio 2018

ROMA- E’ ancora la Lpm Bam Mondovì a comandare la Samsung Galaxy Volley Cup A2 dopo la vittoria da tre punti ai danni della Bartoccini Gioiellerie Perugia, Battistelli San Giovanni in Marignano insegue a due lunghezze dopo aver superato non senza difficoltà per 3-1 un ostico Trentino Rosa.
Passaggio a vuoto per Fenera Chieri che cade nel derby piemontese, vittorie interne per Brescia e Marsala in rimonta su Montecchio, infine successi esterni per Club Italia Crai e Zambelli Orvieto che con un doppio 0-3 espugnano i palazzetti di Soverato e Baronissi.

TUTTE LE SFIDE-

VOLLEY SOVERATO – CLUB ITALIA CRAI-

Un superlativo Club Italia CRAI chiude nel modo migliore la sua settimana perfetta: dopo il successo su Mondovì, la squadra della Federazione Italiana Pallavolo si ripete espugnando in tre set anche il campo del Volley Soverato, uno dei più ostici della Serie A2.
La chiave di volta della partita è nel rocambolesco finale del primo set, quando il Club Italia riesce nell’impresa di annullare ben 9 set point alle calabresi per poi chiudere ai vantaggi (28-30); da quel momento Soverato esce dalla partita, mentre le azzurre prendono fiducia e dominano dall’inizio alla fine tanto il secondo parziale quanto il terzo, entrambi chiusi sul 16-25.
In emergenza per le condizioni precarie di De Bortoli e con Lubian out per quasi tutta la partita, il Club Italia sfodera una grande prestazione di squadra, testimoniata anche dai numeri: 48% in attacco, 63% di ricezione positiva, 11 muri e 8 ace. A caricarsi la squadra sulle spalle sono Sylvia Nwakalor ed Elena Pietrini (18 punti per entrambe), quest’ultima protagonista di una prova in crescendo sia in prima, sia in seconda linea; decisivi in tutti i set i turni di battuta di una micidiale Sarah Fahr. Bene Elisa Tonello e Adhuoljok Malual, chiamate in causa all’ultimo minuto. Brave le azzurre anche ad arginare la bomber del campionato Alexa Gray, che si ferma a soli 9 punti.
Con l’ottavo successo in nove partite del girone di ritorno, il Club Italia sale all’ottavo posto in classifica, scavalcando Ravenna (che ha una partita in meno). Le azzurre torneranno in campo sabato 3 marzo al Centro Pavesi per un importante scontro diretto in chiave playoff contro il Barricalla Collegno.

Il Club Italia CRAI recupera De Bortoli, in dubbio fino all’ultimo per un problema alla schiena: coach Bellano sceglie la soluzione del doppio libero, con la numero 10 in ricezione e Tonello in fase difensiva. Per il resto il sestetto è lo stesso delle ultime gare: regolarmente al via Lubian, reduce dall’influenza. Formazione tipo anche per Soverato, con Pizzasegola in regia, Mc Mahon opposto, Bertone e Frigo al centro, Gray e Donà in posto 4 e Cecchetto libero.
In avvio di gara il Club Italia prova due volte a portarsi avanti con Nwakalor (1-3) e Lubian (3-5), ma viene sempre raggiunto e subisce il break delle avversarie, che con due ace di Donà mettono a segno il 10-7. Un altro servizio vincente, stavolta di Frigo, vale il 13-9; Nwakalor accorcia le distanze sul 14-12, ma Gray e Donà tengono avanti le padrone di casa. Soverato inserisce Gajewska e Taborelli, che allunga con il punto del 19-14; Bellano replica con Malual, Turco e Bulovic, le calabresi restano saldamente avanti (22-16) e si procurano 6 set point con Bertone. Sembra finita, ma il Club Italia fa gli straordinari sulla battuta di Fahr: Pietrini mette a segno tre attacchi per il 24-23 e Nwakalor completa la straordinaria rimonta nonostante i due time out chiamati da Barbieri. Ai vantaggi ci sono altri tre set point per Soverato e uno per le azzurre (25-26); sul 28-28 decidono la battuta di Malual e l’errore di Frigo.
Sull’onda dell’entusiasmo, il Club Italia (con Malual confermata in sestetto) parte alla grande anche nel secondo set: 0-3 sul servizio di Omoruyi e 2-7 con due muri vincenti di Pietrini. Barbieri cambia ancora la diagonale palleggiatore-opposto, e Soverato rientra sull’8-9 con la battuta di Bertone; le azzurre però allungano nuovamente grazie ai muri di Nwakalor (9-12) e Fahr (10-14). Un altro break ospite arriva sul servizio di Fahr, che firma anche una clamorosa difesa-punto, seguita dall’ace dell’11-18; le azzurre volano sul 12-20 con Nwakalor e al terzo tentativo chiudono il set sul 16-25 grazie a un mani-out di Omoruyi.
Nel terzo set Soverato riparte con Gajewska in regia e Taborelli opposto, ma anche questo parziale si apre con un break delle azzurre: 0-5 sulla battuta di Morello, con i muri di Fahr e Omoruyi. Barbieri inserisce Valli e chiama time out; un altro ace di Fahr vale però il 2-8 e sul servizio di Nwakalor le ospiti dilagano fino al 3-12. Pietrini si scatena con un attacco e un servizio vincente per il 6-15, Nwakalor e Fahr confezionano l’8-19; il Club Italia è ormai in totale controllo, e dopo il 10-20 firmato ancora da Pietrini si vola verso la chiusura affidata a Malual.

I PROTAGONISTI-

Massimo Bellano (Allenatore Club Italia CRAI)- « Sono molto soddisfatto della partita di oggi. Dopo una parte centrale di primo set in cui abbiamo rimesso in gioco le avversarie con troppi errori, le ragazze sono state brave a rientrare con un grande turno di battuta di Fahr. Da lì in poi la nostra crescita ha coinciso con un netto calo di Soverato. Rispetto al girone d’andata abbiamo trovato maggiore solidità in difesa e gestiamo meglio l’attacco: ora siamo un’avversaria tosta per tutti ».
Elena Pietrini (Club Italia CRAI)- « Ci abbiamo messo tutto quello che avevamo, perché sapevamo di incontrare una squadra molto forte. La rimonta nel primo set è stata fondamentale. In queste ultime partite stiamo dimostrando di essere molto unite, e anche quando siamo sotto nel punteggio non perdiamo mai la calma ».

IL TABELLINO-

VOLLEY SOVERATO – CLUB ITALIA CRAI 0-3 (28-30 16-25 16-25)

VOLLEY SOVERATO: Frigo 9, Pizzasegola, Gray 9, Bertone 7, Mc Mahon 4, Dona’ 7, Cecchetto (L), Taborelli 3, Gajewska 2, Valli 2, Formenti. All. Barbieri.

CLUB ITALIA CRAI: Morello 5, Omoruyi 7, Fahr 10, Nwakalor 18, Pietrini 18, Lubian 3, De Bortoli (L), Malual 4, Tonello (L), Turco, Bulovic, Mangani. Non entrate: Cortella, Fucka. All. Bellano.

ARBITRI: Moratti, Noce.

NOTE – Durata set: 32′, 22′, 21′; Tot: 75′.

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – DELTA INFORMATICA TRENTINO-

Torna alla vittoria la Battistelli dopo le sconfitte contro Cuneo e Perugia, intervallate dalla conquista della Coppa Italia. Le ragazze di Saja sconfiggono nuovamente la Delta Informatica Trentino di coach Nicola Negro lasciando alle spalle la negativa prestazione di giovedì sera. Dopo una lunga e avvincente battaglia, il match termina questa volta 3-1. Le marignanesi convincono facendo mostra di ottime giocate in attacco e soprattutto nell’azione muro/difesa, con lo standard di gioco che le ha accompagnate in tutta la stagione.
Al termine della gara, in un momento pieno di entusiasmo ed emozione, le atlete e lo staff della Battistelli Volley hanno voluto condividere con l’affezionata tifoseria la Coppa Italia, conquistata domenica a Bologna contro Mondovì.

Negro schiera Moncada al palleggio, Kiosi opposto, Dekany e Fiesoli in posto 4, Fondriest e l’ex Moretto al centro e Zardo libero. Saja schiera la formazione titolare con Battistoni in regia, Zanette opposto, Markovic e Saguatti in banda, Casillo e Caneva al centro, Gibertini libero.

Partono subito forte le ospiti con Dekani, Moretto e Kiosi, rispondono Zanette-Casillo, la Battistelli ritrova il vantaggio con un muro ed una ace di Casillo (7-6).
Quando Trento riaccelera e crea un break di 3 punti con Dekani e Moretto, Saja si gioca il primo time out (9-12). Stop che fa bene alle romagnole che recuperano 12-12. Il rest resta in equilibrio fino a quando un lungo linea di Saguatti ed un ace di Zanette portano la Battistelli a guadagnarsi 3 set point (24-21). Il primo lo annulla Fondriest con il muro, il secondo lo spreca Zanette con palla out e Saja ferma il gioco. Si riprende e Dekani pareggia 24-24. Ancora Dekani ed è set point per Trento. Casillo lo annulla con una fast (25-25). Ancora Casillo con un primo tempo annulla il vantaggio di Kiosi. Il muro di Caneva ridà vantaggio alla Battistelli ma Fondriest annulla: 27-27. Markovic fa il 28° punto ma Kiosi pareggia (28-28). Markovic spreca il contrattacco mentre Zanette pareggia e Dekani spreca (30-29). Caneva con un tocco di prima intenzione chiude il set fissando lo score sul 31-29.
Nel secondo parziale è la Battistelli che parte forte con Markovic al servizio portandosi sul 3-1. Il break aumenta e le romagnole si portano sul 10-8 con una ritrovata Srna Markovic. Su un bel lungo linea di Saguatti, coach Negro decide che è ora di fermare il gioco: 12-8. Un lungo scambio concluso da Zanette fa esplodere il palasport con tutto il pubblico in piedi. Negro ferma nuovamente il gioco sul massimo
vantaggio Battistelli: 17-12. Trento riapre il set portandosi a 2 punti dalla squadra di casa così da indurre Saja a chiamare time out (19-17). Si procede col cambio palla quando un attacco fuori di Trento regala due set point alla Battistelli. Kiosi annulla il primo ma il muro di Trento non può nulla contro Zanette che chiude per il set per 25-23.
Terzo parziale in fotocopia del precedente con la Battistelli avanti 8 a 3 punteggio sul quale Negro ferma il gioco. Trento è tenuto a galla da un’ottima Eleni Kiosi ma il gap tra le due squadre aumenta con Negro che si gioca anche il secondo time out: 14-8. Entra Anna Gray e si fa subito notare con un bel muro ed una palletta corta: 20-13. Trento non molla e tra le esultanze di coach Negro pareggia (21/21). Sul vantaggio trentino Saja ferma ancora il gioco 22-23. Due punti di Saguatti regalano il match point alla
Battistelli che spreca subito dopo due free ball. E’ Dekani che pareggia (24-24). Ora è Trento che ha il suo primo set point e lo chiude ancora con Dekani (24-26).
Il set appena conquistato anima le trentine che credono nella rimonta ma la Battistelli non ci sta e le squadre si ritrovano in perfetta parità (8-8). Le padrone di casa spinte dal caloroso pubblico allungano e Negro stoppa il gioco (12-8). Capitan Saguatti suona la carica e sulle note di Casillo Negro ferma ancora il gioco (15-8). In campo Carraro e Michieletto per Kiosi e Moncada. Sul punteggio di 20-13 la Battistelli memore del set precedente mantiene la concentrazione e così il match si conclude con un muro di Zanette che fissa il punteggio sul 25-18.

IL TABELLINO-

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-1 (31-29 25-23 24-26 25-18)

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Markovic 17, Caneva 8, Zanette 24, Saguatti 17, Casillo 11, Battistoni 2, Gibertini (L) 1, Gray 2, Nasari. Non entrate: Giordano, Bordignon, Sgarbossa. All. Saja.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fiesoli 13, Moretto 8, Kiosi 14, Dekany 15, Fondriest 7, Moncada, Zardo (L), Carraro 2, Moro 1, Michieletto 1. Non entrate: Antonucci, Fucka. All. Negro.

ARBITRI: Brancati, Mattei.

NOTE – Durata set: 34′, 29′, 28′, 25′ ; Tot: 116′.

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – FENERA CHIERI-

Terza vittoria consecutiva per l’UBI Banca S.Bernardo Cuneo, che in un Pala UBI Banca infuocato si impone con un netto 3-0 sul Fenera Chieri nel primo dei tre derby cuneesi che le biancorosse affronteranno in questo girone di ritorno. Una splendida gara quella giocata dalle ragazze di coach Pistola, che ottengono il secondo 3-0 in fila dopo quello di martedì a Ravenna e questa volta lo fanno contro una diretta concorrente per le posizioni di vertice della classifica. Mvp Ludovica Dalia, autrice di una prova di altissimo livello e premiata da Federico Borgna, sindaco di Cuneo, e Andrea Olivero, viceministro alle politiche agricole.

Coach Pistola conferma il sestetto delle ultime gare con capitan Dalia al palleggio in diagonale con Vanžurová, Guidi e Mastrodicasa al centro, Segura e Borgna in banda, Caforio libero. Dall’altra parte coach Secchi deve fare a meno di Lualdi e schiera De Lellis in regia, Manfredini opposto, Akrari e Mezzi centrali, Angelina e Perinelli in banda, Bresciani libero.
Cuneo parte bene trascinata da Borgna e Vanžurová (4-1), con coach Secchi che chiama minuto sul 7-2. Il time-out non sortisce però gli effetti sperati, con le padrone di casa che continuano ad attaccare con efficacia e a difendere bene, trovando la doppia cifra di vantaggio sul 14-4. Chieri riesce ad accorciare sul 15-8 (time-out Cuneo), ma le biancorosse sono brave a mantenere il gap di vantaggio pressoché invariato fino al 20-13, momento in cui il Fenera si rifà sotto fino al -4 (20-16). Una fast di Mastrodicasa e un punto ‘di seconda’ di Dalia lanciano però l’UBI Banca S.Bernardo Cuneo, che con Vanžurová chiude 25-17 (1-0). Il secondo set è molto equilibrato in avvio fino al 14-14, quando Cuneo, con Aliberti al servizio e grazie agli attacchi di Segura e Vanžurová, sale fino al 19-14. Coach Secchi prova ad invertire il trend richiamando in panchina le sue ragazze, ma l’UBI Banca S.Bernardo non si ferma e chiude 25-18 (2-0). L’avvio di terzo set è altalenante: partono meglio le padrone di casa (4-1), ma le ospiti si ricompattano subito con i due allenatori che sul 7-5 hanno già utilizzato un time-out per parte. Le cuneesi mantengono il vantaggio incrementando il gap fino a quattro lunghezze (13-9), con coach Secchi che chiama minuto sul 15-10. Due ace consecutivi permettono però alll’UBI Banca S.Bernardo Cuneo di allungare ulteriormente toccando la doppia cifra di vantaggio sul 22-12 e chiudendo 25-14 (3-0).

I PROTAGONISTI-

Andrea Pistola (Allenatore Ubi Banca S.Bernando Cuneo)- « C’è soddisfazione perché siamo riusciti a fare quello che avevamo preparato nei pochi giorni tra la partita di Ravenna e questa. Si è vista una buona pallavolo dal punto di tecnico, con solo qualche piccolo passaggio a vuoto in ricezione, ma in generale è andato tutto bene. Siamo stati bravi ad approfittare del momento di difficoltà di Chieri mettendoli sotto pressione, quindi complimenti alle ragazze che hanno tenuto l’atteggiamento giusto per tutta la partita. Abbiamo limitato anche il numero di errori diretti, gestendo bene i momenti in cui Chieri ha fatto qualche punto consecutivo. Adesso ci godiamo qualche giorno di riposo e poi ripartiamo ».

IL TABELLINO-

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – FENERA CHIERI 3-0 (25-17 25-18 25-14)

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Dalia 5, Segura 9, Guidi 5, Vanzurova 18, Borgna 6, Mastrodicasa 8, Caforio (L), Aliberti. Non entrate: Bruno (L), Bonifazi, Re, Baiocco. All. Pistola.

FENERA CHIERI: Mezzi 4, De Lellis 1, Angelina 10, Akrari 3, Manfredini 6, Perinelli 8, Bresciani (L), Moretto 3. Non entrate: Colombano, Salvi, Batte, Sandrone, Lualdi. All. Secchi.

ARBITRI: Palumbo, Carcione.

NOTE – Durata set: 23′, 22′, 21′; Tot: 66′.

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA – GOLEM OLBIA-

La Savallese Brescia tra le mura amiche del PalaGeorge di Montichiari batte la Golem Olbia e prosegue la striscia di vittorie consecutive (salita a quattro, dopo Collegno, Orvieto, Chieri) e centra la diciottesima vittoria stagionale. Grazie a questo risultato le Leonesse di coach Enrico Mazzola e Marco Zanelli consolidano il quarto posto. Sugli scudi Dailey e Gioli con 13 ed 11 punti per Brescia, Melli con 10 sulla sponda olbiese. Mvp l’inossidabile Simona Gioli autrice di 11 punti con 3 muri.
Coach Enrico Mazzola getta nella mischia Prandi e Decortes a formare la diagonale, Dailey e Villani in posto 4, centrali Veglia e Gioli e libero Parlangeli. La Golem, guidate da Pasquale Giangrossi, orfane di Barazza, rispondono con Simoncini in regia opposta a Soos, Melli e la giapponese Uchiseto attaccanti di lato, Cecconello e Bartolini al centro, Barbagallo libero.
Avvio di gara equilibrato sino al 4-4. Gioli in fast e Villani in diagonale regalano il primo allungo alla Savallese (10-6); Giangrossi ferma il tempo ma Brescia non ferma la sua marcia, Dailey sigla il 15-9 e Gioli fa esplodere il PalaGeorge (16-10). La Golem resta in scia (17-13), trascinata da Soos, ma Brescia reagisce con due muri di Decortes e Veglia portando il punteggio sul 19-13. Olbia ferma il tempo, la Savallese nel finale di set ha la zampata decisiva. Dailey chiude 25-16.
Seconda frazione di gara molto combattuta. Le sarde con Melli ed Uchiseto abbozzano la fuga, la Savallese non si fa sorprendere e con Villani griffa il pareggio (14-14). La seconda linea è presidiata con attenzione da Parlangeli. Al termine di uno scambio prolungato Dailey sigla il 17-16, segue a ruota Gioli, costringendo Olbia a chiamare il tempo. L’inerzia del set continua a cambiare punto dopo punto, la Savallese spinge al servizio (20-17, Decortes) ma Olbia accorcia (22-20). Coach Mazzola interrompe il gioco per riordinare le idee, la Golem approfitta dello sbandamento bresciano per compiere il sorpasso 23-24. Il tecnico bianconero esaurisce i tempi: un errore di Cecconello al servizio annulla il set point. Entra Norgini in battuta per Gioli: Mazzola azzecca la mossa. Grazie alle insidiose battute della giocatrice umbra, Dailey e Prandi capovolgono il punteggio, la Savallese mette in cassaforte il parziale (26-24).
Passato lo spavento la Savallese gioca sul velluto. Gioli in fast mette a segno la palla del 16-9, Giangrossi ferma il tempo ma è la squadra di casa a tenere in mano le redini del gioco. Un muro di Gioli su Melli griffa il 18-11, risponde Uchiseto con un mani out (18-12). Da posto 4 Villani innescata da Prandi suona la carica (20-12) e la Savallese chiude i conti Dailey (25-18) gestendo un finale in discesa.

I PROTAGONISTI-

Enrico Mazzola (Allenatore Savallese Brescia)- « Non è stata una gara facile, correvamo il rischio di adattarci troppo al ritmo dell’avversario ma siamo stati bravi a tenere alta la guardia. Solo nel secondo set siamo state molli nel servizio ma poi abbiamo avuto la forza di vincerlo ».
Pasqualino Giangrossi (Allenatore Golem Olbia)- « Veniamo da un periodo complicato dove ci siamo allenati poco. L’assenza del capitano è pesata e peccato per il secondo set dove abbiamo giocato con intensità. Abbiamo sprecato l’occasione per riaprire la partita ».

IL TABELLINO-

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA – GOLEM OLBIA 3-0 (25-16 26-24 25-18)

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Villani 10, Veglia 8, Decortes 9, Dailey 13, Gioli 11, Prandi 3, Parlangeli (L), Norgini, Canton. Non entrate: Gabbiadini, Angelini, Bortolot. All. Mazzola.

GOLEM OLBIA: Melli 10, Cecconello 9, Soos 9, Uchiseto 9, Bartolini 6, Spinello, Barbagallo (L), Caboni 1, Iannone 1, Simoncini, Murru. All. Giangrossi.

ARBITRI: Cavicchi, Jacobacci.

NOTE – Durata set: 24′, 28′, 23′; Tot: 75′.

P2P GIVOVA BARONISSI – ZAMBELLI ORVIETO-

Ko casalingo per la P2P GIVOVA che al Palasemprefarmacia.it cede in tre set ad Orvieto. La squadra di coach Castillo ha tentato la sterzata nel terzo parziale ma ha subito aggancio e sorpasso delle umbre, più reattive e determinate nella marcia di avvicinamento alla zona play-off. Le tigri gialloverdi offrono una bella prova ed incamerano la tredicesima affermazione stagionale anche se i risultati provenienti dagli altri campi lasciano invariate le distanze con la zona importante della classifica.
Al fischio d’inizio le ospiti escono dai blocchi rapide e decise, Grigolo di banda e Montani al centro infilano agevolmente le maglie avversarie (8-15). Solo Mendaro Leyva reagisce ma è troppo poco, Ginanneschi (sei colpi vincenti in apertura) allarga il divario (12-23). A chiudere  è un muro di Santini che significa vantaggio.
Invertiti i campi è Victoria Lopez a farsi vedere (4-2). Il muro rupestre prende le misure (saranno cinque i block  vincenti nel secondo set) e toglie le sicurezze alle padrone di casa cambiando il punteggio sul tabellone (11-15). Grigolo tiene a distanza le avversarie che con una battuta errata consegnano il due a zero su un vassoio d’argento.
Nel terzo parziale le padrone di casa cambiano assetto ma Valpiani tiene il pallino del gioco (12-16), la nuova entrata Quarchioni dà la scossa alle sue che riescono a sorpassare (21-20), nel finale non manca però la lucidità alle umbre ed il muro di Montani fanno scorrere i titoli di coda su set e partita.

IL TABELLINO-

P2P GIVOVA BARONISSI – ZAMBELLI ORVIETO 0-3 (13-25 18-25 22-25)

P2P GIVOVA BARONISSI: Avenia 2, Victoria Lopez 6, Travaglini 2, Mendaro Leyva 18, Moneta 1, Strobbe 6, Maggipinto (L), Quarchioni 6, Prestanti 1, Ferrara. Non entrate: Baruffi, Pedone. All. Castillo.

ZAMBELLI ORVIETO: Mio Bertolo 6, Santini 4, Grigolo 15, Montani 16, Valpiani 1, Ginanneschi 9, Rocchi (L), Muzi, Ciarrocchi. Non entrate: Arico’, Venturi (L), Zonta. All. Solforati.

ARBITRI: Cecconato, Sessolo.

NOTE – Durata set: 20′, 22′, 25′; Tot: 67′.

SIGEL MARSALA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO-

Terza vittoria casalinga per la Sigel Marsala che in rimonta ottiene l’intera posta in palio ai danni di Montecchio. La compagine veneta era scesa in Sicilia alla ricerca di punti preziosi in chiave salvezza e distaccare ulteriormente le trapanesi in classifica. Le ragazze di Campisi dopo un avvio incerto hanno trovato il ritmo giusto e sfruttando la giornata di grazia del duo Perry-Rossini ottengono una corroborante vittoria, la prima del girone di ritorno, che riapre i giochi salvezza. In casa ospite non bastano i 15 punti di Gomiero e anche oggi si conferma la difficoltà delle venete a raccogliere punti lontano dal PalaCollodi.

IL TABELLINO-

SIGEL MARSALA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-1 (22-25 25-17 25-23 26-24)

SIGEL MARSALA: Rossini 20, Facchinetti 6, Agostinetto 3, Merteki 15, Furlan 4, Perry 23, Marinelli (L), Ventura Ferreira 2, Mucciola, Murri. Non entrate: Cazzetta. All. Campisi.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Giroldi 2, Gomiero 15, Fiocco 2, Marcolina 11, Pamio 11, Brutti 4, Pericati (L), Lucchetti 5, Bovo 4, Kosareva 1, Stocco 1, Fontana. All. Bertolini. ARBITRI: Grassia, Armandola.

NOTE – Durata set: 28′, 23′, 28′, 34′ ; Tot: 113′.

LPM BAM MONDOVI’ – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA-

Il calore del pubblico monregalese “riscalda” il PalaManera mentre le temperature esterne al Palazzetto si assestano intorno allo zero.
L’Lpm Bam Mondovì parte bene, portandosi sul 9-4 e costringendo la panchina perugina a chiedere time out. Capitan Biganzoli suona la carica e trascina le pumine sul 15-8. Il set prosegue con le monregalesi sempre avanti: il muro a uno di Bici segna il 18-11. La Bartoccini Perugia interrompe la striscia positiva di Mondovì (21-18) ed è coach Delmati a fermare il gioco. Al ritorno in campo sono le padrone di casa ad avanzare (23-19). Rivero schiaccia la palla del set ball (24-19), che viene annullato dall’attacco di Garcia Zuleta. Un errore delle ospiti regala all’Lpm Bam Mondovì la vittoria del primo parziale.
La seconda frazione di gioco inizia con le pumine in vantaggio (3-0), subito riprese da Perugia (4-4). Arriva poi il break vincente per Mondovì (10-6), che prosegue con determinazione fino 20-13. La Bartoccini si ricompatta e si fa sotto (20-16). Tra le fila dell’Lpm Bam Mondovì fa il suo esordio Elena Vigolungo, giovane atleta del vivaio monregalese. Le pumine si portano al set ball (24-19), e chiudono con la schiacciata di Bici (25-20).
Nel terzo parziale le formazioni si rincorrono (13-13), poi le pumine affilano gli artigli e si portano sul 19-16. Perugia cerca il break (19-18), ma Mondovì non molla (22-19). Il set prosegue con l’Lpm Bam che, con determinazione e voglia di vincere, trascina tutto il PalaManera alla vittoria. Una vittoria da tre punti che consolidano il primato delle ragazze di Delmati.

IL TABELLINO-

LPM BAM MONDOVI’ – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA 3-0 (25-20 25-20 25-22)

LPM BAM MONDOVI’: Camperi 3, Bici 20, Biganzoli 14, Rebora 8, Demichelis 3, Rivero 12, Agostino (L), Rolando, Vigolungo, Costamagna. Non entrate: Tonello, Mazzotti, Sciolla. All. Delmati.

BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA: Lotti 5, Repice 5, Mazzini 2, Pascucci 6, Garcia Zuleta 7, Tomic 9, Giampietri (L), Kotlar 1. Non entrate: Cruciani, Fiore, Santibacci, Mancinelli, Barbolini, Puchaczewski. All. Bovari.

ARBITRI: Licchelli, Pristera’.

NOTE – Durata set: 24′, 24′, 24′; Tot: 72′.

I RISULTATI-

Volley Soverato-Club Italia Crai 0-3 (28-30, 16-25, 16-25)

Battistelli S.G. Marignano-Delta Informatica Trentino 3-1 (31-29, 25-23, 24-26, 25-18)

Ubi Banca San Bernardo Cuneo-Fenera Chieri 3-0 (25-17, 25-18, 25-14)

Savallese Millenium Brescia-Golem Olbia 3-0 (25-16, 26-24, 25-18)

Barricalla Collegno-Golden Tulip Volalto Caserta 3-0 (25-19, 25-16, 25-21)

P2p Givova Baronissi-Zambelli Orvieto 0-3 (13-25, 18-25, 22-25)

Sigel Marsala-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-1 (22-25, 25-17, 25-23, 26-24)

Lpm Bam Mondovi’-Bartoccini Gioiellerie Perugia 3-0 (25-20, 25-20, 25-22)

Ha riposato: Conad Olimpia Teodora Ravenna

LA CLASSIFICA-

Lpm Bam Mondovi’ 58; Battistelli S.G. Marignano 56; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 55; Savallese Millenium Brescia 54; Fenera Chieri 50; Delta Informatica Trentino 47; Volley Soverato 45; Club Italia Crai 40; Conad Olimpia Teodora Ravenna 39; Barricalla Collegno 39; Zambelli Orvieto 38; P2p Givova Baronissi 25; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 20; Golem Olbia 20; Bartoccini Gioiellerie Perugia 18; Sigel Marsala 12; Golden Tulip Volalto Caserta 8.

IL PROSSIMO TURNO-04/03/2018 ORE 17.00-

Zambelli Orvieto – Volley Soverato

Delta Informatica Trentino – Savallese Millenium Brescia

Fenera Chieri – P2p Givova Baronissi

Bartoccini Gioiellerie Perugia – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Si gioca il 03/03/2018 ore 20.30

Club Italia Crai – Barricalla Collegno 03/03/2018 ore 17.00

Golem Olbia – Conad Olimpia Teodora Ravenna Si gioca il 28/02/2018 ore 20.30

Battistelli S.G. Marignano – Lpm Bam Mondovi’

Golden Tulip Volalto Caserta – Sigel Marsala

Tags: A2 femminileLPMBartocciniBattistelliDelta InformaticaUbi Banca San BernardoFenera

Tutte le notizie di Femminile

Approfondimenti

Commenti