Tuttosport.com

A2 Femminile, Omag e Delta iniziano il ritorno col piede giusto

0

Le leader del Girone A e del Girone B partono con un successo la seconda parte della regular season. Le romagnole battono Sassuolo, le trentine superano in rimonta la Roma in trasferta

A2 Femminile, Omag e Delta iniziano il ritorno col piede giusto
© Legavolley Femminile
domenica 1 dicembre 2019

ROMA- Prima giornata del girone di ritorno di A2 Femminile che ha confermato, in entrambi i gironi, la leadership delle due capolista. Nel Girone A prosegue la marcia della Omag S.Giov. In Marignano, travolgente in casa sul Green Warriors Sassuolo. Alle sue spalle il vuoto visto che l’ Eurospin Ford Sara Pinerolo è caduta sul campo dell’Exacer Montale. Non riesce a conquistare l’intera posta neanche Soverato che lascia un punto nel confronto interno con l’Itas Città Fiera Martignacco. Punti salvezza per il CDA Talmassons che batte in trasferta al tie break il Cuore di Mamma Cutrofiano. Nel secondo raggruppamento la Delta Informatica va a vincere in rimonta sul campo di una buona Acqua & Sapone Roma mantenendo la vetta. Non molla la presa la Conad Olimpia Teodora Ravenna che batte in casa laP2p Smilers Baronissi. Implacabile in casa la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio che da una lezione alla Sigel Marsala.

TUTTE LE SFIDE-

GIRONE A-

VOLLEY SOVERATO – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO-

Successo in rimonte per il Volley Soverato che supera tre set a due l’Itas Martignacco dopo essere stato sotto due a zero. Ci ha provato la compagine friulana ad espugnare il campo di via Amirante, ma il Pala Scoppa resta ancora imbattuto. Una gara molto importante che permette al Soverato non solo di rosicchiare due punti a Pinerolo, secondo in classifica, ma di salire a più otto punti sul sesto posto. Dopo aver perso i primi due parziali, Botarelli e compagne hanno dominato terzo e quarto gioco, per poi avere la meglio al tie break nonostante la buona partenza delle ospiti. Ancora una volta, il Soverato di Napolitano ha dimostrato di non mollare mai e lottare sempre per vincere.

Passiamo al match. Volley Soverato in campo con Bortoli in palleggio e Botarelli opposto, al centro Caneva e Repice, le schiacciatrici sono Chausheva e Mason con libero Gibertini. Coach Gazzotti per Martignacco schiera la diagonale Carraro – Nwanebu, al centro la coppia Rucli – Busolini, in banda Fiorio e Dhimitriadhi, con libero l’ex Caravello. Avvio di match equilibrato con l’Itas Martignacco che sin da subito dimostra di essere scesa in Calabria a giocare a testa alta. Il risultato è in perfetta parità, 12-12, con Botarelli in battuta per le locali. Due punti della bulgara Chausheva e un bel muro del capitano Repice portano Soverato sul 15-12, costringendo coach Gazzotti al primo time out dell’incontro. Al rientro in campo, le ospiti riescono a star attaccate nel punteggio e pian piano riacciuffano le calabresi sulla parità, 18-18, con primo time out per coach Napolitano. Fase molto equilibrata del set, con Soverato che sotto, 19-20, passa a condurre sul più due, 22-20 e coach Gazzotti chiama il suo secondo time out. Di nuovo parità, 22-22, con le due compagini che non si risparmiano. Al servizio Martignacco, con errore di Nwanebu che ridà il vantaggio al Soverato; fallo di seconda linea fischiato alle friulane e due palle set, 24-22, per Soverato con Chausheva in battuta. Martignacco annulla la prima ed è time out per le ioniche. Ci pensa la palleggiatrice Carraro a rimettere tutto in parità e mandare il set ai vantaggi, 24-24. Chiara Mason guadagna la terza palla set per le biancorosse che al servizio vanno con Riparbelli, entrata proprio per battere. Ancora parità, 25-25, con punto di Fiorio. Fast di Anna Caneva e 26-25 per Soverato che però non chiude con Botarelli dopo un lungo scambio. Arriva la prima palla set per le ospiti, dopo le quattro annullate alle padrone di casa, 26-27. E’ Rucli, con un muro, a chiudere subito 26/28 per l’Itas Martignacco.

Secondo parziale che vede Soverato avanti 5-2, con i tifosi biancorossi che sostengono come sempre le “cavallucce marine”; squadre nuovamente in parità, 8-8, e con un mini break Martignacco passa a condurre, 8-10, time out Soverato. Al rientro, Soverato pareggia sul punteggio di 11-11, ma le friulane vanno sul più tre, 15-18, e coach Napolitano chiama subito time out. Allunga la compagine di coach Gazzotti con Soverato adesso sotto 15-20, ma sempre sostenuto dal pubblico del “Pala Scoppa”. Martignacco adesso a tre punti dal set, 17-22 e al servizio con Stival; arrivano cinque palle set per Caravello e compagne, 19-24. Soverato ne annulla due, 21-24, e coach Gazzotti chiama time out. Ci sono ancora tre opportunità a favore di  Martignacco per chiudere il set e al rientro un attacco fuori del Soverato consegna il parziale alle ospiti per 21/25.

Parte bene Soverato nel terzo gioco ed è avanti 4-0 con time out per Martignacco. Spinge la squadra di casa che si porta sul punteggio di 7-0 costringendo subito Gazzotti al suo secondo e ultimo time out a disposizione del set. Si ferma sul 9-0 la striscia in battuta di Laura Bortoli; le biancorosse non abbassano il ritmo e mantengono un buon margine di vantaggio, 18-7, con le ospiti che effettuano qualche cambio. Il set scivola via senza sussulti e il Soverato chiude 25/13, riaprendo così il match.

Equilibrato l’avvio del quarto set, con il punteggio di 5-5; break delle padrone di casa, adesso sul più quattro, 9-5. Time out Martignacco. Muro di Repice e Soverato sul 12-6 e più avanti il punteggio è di 16-8 con time out per Martignacco. Spingono forte adesso le padrone di casa che vogliono a tutti i costi portare il match al tie break, 19-9 il punteggio. Recupera qualche punto Martignacco e coach Napolitano chiama time out sul 20-13; al rientro, le biancorosse si portano a meno due dal set, 23-13 con Riparbelli in battuta ed è Chiara Mason a guadagnare ben undici palle set. Chiude subito Soverato 25/13 ed è quinto set.

Tie break che vede partire meglio l’Itas Martignacco, 1-3, ed è subito time out per Soverato. Break delle locali e sorpasso con Botarelli, 4-3; al cambio campo, più tre per le biancorosse, 8-5. Gran muro di Bortoli e più quattro, 10-6, con la bulgara Chausheva al servizio ma, prima arriva il time out per Martignacco. Soverato a tre punti dal match e sul 12-8 ecco l’altro time out per le friulane. Muro di Botarelli e arrivano sei palle match, 14-8 e Soverato chiude meritatamente 15/8 vincendo una partita importante. Domenica prossima sfida in trasferta contro Olbia.

IL TABELLINO-

VOLLEY SOVERATO – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO 3-2 (26-28 21-25 25-13 25-13 15-8) – VOLLEY SOVERATO: Bortoli 4, Mason 18, Caneva 13, Botarelli 19, Chausheva 13, Repice 8, Gibertini (L), Riparbelli 1, Quarchioni, Muscetti. Non entrate: Miceli. All. Napolitano.

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Busolini 3, Carraro 3, Fiorio 10, Rucli 8, Nwanebu 24, Dhimitriadhi 10, Caravello (L), Stival 3, Giugovaz 1, Caserta 1, Sabadin, Pecalli (L), Beltrame. All. Gazzotti.

ARBITRI: Chiriatti, Zingaro.

NOTE – Durata set: 32′, 27′, 23′, 22′, 17′; Tot: 121′.

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – GREEN WARRIORS SASSUOLO-

Il “derby” emiliano-romagnolo, nel girone A del campionato di volley di A2, è ancora della Omag che nell’inviolato “fortino” respinge l’assalto delle cugine modenesi. Per la formazione romagnola è il decimo sigillo su altrettante opportunità: una vittoria che consolida il primato di solitarie in classifica. Per la Omag Consolini Volley una grande prova di squadra poiché è riuscita a tenere il “pallino del gioco” senza mai cederlo alle avversarie. L’MVP di giornata viene assegnato a Giulia Bresciani che si mette in mostra con un’ottima prova: 38% ricezione positiva, di cui 8% perfetta. Ottima prova anche del capitano Giulia Saguatti e Giuditta Lualdi rispettivamente con 14 e 10 punti.

Il match, giocato nell’ormai usuale incantevole cornice di pubblico, ha riservato comunque più di un’emozione, con lunghi scambi ed ottime giocate. Ora sono ben 7 i punti di distacco sulla più diretta inseguitrice, Pinerolo.

Le squadre scendono in campo con le formazioni tipo, ovvero:

Per la Omag, Battistoni in regia, Decortes opposto, Saguatti e Pamio bande, Lualdi e Gray al centro e Bresciani libero (All. Saja, vice Zanchi). Sassuolo risponde con Bonciani al palleggio, Malual opposto, Cvetnic e Mambelli in posto 4, Fava e Fucka centrali e Scognamillo libero (All. Barbolini, vice Tisci).

Parte subito forte la Omag con un ace di Pamio e lungolinea di Saguatti. Gray manda in difficoltà la ricezione avversaria. Quando Barbolini ferma il gioco il punteggio è già 5-1 per le padrone di casa. Ancora un paio di punti Omag quando Cvetnic accorcia con due punti consecutivi (7-3). Ci prova Malual a recuperare ancora un paio di punti, ma l’ottima correlazione muro-difesa funziona alla grande nelle marignanesi e il vantaggio aumenta anche grazie alle giocate di capitan Saguatti (14-7). Dopo un muro di Gray e un ace di Battistoni, Barbolini chiama ancora time out (16-8). Il gap si fa cospicuo 20-11, ma le neroverdi non mollano: Malual e Cvetnic mettono a segno un paio di colpi pesanti, poi un servizio fortuito e Sassuolo è lì con Saja che ferma il tempo (21-18). Un errore di incomprensione nella difesa modenese ed un ace di Lualdi riportano il vantaggio ad una entità più consistente (23-19). Errore al servizio di Lualdi e schiacciata fuori di Decortes riportano sotto le modenesi. Saja chiama il secondo stop (23-21). Sono due errori consecutivi di Sassuolo a chiudere il set in favore della Omag (25-21).

Secondo parziale con partenza equilibrata. E’ la solita Cvetnic a tirare le fila per Sassuolo mentre si rivedono le fast di Lualdi per la Omag (9-9). Trova un break la Omag con Saguatti e Pamio (13-10) ma viene subito recuperata grazie ad un paio di imprecisioni di Decortes (13-13). Il set continua in parità fino a quota 17. La Omag si prende due punti di margine e fa il suo ingresso Alessia Mazzon che rileva Gray. Mazzon va subito a segno e Barbolini ferma il gioco: 22-19. Si riprende e Saguatti mette la firma numero 23. Pamio fa ace e sono 5 set point Omag. Ci pensa Saguatti a siglare il 25° punto (25-21).

Nel terzo set buona la partenza delle padrone di casa, ma è veemente la reazione delle modenesi che non mollano, anzi trovano il vantaggio a metà set, con Saja che chiama il tempo (10-12). Si procede sul filo dell’equilibrio con le squadre che giocano una bella pallavolo. Quando la Omag ripassa avanti, Barbolini chiama il discrezionale (18-16). Il set scivola punto a punto verso il finale. Un bel muro di Gray ed un ace di Pamio consigliano al coach ospite di chiedere uno stop tattico (23-18). A nulla serve però il time out discrezionale perché Saguatti firma il punto che vale 6 match point. Pamio con un ace chiude sul 25-18.

IL TABELLINO-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – GREEN WARRIORS SASSUOLO 3-0 (25-21 25-21 25-18)

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Pamio 13, Gray 4, Decortes 10, Saguatti 14, Lualdi 10, Battistoni 1, Bresciani (L), Mazzon 1. Non entrate: Pinali, Mandrelli (L), Coulibaly, De Bellis, Bonelli. All. Saja.

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Pincerato 1, Mambelli 3, Fava 6, Malual 14, Cvetnic 13, Fucka 5, Scognamillo (L), Zojzi. Non entrate: Ferrari, Falcone, Pasquino, Fucka, Ghezzi (L). All. Barbolini.

ARBITRI: Brunelli, Clemente.

NOTE – Durata set: 25′, 25′, 22′; Tot: 72′.

EXACER MONTALE – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-

Il risultato a sorpresa di giornata arriva dalla palestra “Vezio Magagni” di Castelnuovo Rangone. L’Exacer Montale, con un super prestazione, batte 3-1 l’Eurospin Ford Sara Pinerolo, seconda forza del campionato. Una vittoria pesantissima, che arriva dopo due stop consecutivi, ma che soprattutto consegnano alle emiliane tre punti in classifica.

Un successo confezionato in rimonta, con le ragazze di coach Tamburello che hanno concesso il primo set ai vantaggi, per poi non dare più chance alle piemontesi. La copertina di giornata se la dividono Luketi? (24 punti) e Gentili (21). A Pinerolo non sono bastati i 24 punti di Zago. Da segnalare che nel pre-partita, Pinerolo ha perso la seconda palleggiatrice, Veronica Allasia, scivolata su un pallone durante il riscaldamento e costretta a dare forfait per una presunta distorsione alla caviglia sinistra. La cronaca del match.

Nessuna sorpresa nei sestetti iniziali. Tamburello schiera Saveriano e Luketi? sulla diagonale principale, Brina e Aguero in banda, Gentili e Migliorini al centro e Bici come libero; Marchiaro gioca con Boldini e Zago sulla diagonale principale, Bertone e Ciarrocchi in banda, Grigolo e Bussoli al centro e Fiori come libero. Avvio equilibrato, con Pinerolo avanti 3-1 ma subito ripreso da due muri vincenti (prima Migliorini e poi Luketi?). Sul 3-3 arriva un decisivo allungo delle piemontesi, che vanno sul più quattro fino al primo tempo vincente di Gentili (4-7). Luketi? continua a fermarsi sui muri della squadra ospite e sul 9-4 arriva il primo time-out del match chiamato da coach Tamburello. Alla ripresa del gioco arrivano i punti di Gentili (primo tempo) e Brina (diagonale) per il 6-9. Montale gioca con grinta e arriva fino all’11-12 con Luketi? (mani-out) e Brina (lungolinea). Le piemontesi si riprendono immediatamente dal momento negativo e piazzano un nuovo allungo (17-13). Due punti consecutivi per Montale che costringono Marchiaro, sul 15-17, a chiamare il suo primo time-out. Coach Tamburello si gioca il secondo time-out sul 20-17 per Pinerolo. Le nerofuxia riacciuffano la parità e riaprono il set (20-20), fino al muro vincente di Migliorini che regala il primo vantaggio a Montale (21-20) e porta Marchiaro a chiamare il secondo timeout. Sul 21-21 dentro Tosini al servizio per Grigolo e, un po’ a sorpresa, si rivede in campo Fronza che prende il posto di Gentili. Fronza che va a piazzare anche il nuovo vantaggio di Montale (23-22), con un primo tempo. Un break di Pinerolo (24-23) porta le piemontesi a giocarsi il primo set-point. Set che si chiude 26-24 con un’invasione di Saveriano. Sette i punti di Luketi?, 12 quelli di Zago.

Il secondo parziale si riapre con gli stessi sestetti che avevano dato via al match. Super partenza di Pinerolo, che si porta subito sul più tre con il 3-0 firmato dall’ace di Ciarrocchi. Montale che risponde immediatamente e con due ace di Brina e la diagonale vincente di Luketi? va in vantaggio (4-3). Vantaggio che s’incrementa ulteriormente con un due muri vincenti di Migliorini (6-3). Più quattro Montale con una bella diagonale vincente di Brina è un attacco out di Pinerolo (10-6). Continua a macinare punti la squadra di Tamburello che con la fast di Gentili va sul 12-7 e costringe Marchiaro al primo time-out del set. Ricuce leggermente il gap Pinerolo, che con Bussoli si riporta a meno tre (12-15). Nuovo time-out per Marchiaro sul 18-14 per Montale, che al ritorno in campo diventa 19-14 con la diagonale vincente di Luketi?. Il 21-16 per Montale è opera di un Aguero in ogni dove e di Brina che trova il mani-out. Set in discesa per le nerofuxia che col muro vincente di Saveriano vanno sul 23-16. La parola fine set la mette Gentili con il 25-18. Sei i punti di Brina, cinque quelli di Zago.

Terzo parziale senza modifiche ai sestetti e con Pinerolo che mette subito il turbo (5-1). Padrone di casa che provano a ricucire lo strappo e si portano sul 7-8 con l’attacco vincente di Luketi?. Ancora la croata con un attacco forte per il punto che vale la parità (9-9). Si rimette a macinare punti Pinerolo e con due ace consecutivi di Zago va sul più quattro (13-9). Il turno di servizio di Brina fa male alle piemontesi: arriva un’ace ma soprattutto il meno uno (13-14) con Marchiaro che chiama time-out. Al ritorno in campo Brina continua a martellare e trova due ace consecutivi, che valgono il vantaggio per Montale (15-14). Sul 15-15 Tamburello dà respiro a Brina e manda in campo Blasi. Padrone di casa sul più due con l’attacco out di Grigolo (17-15) che viene sostituita da Marchiaro con Tosini. Luketi? trova un’altra diagonale vincente (18-15) e arriva anche il secondo time-out di Marchiaro. Primo tempo di Gentili (19-15) e nuovo cambio per Pinerolo con l’ingresso di Buffo al posto di Bussoli. Montale non molla e con una Gentili irrefrenabile allunga fino al 22-16. Aguero piazza il 23-17 e Tamburello rimanda in campo Brina per Blasi. Tanto per cambiare va a segno Gentili e arrivano i set point (24-17). Ancora una fast della centrale di Montale e set chiuso (25-18). Otto i punti di Luketi?, mentre per Pinerolo sono tre a testa per Ciarrocchi, Zago e Bussoli.

Novità per Marchiaro in avvio di quarto set che schiera Buffo al posto di Grigolo, per il resto nessuna modifica. Parziale che si apre in equilibrio (3-3) fino al break firmato da Brina (5-3). L’ace di Gentili vale il più tre (8-5), e Marchiaro chiama il primo time-out del parziale. L’attacco out di Luketi? riavvicina le piemontesi (8-9), ma poi la croata rimette due punti di distanza tra le due squadre (10-8). Difende il vantaggio Montale, e continua a mettere in difficoltà la seconda della classe, con Aguero che trova il 15-12. Sul 16-12 Marchiaro utilizza anche il secondo time-out. Al rientro in campo esce Buffo ed entra Tosini per Pinerolo. Nel frattempo Aguero trova l’ace, ed è più cinque Montale (17-12). Il 13-17 è “macchiato” da un giallo per proteste a Tamburello, ma i punti di Gentili e Saveriano (quest’ultima con un muro) portano il punteggio sul 19-13 per Montale. Sul 15-20 Marchiaro toglie Bussoli e manda dentro Grigolo. Tamburello risponde mandando dentro Fronza per Gentili, che di fatti mette giù il 21-16, e torna in campo Bussoli per Grigolo. Torna in campo anche Blasi per Brina sul 17-21. Arriva anche il 18-21 con un errore in attacco e Tamburello capisce che è tempo di fermare il gioco col time-out. Al rientro in campo Luketi? in diagonale firma il 22-18 e Gentili col primo tempo fa 23-18. Altri due punti, di cui la firma finale di Aguero, e 25-18 Montale. Sette i punti di Gentili, quattro quelli di Zago.

IL TABELLINO-

EXACER MONTALE – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-1 (24-26 25-18 25-18 25-18) –

EXACER MONTALE: Saveriano 2, Brina 18, Migliorini 7, Luketic 24, Aguero 9, Gentili 21, Bici (L), Fronza 2, Tosi, Blasi. Non entrate: Sandoni, Buffagni (L), Bellini, Giovannini. All. Tamburello.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Ciarrocchi 9, Zago 24, Bussoli 9, Bertone 5, Boldini 4, Grigolo 4, Fiori (L), Buffo 3, Tosini 1. Non entrate: Nasi, Casalis, Allasia. All. Marchiaro.

ARBITRI: Mattei, Laghi.

NOTE – Durata set: 27′, 24′, 23′, 24′; Tot: 98′.

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO – CDA TALMASSONS-

IL TABELLINO-

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO – CDA TALMASSONS 2-3 (25-20 22-25 25-23 23-25 13-15)

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Avenia 3, Valli 13, Antignano 5, Kajalina 32, Baggi 11, Cogliandro 17, Barbagallo (L) 1, Provaroni 2, Negro 1. Non entrate: Vanni, Tommasin, Tarantino. All. Carratu’.

CDA TALMASSONS: Gomiero 24, Ceron 7, Hatala 14, Joly 28, Nardini 3, Stocco 4, Ponte (L), Barbanzeni 1, Cerruto (L). Non entrate: Cristante, Pagotto, Petruzziello, Poser. All. Guidetti.

ARBITRI: Capolongo, Licchelli.

NOTE – Durata set: 28′, 28′, 31′, 32′, 17′; Tot: 136′.

GIRONE B-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – DELTA INFORMATICA TRENTINO-

La Delta Informatica Trentino “conquista” la capitale. Una prestazione davvero importante fa sì che la formazione gialloblù allenata da Matteo Bertini espugni l’Honey Sport City di Ostia tornando a casa con la massima posta in palio. Una vittoria soprattutto di cuore perché, dopo la sconfitta ai vantaggi del primo set, non è da tutti riuscire ad invertire il trend e riscattarsi. Prestazione davvero positiva da parte dell’intera rosa ma su tutte di Giulia Melli, top scorer della sfida con un bottino di 20 punti personali e della capitana Silvia Fondriest, infermabile in attacco (67% in attacco con 10 punti) e presente a muro (2 block personali). Tra le fila romane non bastano i 30 punti in due delle schiacciatrici Pietrelli e Arciprete.
Con la rosa al completo Bertini si affida inizialmente al “settetto” titolare, con Moncada in regia, Piani opposto, Melli e D’Odorico laterali, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Stefano Micoli, tecnico di Roma, risponde con Balboni in regia, Toliver opposto, Arciprete e Pietrelli in posto-4, Mastrodicasa e Cecconello al centro e Quiligotti libero.
Partenza tutta a tinte gialloblù con il turno al servizio di Moncada che riesce a portare la Delta Informatica Trentino sul +4 (5-9). Le padrone di casa romane non ci stanno e, spinte dal proprio pubblico, riescono a trovare buone soluzioni in attacco e a muro con Mastrodicasa. Un attacco sull’astina di Melli ed un successivo muro proprio di Mastrodicasa rovesciano la situazione portando l’Acqua&Sapone a condurre (10-9). Pietrelli in attacco fa la differenza e le laziali si portano al massimo vantaggio (16-13) costringendo coach Bertini a fermare il gioco chiamando time out. Le trentine non ci stanno e trovano la forza di recuperare lo svantaggio proprio nella fase decisiva della frazione (23-23). La Delta Informatica dopo aver annullato con Melli la prima palla set romana se ne procurano due non riuscendo a concretizzarle. Una piazzata di Arciprete mette la parola fine al primo parziale (28-26).
Anche nel secondo set la partenza trentina è bruciante; il turno al servizio di Piani segna l’allungo complice due errori di Arciprete (7-11). D’Odorico prima mura Toliver poi, al servizio, permette di realizzare ulteriori due break point (8-14). Moncada affida gran parte dei palloni a Melli, la quale difficilmente sbaglia (12-18). Fondriest mette in mostra consecutivamente tutto il suo bagaglio tecnico in attacco: prima concretizza al grande uno scambio lunghissimo ed entusiasmante con una tesa al centro, successivo si ripete ma con una fast (15-21). Il servizio in rete di Toliver ripristina la parità nel computo dei set (18-25).
Terzo set nel segno trentino (2-6) ma sul turno al servizio di Toliver la Delta Informatica accusa un passaggio a vuoto: tre errori consecutivi in attacco sommati a due attacchi vincenti di Pietrelli valgono un parziale di 5-0 per Roma (7-6). Il nuovo break dell’Acqua&Sapone lo mette a segno il diagonale di Arciprete (11-9). La reazione trentina viene fermata da un dubbioso mani-out assegnato a Toliver mentre Cecconello ferma la pipe di Piani (14-13). Arciprete prima con un mani-out e poi con una piazzata vincente porta a +2 le padrone di casa (21-19). Nel momento decisivo la Delta Informatica Trentino si scuote, trascinata da Fondriest che mura Toliver (21-22). Le trentine non sfruttano la prima palla set ma è solo questione di tempo perché già nel punto successivo chiudono i conti con la fast di Fondriest (23-25).
Molto equilibrato l’inizio di quarto set con le trentine brave ad allungare, complice il grave errore diretto in bagher di Toliver (6-8). L’invasione di Mastrodicasa e l’errore in attacco di Pietrelli portano la Delta Informatica sul +5 (7-12). Le gialloblù sono brave ad impedire ogni possibile rientro romano. Le padrone di casa dell’Acqua&Sapone Roma Volley Club si prendono qualche rischio nei colpi d’attacco ma questa scelta porta a due errori diretti (10-16). L’ace di D’Odorico su Quiligotti, sua ex compagna di squadra lo scorso anno ad Orvieto, porta la Delta Informatica Trentino sul rassicurante +6 (14-20). L’ace di Melli su Pietrelli regala alla Delta Informatica la prima palla match (18-24). Chiude set e incontro un diagonale vincente di D’Odorico (19-25).

I PROTAGONISTI-

Giulia Pietrelli (Acqua & Sapone Roma)- « Sono sconsolata perchè giochiamo bene il primo, il secondo e poi arranchiamo un po’, ci meriteremmo qualcosa in più almeno soprattutto in casa, perchè stiamo dando tanto. Continuiamo a lavorare perchè la strada è solo quella. Dobbiamo spingere in allenamento e alzare il ritmo, avevamo studiato molto bene a livello tattico le avversarie, inoltre dobbiamo fare di più in ricezione. Ci servono punti nel breve tempo, ci stiamo impegnando tanto, speriamo di raccogliere presto i frutti ».

Matteo Bertini (Allenatore Delta Informatica Trentino)- « Abbiamo giocato veramente una partita importante. Siamo la prima squadra che riesce nell’impresa di portare a casa il bottino pieno in questo palazzetto, un dato che fornisce ancora più valore a questa vittoria . La forza della nostra squadra è soprattutto quella di riuscire a cambiare passo anche nei momenti di difficoltà: così è avvenuto tra primo e secondo set con la reazione di carattere mostrata dalle ragazze. Domenica al Sanbàpolis arriva Ravenna, seconda della classe, sappiamo l’importanza del match ma dobbiamo svolgere gli allenamenti con la consueta serenità ».

IL TABELLINO-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – DELTA INFORMATICA TRENTINO 1-3 (28-26 18-25 23-25 19-25)

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Arciprete 16, Cecconello 6, Toliver 12, Pietrelli 14, Mastrodicasa 10, Balboni, Quiligotti (L), Tosi 1, Liguori, Pizzolato, De Luca Bossa. Non entrate: Bucci (L), Varani. All. Micoli.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Piani 17, D’Odorico 11, Fondriest 12, Moncada 1, Melli 20, Furlan 7, Moro (L), Barbolini, Cosi. Non entrate: Berasi, Giometti, Vianello. All. Bertini.

ARBITRI: Talento, Pasciari.

NOTE – Durata set: 30′, 25′, 30′, 25′; Tot: 110′.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – P2P SMILERS BARONISSI-

Sesto successo consecutivo per la Conad Olimpia Teodora che al PalaCosta batte 3-1 anche Baronissi e consolida il suo secondo posto in classifica, in attesa del big match che vedrà la squadra di Coach Simone Bendandi impegnata fra 7 giorni a Trento in casa della capolista.

Al fischio d’inizio Coach Simone Bendandi sceglie il sestetto con Torcolacci al centro insieme a Guidi, Strumilo e Bacchi bande, Manfredini opposto, Morolli al palleggio e Rocchi libero. L’avvio delle padrone di casa è ottimo (4-1), ma il turno di servizio di De Lellis permette a Baronissi di trovare il primo vantaggio sul 4-5. La Conad torna però subito avanti con il muro di Guidi per il 6-5 e allunga fino al 10-7 con una buona distribuzione in attacco. Le ospiti tornano a contatto sul 12-11, ma ancora Guidi a muro respinge la rimonta (14-11) e Ravenna scappa fino al 17-12. La P2P prova un ultimo tentativo di recupero tornando sul 22-20, ma Bendandi chiama timeout e l’Olimpia Teodora chiude 25-20 con un altro muro di Guidi.

Il secondo set si apre subito con un allungo delle ospiti che, dall’1-3 iniziale, si portano fino al 3-8. Trascinata da Strumilo e da un ace di Guidi, la Conad reagisce con un parzialone di 7-0 che vale pareggio e sorpasso, con proprio Strumilo a firmare il punto del 10-8. Ravenna tocca il 13-10, ma non riesce a piazzare l’allungo decisivo e si trova a combattere punto a punto per tutta la seconda parte del set. Baronissi mette la testa avanti sul 14-15 e sul 18-19, in entrambi i casi le padrone di casa ribaltano il risultato sul 17-15 e 10-19, ma alla fine a spuntarla sono le campane, che trovano il break del 22-24 e chiudono il parziale per 23-25.

L’apertura del terzo set è quasi la fotocopia del precedente, la P2P si porta 1-3 e, nonostante l’ace di Manfredini per il 3-5, vola fino al 3-9. Coach Bendandi si gioca la carta Piva per Strumilo e le padrone di casa rimettono in piedi il parziale portandosi sul 9-10 prima e pareggiando a quota 11 poi. Proprio il turno di servizio di Piva regala il primo vantaggio (13-12) e il break del 14-12, poi la Conad vola sul 17-13 grazie al muro di Guidi e fino al 19-14 con l’ace di Manfredini. Baronissi prova a rimontare e, nonostante due punti consecutivi di Piva per il 22-18, torna addirittura a -1 sul 22-21, ma nel finale le Leonesse ravennati non lasciano più spazio a rimonte e chiudono per 25-21 grazie al muro ancora di Piva.

Anche nel quarto parziale le ospiti partono avanti 3-6, ma la Conad pareggia subito sul 7-7. Dopo il momentaneo 7-9, l’ace di Piva firma la nuova parità a quota 10, poi ci pensa Manfredini a lanciare il parziale decisivo di 6-0, chiuso da 2 ace consecutivi di Calisesi per il 16-11. Le padrone di casa non si fermano più e scappano grazie al lavoro a muro: quello della capitana Bacchi vale il 18-12, poi quello di Poggi vale il primo punto in Serie A2 per la giovanissima ravennate (20-13). Sono ancora due muri di Guidi a regalare la doppia cifra di vantaggio a Ravenna (23-13), e infine è Torcolacci, sempre a muro, a chiudere la partita per 25-15.

I PROTAGONISTI-

Simone Bendandi (Allenatore Conad Ravenna)- « Abbiamo portato a casa una partita non facile perché avevamo la pressione di dover vincere e affrontavamo una squadra che veniva da un momento positivo e aveva bisogno di punti. Sono molto soddisfatto della prestazione perché oggi, oltre a murare e difendere molto come abbiamo sempre fatto, c’è stata tanta qualità soprattutto nei secondi tocchi, in cui le ragazze hanno espresso tecnica e tanto coraggio, mettendo sempre gli attaccanti in ottime condizioni per chiudere il punto. Sono felice che sia arrivato il primo punto per Chiara (Poggi, ndr) e mi fa molto piacere il modo in cui tutte sono entrate in partita, frutto di un intenso lavoro in palestra valorizzato al meglio dalle ragazze, che stanno continuando a godersi i frutti della loro fatica ».

IL TABELLINO-

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – P2P SMILERS BARONISSI 3-1 (25-20 23-25 25-21 25-15)

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Strumilo 10, Torcolacci 5, Manfredini 24, Bacchi 11, Guidi 16, Morolli, Rocchi (L), Piva 9, Calisesi 2, Poggi 1, Parini 1. Non entrate: Altini (L), Canton. All. Bendandi.

P2P SMILERS BARONISSI: Ferrara 11, Sestini 3, De Lellis 2, Bartesaghi 9, Travaglini 12, Esdelle 15, Norgini (L), Panucci 3, Martinuzzo 2, D’Arco. Non entrate: Amaturo, Peruzzi. All. Barbieri.

ARBITRI: Brancati, Fontini.

NOTE – Durata set: 24′, 26′, 27′, 26′; Tot: 103′.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – SIGEL MARSALA-

Comincia oggi il girono di ritorno del 75 campionato di serie A2 girone B, che vede fronteggiarsi al PalaCollodi di Montecchio Maggiore la Sigel Marsala Volley contro il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore. La squadra di casa è intenzionata a riscattare il 3-1 subito a Marsala la prima gioirnata di campionato. Paolo Collavini schiera al centro Bertaiola-Caruso, in banda Mangani-Dahlke, palleggiatrice Collarusso con Vallicelli opposta, Lorenzini libero. Alessandro Beltrami si affida come di consueto a Bovo-Bartolini al centro, Trevisan-Battista in banda, Scacchetti-Carletti palleggiatrice-opposta, Zardo libero.

Il match inizia con un servizio out di Mangani che manda in battuta Bovo. Bartolini conquista il terzo punto con una buona combinazione in fast con Scacchetti (3-1). Dopo uno scambio entusiasmante, con grandi difese di Zardo, Battista mette palla a terra (5-4). Il Sorelle Ramonda Ipag allunga 7-4 con un muro di Bovo e sull’8-4 Collavini chiede time-out. Carletti mette a terra una diagonale stretta ed è 11-8. Oggioni arriva in tuffo a difendere un difficile pallone e Trevisan finalizza passando in mezzo al muro avversario (13-10). Le padrone di casa, dopo un breve pareggio, tornano a + 2 e Collavini chiede nuovamente time-out (18-16). Le siciliane si riavvicinano nuovamente (20-18) e Beltrami sospende il gioco. Entra Frison in battuta per Bovo (20-19). Il set torna nuovamente in parità (22-22). Sul 23-22 Rosso entra al posto di Scacchetti. Il set si chiude 25-23 con un attacco di Battista in parallela.

Nel secondo set Carletti mura Dahlke ed è 2-1. La Sigel si porta in vantaggio 2-4, ma le castellane non mollano e si riportano in parità 7-7, con un attacco di Bovo. Battista riconduce in vantaggio il Sorelle Ramonda ipag con un ace (9-8). Sul 10-8 Collavini vuole correre al riparo e chiama time out. Trevisan beffa le avversarie con un pallonetto dietro al muro (12-10) e le padrone di casa allungano ulteriormente sempre con un muro di Trevisan (14-10). Zardo riceve bene e Battista, ben smarcata da Scacchetti, mette palla a terra senza muro (18-12). Sul 21-16 Frison entra in battuta al posto di Bovo. Beltrami effettua il doppio cambio sul 22-17 inserendo Rosso e Tosi. Il parziale si chiude 25-20 con un attacco in rete di Mangani.

Montecchio parte forte nel terzo set (3-1), ma Bertaiola riagguanta la parità 3-3. Battista mette a segno una parallela vincente che vale il 7-6. Il + 2 arriva con un pallonetto di Bartolini e Collavini chiama time out (10-8). La Sigel lotta su ogni pallone e passa in vantaggio 11-12, Ma il Sorelle Ramonda torna avanti 17-14 con un gran muro di Bovo. Battista ottiene il massimo vantaggio del set con un ace (19-14) e Trevisan allunga ancora 22-16 con un buon attacco. Bartolini ottiene il primo match ball e Tosi entra al posto di Carletti in battuta. La partita si chiude con un attacco in parallela da seconda linea di Tosi (25-18).

I PROTAGONISTI-

Alessandro Beltrami (Allenatore Sorelle Raimonda Ipag Montecchio)- « La vittoria è importante, ma a volte continuo ad arrabbiarmi perché pare che a volte siamo un po’ inconcludenti. Facciamo esageratamente fatica perché pensiamo ancora troppo ad esprimere un bel gioco invece che renderlo semplicemente efficace. Credo che stiamo migliorando sempre di più, ma rimaniamo troppo poco scaltri: gli avversari con poco ci mettono sempre in difficoltà. Detto questo sono ovviamente felice e credo che le ragazze siano state davvero brave. Stiamo lavorando su cose molto difficili, come gestire colpi alti e lunghi in attacco, e oggi credo che si sia visto. Nelle ultime tre partite abbiamo fatto sette punti su nove e quindi mi reputo molto soddisfatto. Ora ci aspettano Mondovì e Macerata fuori casa e certo le prossime settimane di lavoro non saranno semplici, però penso sia stiamo facendo bene il nostro percorso a livello di risultati, sia a livello di crescita di squadra e anche personale stiamo facendo molto bene. Sono felice che sia rientrata anche Tosi, che sta lavorando molto dopo l’infortunio e sta recuperando, e che abbia siglato l’ultimo punto ».

IL TABELLINO-

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – SIGEL MARSALA 3-0 (25-23 25-20 25-18) –

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Battista 11, Bovo 5, Carletti 14, Trevisan 12, Bartolini 8, Scacchetti, Zardo (L), Tosi 1, Frison, Rosso, Oggioni. Non entrate: Barbiero. All. Beltrami.

SIGEL MARSALA: Mangani 13, Caruso 8, Vallicelli, Dahlke 11, Bertaiola 11, Colarusso 5, Lorenzini (L), Scire’ 1, Vaccaro, Galletti, Buiatti. Non entrate: Laragione. All. Collavini.

ARBITRI: Giglio, Piperata.

NOTE – Durata set: 32′, 26′, 25′; Tot: 83′.

GIRONE A-

I RISULTATI-

Volley Soverato-Itas Citta’ Fiera Martignacco 3-2 (26-28, 21-25, 25-13, 25-13, 15-8)

Omag S.Giov. In Marignano-Green Warriors Sassuolo 3-0 (25-21, 25-21, 25-18)

Exacer Montale-Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-1 (24-26, 25-18, 25-18, 25-18)

Cuore Di Mamma Cutrofiano-Cda Talmassons 2-3 (25-20, 22-25, 25-23, 23-25, 13-15)

Club Italia Crai-Geovillage Hermaea Olbia 3-1 (19-25, 25-11, 25-23, 25-22) Giocata ieri

LA CLASSIFICA-

Omag S.Giov. In Marignano 29; Eurospin Ford Sara Pinerolo 22; Volley Soverato 19; Club Italia Crai 16; Itas Citta’ Fiera Martignacco 14; Green Warriors Sassuolo 11; Exacer Montale 11; Cda Talmassons 10; Geovillage Hermaea Olbia 9; Cuore Di Mamma Cutrofiano 9;

IL PROSSIMO TURNO- 08/12/2019 Ore 17.00-

Green Warriors Sassuolo – Club Italia Crai

Cda Talmassons – Omag S.Giov. In Marignano

Geovillage Hermaea Olbia – Volley Soverato

Eurospin Ford Sara Pinerolo – Cuore Di Mamma Cutrofiano

Itas Citta’ Fiera Martignacco – Exacer Montale

GIRONE B-

I RISULTATI-

Acqua & Sapone Roma Volley Club-Delta Informatica Trentino 1-3 (28-26, 18-25, 23-25, 19-25)

Roana Cbf H.R. Macerata-Lpm Bam Mondovi’ 3-2 (21-25, 25-17, 25-23, 16-25, 15-5) Giocata ieri

Conad Olimpia Teodora Ravenna-P2p Smilers Baronissi 3-1 (25-20, 23-25, 25-21, 25-15)

Barricalla Cus Torino-Futura Volley Giovani Busto Arsizio 0-3 (25-27, 20-25, 22-25) Giocata ieri

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio-Sigel Marsala 3-0 (25-23, 25-20, 25-18)

LA CLASSIFICA-

Delta Informatica Trentino 26; Conad Olimpia Teodora Ravenna 24; Lpm Bam Mondovi’ 21; Roana Cbf H.R. Macerata 17; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 16; Barricalla Cus Torino 14; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 12; Acqua & Sapone Roma Volley Club 9; Sigel Marsala 6; P2p Smilers Baronissi 5.

IL PROSSIMO TURNO-08/12/2019 Ore 17.00-

P2p Smilers Baronissi – Barricalla Cus Torino

Delta Informatica Trentino – Conad Olimpia Teodora Ravenna

Lpm Bam Mondovi’ – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio

Sigel Marsala – Roana Cbf H.R. Macerata

Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Acqua & Sapone Roma Volley Club

 

A2 femminile Omag Green Warriors Soverato Itas Acqua e Sapone Delta Informatica

Caricamento...