Tuttosport.com

A1 Femminile, Novara in volata, Brescia firma l'impresa
© Legavolley Femminile/Rubin
0

A1 Femminile, Novara in volata, Brescia firma l'impresa

Il big match di Scandicci lo vincono le ragazze di Barbolini al tie break, Mingardi e compagne espugnano il Mandela Forum. Vittoria esterna anche per Casalmaggiore contro Filottrano. Stappa lo champagne Caserta per il primo storico successo in A1 contro Monza

domenica 3 novembre 2019

ROMATra anticipi e posticipi soltanto quattro le partite giocate questa sera per la quinta giornata di A1 Femminile. Nel big match di giornata vittoria in volata dell'Igor Gorgonzola Novara che vince in rimonta a Scandicci. Firma una grande impresa la Banca Valsabbina Brescia che espugna il campo di un lanciatissimo Il Bisonte Firenze. Successo in trasferta anche per la E’piu’ Pomi’ Casalmaggiore che è andata a vincere sul terreno della Lardini Filottrano. La Golden Tulip Caserta stappa lo champagne per la prima vittoria in A1. Stasera la formazione di Cuccarini ha superato con un netto 3-0 una deludente Saugella Monza.

TUTTE LE SFIDE-

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IGOR GORGONZOLA NOVARA-

Una Igor Volley tutta cuore, grinta e concretezza strappa una vittoria pesantissima al tie-break a Scandicci, conquistando il quinto successo in sei giornate. Decisive, in una prova corale di alto livello, le prestazioni di Vasileva (27 punti) e del pacchetto centrale, con Chirichella e Veljkovic a segno 28 volte in due.

Toscane in campo con Stysiak opposta a Malinov, Stevanovic e Kakolewska al centro, Bricio e Bosetti in banda e Merlo libero; Novara, ancora priva di Brakocevic e Mlakar, parte con Hancock in regia e Di Iulio in diagonale, Chirichella e Veljkovic centrali, Vasileva e Courtney schiacciatrici e Sansonna libero.

Parte bene Novara con Di Iulio (0-2), Stevanovic rientra (2-2) e innesca il punto a punto rotto prima da Courtney (6-9) e poi, dopo il timeout di Scandicci, da Vasileva per il 10-14. Le azzurre mantengono le distanze fino al 18-22 mentre Mencarelli rivoluziona il sestetto, poi Di Iulio conquista il set ball a rete (18-24) e Vasileva chiude in diagonale (19-25).

Novara riparte forte con Veljkovic a segno in primo tempo (1-3), Scandicci reagisce e sul 4-5 Mencarelli inserisce Pietrini e Sloetjes in sestetto; Kakolewska alza la voce a muro e sorpassa (11-10, poi 15-13) mentre Novara si affida a Chirichella per il controbreak del 16-17. Scandicci non sbaglia più: sul 21-19 arriva un altro muro di Kakolewska (22-19) e nel finale sono Bricio (24-20) e Sloetjes (25-20) a trovare i punti decisivi.

Mencarelli conferma il sestetto, entrambe le squadre danno spettacolo in difesa e dopo Hancock (3-3) e Veljkovic (6-7), le azzurre trovano il massimo vantaggio sul 7-10, complice un errore in attacco di Sloetjes. La solita Kakolewska rientra e sorpassa con due tocchi a rete in successione (12-11), Pietrini prova lo scatto sul 18-16 ma viene prontamente ripresa da Veljkovic (19-19) con le squadre avanti testa a testa. Sul 21-21 un tocco falloso di Malinov non ravvisato fa infuriare Novara (22-21) ma è il turno in battuta di Stysiak (ace, 24-22) che rompe l’equilibrio con la polacca che poi fa 25-22 in maniout.

Novara vive il momento più difficile in avvio di quarto set, sul 6-2 Barbolini ferma il gioco e al rientro le azzurre trascinate da Chirichella (6-4, fast) e da Vasileva (6-6 con due punti in fila) riaprono la contesa, sorpassando con Di Iulio sul 6-7. Hancock mostra personalità (10-11, attacco di seconda), Sloetjes a muro fa il break (16-14) cui replica Courtney murando proprio l’olandese per il sorpasso sul 17-18. Ancora Courtney (17-19), Chirichella e ancora Hancock firmano il 18-22 dopo uno scambio infinito con la regista americana che conquista anche il set ball in maniout (18-24). Chiude Vasileva, in parallela, per il 20-25 che vale il 2-2.

Pietrini fa il primo break (3-1) nel quinto set, Chirichella ricuce lo strappo a muro (4-4) e innesca un punto a punto rotto solo sul 9-7, da una chiamata arbitrale contestatissima su un attacco vincente di Vasileva. Novara non si scompone e rientra con Chirichella (10-10, muro su Stevanovic) ma un muro su Di Iulio riporta avanti di due lunghezze le padrone di casa sul 13-11. Vasileva non molla (13-12), Carraro commette fallo in palleggio (13-13) e dopo il timeout di Scandicci è Courtney a conquistare il match ball in parallela (13-14). Bricio annulla e Stysiak sorpassa con l’ace del 15-14, Novara annulla il match ball e replica (15-16), Scandicci fa altrettanto (16-16) ma nel momento decisivo è Courtney a firmare la parallela (16-17) e il muro (16-18) che regalano la vittoria alle azzurre.

I PROTAGONISTI-

Marco Mencarelli (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- « Oggi è andata così. Ci abbiamo provato in tutte le maniere, però, non siamo determinanti quando il numero di errori supera un certo limite, che è lo stesso che ti permette di competere con le grandi della serie A. Abbiamo fatto un cambio palla con un errore e quindi ha permesso loro di accorciare le distanze. Loro hanno preso rischi e la differenza l’ha fatta quel primo errore e quella ricezione che non ci ha permesso di rigiocare la palla. Non c’è partita dove non siamo cresciuti, e i nostri passi in avanti li stiamo facendo sugli errori della volta prima. Noi dobbiamo guardare avanti con sicurezza di diventare una grande squadra ».

Massimo Barbolini (Allenatore Igor Gorgonzola Novara)- « Queste ragazze non finiscono di stupirci, hanno portato a casa un risultato incredibile, affrontando con le difficoltà una squadra, anzi due squadre. Hanno sofferto fino alla fine, ci han creduto, non mollando mai. Sono delle lavoratrici e si vede quando nei momenti di difficoltà provano a risolvere insieme le problematiche ».

IL TABELLINO-

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3 (19-25 25-20 25-22 20-25 16-18)

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Stysiak 10, Bosetti 1, Stevanovic 7, Malinov 2, Bricio 21, Kakolewska 16, Merlo (L), Sloetjes 15, Pietrini 12, Carraro, Cardullo. Non entrate: Molinaro, Milenkovic, Lubian. All. Mencarelli.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Chirichella 16, Hancock 4, Courtney 16, Veljkovic 11, Di Iulio 6, Vasileva 26, Sansonna (L), Gorecka 1, Arrighetti, Morello, Napodano. Non entrate: Orlandi, Piacentini, Brakocevic Canzian. All. Barbolini.

ARBITRI: Puecher, Curto.

NOTE – Spettatori: 1400, Durata set: 25′, 30′, 30′, 29′, 27′; Tot: 141′.

IL BISONTE FIRENZE – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA-

Aggressive al servizio e precise in ricezione le ragazze di coach Enrico Mazzola conquistano tre punti importanti sul campo della lanciatissima Il Bisonte Firenze. Protagoniste del successo sono state Mingardi, 18 punti, e Veltman con 14; per le padrone di casa solamente Santana in doppia cifra, 10 palloni messi a terra. Mvp dell’incontro il libero bresciano Francesca Parlangeli. Milleniun scende in campo Caracuta e Mingardi in diagonale, Rivero e Segura in posto 4, al centro Veltman e Speech, Parlangeli libero, la formazione di casa, guidata da Caprara risponde con Djikema-Nwakalor, Santana-Foecke, Alberti-Fahar e De Nardi in seconda linea.

 Il primo break dell’incontro è di marca bresciana, grazie soprattutto al servizio, che mette in difficoltà la ricezione delle bisontine e costringe Caprara prima a inserire De Nardi per Venturi poi a chiamare time out (6-10): il turno in battuta di Santana infilano un parziale che vale 11-10 per le padrone di casa, costringendo Mazzola a fermare il gioco. L’inerzia del set prosegue a favore delle padrone di casa, 18-13, muro di Fahar su Mingardi. La Banca Valsabbina si riavvicina sul 21-20, suggerisce a Caprara di chiamare time out. Al rientro Alberti chiude con la fast un punto lunghissimo (22-20), Firenze si blocca, Millenium sale in cattedra e trascinata da una super Mingardi che firma il 22-23 e anche il punto decisivo del set point, 23-25.

La Valsabbina parte di slancio nella seconda frazione di gara. Rivero sigla il punto del 5-10 e Mingardi allunga sul 7-13 e Caprara getta nella mischia Daalderop e Degradi al posto di Foecke ed Nwalakor. Veltman in fast sigla il 10-16, dopo chiamata del videocheck, Firenze prova ad accorciare lo svantaggio, guidata dagli attacchi di Santana. Mazzola chiama time out, Brescia carica le energie ed allunga con Mingardi, 18-22. Un muro di Veltman su Santana e la stessa centrale canadese chiude il set, 22-25.

 La Banca Valsabbina non fa sconti ad inizio secondo parziale. Segura segna l’1-4, Firenze impatta sul 7-7 ma le ospiti mettono la freccia infilando un break di uno a sei, 8-13. Il parziale è in mano alle ospiti: Segura dai nove metri sigla il 13-18. Firenze risponde con Santana, 17-21, Speech ferma la rimonta toscana ed un muro di Mingardi chiude l’incontro per la Millenium che incassa due punti pensanti per la classifica, 20-25.

Giovanni Caprara (Allenatore Il Bisonte Firenze)- « La sconfitta ci sta perchè Brescia ha giocato molto bene, mentre noi non siamo riusciti a trovare delle soluzioni principalmente in attacco, con palla spesso staccata da rete. É una lezione e ci sta tutta, dobbiamo cercare di essere un pochino più lucide soprattutto sui colpi d'attacco: il nostro colpo oggi era abbastanza monotematico, forte e profondo, e loro hanno tirato su tutto perchè hanno una buona qualità difensiva. Avremmo dovuto variare di più i colpi usando un po’ di più i colpi lenti e mandando fuori tempo il muro, non siamo stati in grado di farlo ma la prendiamo come una lezione ed una ulteriore tappa di apprendimento. Ho provato diversi cambi, a volte è andata bene altre meno, però mi fido di tutte le mie giocatrici: ho fatto i cambi che ritenevo logici, oggi probabilmente ho fatto qualche errore anche io ma si continua a lavorare e non ci si dispera per nulla ».

IL TABELLINO-

IL BISONTE FIRENZE – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 0-3 (23-25 22-25 20-25)

IL BISONTE FIRENZE: Santana 10, Alberti 9, Dijkema, Foecke 3, Fahr 6, Nwakalor 8, Venturi (L), Degradi 5, Daalderop 3, De Nardi (L), Turco. Non entrate: Meli, Maglio. All. Caprara.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Rivero 7, Speech 8, Mingardi 18, Segura 7, Veltman 14, Caracuta 1, Parlangeli (L), Biganzoli, Saccomani, Bridi. Non entrate: Fiocco, Mazzoleni, Jones Perry, Susio. All. Mazzola.

ARBITRI: Cesare, Pozzato.

NOTE – Spettatori: 800, Durata set: 27′, 29′, 27′; Tot: 83′.

LARDINI FILOTTRANO–E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE-

La Vbc Èpiù Pomì Casalmaggiore esce vittoriosa con un secco 3-0 sulla Lardini Filottrano dal Palazzetto “Ezio Triccoli” di Jesi. Bella prova delle rosa senza capitan Bosetti out per una distorsione alla caviglia, ma già in netto recupero, schierata come secondo libero.

Il match parte con un muro di Tiziana Veglia su Angelina. Arriva il primo ace della gara e lo sigla Kenia Carcaces, 4-2, Nicoletti accorcia. Veglia a muro fa davvero buona guardia così blocca il tentativo della squadra di casa, 10-6 per Casalmaggiore, primo time out della gara per coach Schiavo. Al ritorno in campo è Cuttino a mettere a terra il pallone finalizzando una bella azione, l’attacco out poi di Filottrano manda la Vbc sul 13-6, un’invasione della squadra di casa fa 14-6. Carcaces fa 15-7 in diagonale e così coach Schiavo spende anche il suo secondo time out. Si ritorna in campo ed è un errore di Nicoletti a regalare il punto alle rosa che vanno sul 16-7, ma Mancini accorcia. Mancini trova il primo ace per le ragazze di casa così, sul 10-16, coach Gaspari chiama il suo primo time out. Potente la pipe di Cuttino che salta e scarica il braccio, 18-11. Inizia a girare il muro di Filottrano, prima viene murato l’attacco di Cuttino poi Nicoletti ferma Carcaces, 15-19 e coach Gaspari chiama time out. Filottrano si fa sotto, Nicoletti trova il tocco del muro e fa 18-20. Scuka interrompe il bel momento della Lardini, mani out e 21-19, Partenio però con un tocco morbido trova la riga e fa 20-21, ma l’attacco out seguente manda le rosa sul 22-20, il muro di Carcaces ribadisce, 23-20. Nicoletti spinge le sue e trova la parità con un mani out, 23-23. E’ Cuttino a chiudere la frazione con una diagonale lunga, 25-23. Top Scorer: Partenio 7, Cuttino 5

E’ Carcaces ad aprire, con una diagonale, il secondo set, e un ace di Scuka allunga, 2-0. Casalmaggiore spinge, pipe sporca di Cuttino ma efficace, 6-3. Grant trova un ace che manda le sue a meno uno, 5-6 e il muro di Mancini pareggia i conti. Veglia sporca il tentativo di Nicoletti e Cuttino finalizza la ripartenza, 8-6, Antonijevic di seconda poi allunga. Scuka sfrutta il tocco del muro delle marchigiane e porta le sue in doppia cifra, 10-7. Primo tempo un po’ fortunoso ma molto efficace di Veglia che beffa la difesa e fa 14-8, Carcaces poi sorpassa il muro e sigla il 15-8 che costringe coach Schiavo al time out. Veglia tira un primo tempo che fa effetto flipper sulle avversarie e sigla il 16-9, Cuttino poi con un tocco a muro che manda in confusione la difesa di casa fa 17-9. Gran mani out di Carcaces, 18-10, Stufi in fast allunga nuovamente. Bianchini col suo servizio velenoso sigla l’ace del 12-19 ma manda out la battuta seguente, 20-12. Partenio, tra le migliori delle sue accorcia le distanze, ma Cuttino non ci sta, 23-16. Veglia trova il set point per le rosa in primo tempo, 24-17, ma Grant annulla la prima palla set, la seconda invece è quella buona, attacco out della Lardini e 25-18. Top Scorer: Partenio e Nicoletti 4, Veglia 5

L’errore di Cuttino apre il terzo set ma Scuka pareggia subito i conti, 1-1. Carcaces trova il tocco morbido giusto e rimette tutto in parità 2-2, Nicoletti però riporta avanti le sue con una diagonale. La Lardini spinge in questa frazione ma un errore fa rifiatare le rosa, 3-5. Casalmaggiore c’è, la palla di Scuka è buona e fa 5-6. Pipe devastante di Cuttino, 6-7. Attacco di Antonijevic da posizione centrale e la palleggiatrice serba fa 7-8, Mancini però ristabilisce le distanze. Si viaggia sulla linea del sostanziale equilibrio, Scuka però trova il pareggio 12-12. Entra Fiesoli per Cuttino, Carcaces tiene le sue attaccate al set, 14-16. Ancora Carcaces, stavolta in pipe, piega le mani del muro e fa 15-16. E’ ancora “El Tiburon” Carcaces a mettere a terra il pallone, è parità 17-17, coach Schiavo chiama time out. Si torna in campo ed è il muro di Fiesoli a farla da padrone, 18-17 Casalmaggiore. La Lardini si riporta avanti, ma davvero è l’equilibrio a regnare, 20-19 per le padrone di casa e coach Gaspari chiama time out. Al ritorno in campo la fast di Stufi è perfetta, 20-20. Gran muro di Stufi su Nicoletti che la difesa di casa manda out dall’altra parte del campo, 21-21. Partenio caparbiamente trova il 23-21 così coach Gaspari preferisce chiamare time out. Palla morbida di Scuka al ritorno in campo e si va sul 22-23. E’ ancora Scuka con un tocco a muro a siglare e a portare le squadre in parità, 23-23, time out Lardini. Monster block di Fiesoli che porta le rosa sul 25-24. Altro tocco morbido ma vincente di Scuka che rimanda le sue al match point, 26-25 Vbc Èpiù Pomì. E’ Carcaces a chiudere con una gran parallela, 27-25 e 3-0.

IL TABELLINO-

LARDINI FILOTTRANO–E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE 0-3 (23-25 18-25 25-27)

LARDINI FILOTTRANO: Partenio 18, Mancini 5, Papafotiou, Angelina, Grant 5, Nicoletti 18, Bisconti (L), Bianchini 5, Moretto 1. Non entrate: Sopranzetti, Pirro, Pogacar, Tapp, Chiariot. All. Schiavo.

E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE: Scuka 12, Veglia 8, Cuttino 8, Carcaces 12, Stufi 7, Antonijevic 2, Spirito (L), Fiesoli 2, Maggipinto, Camera. Non entrate: Popovic, Vukasovic, Bosetti. All. Gaspari.

ARBITRI: Zanussi, Florian.

NOTE – Spettatori: 1400, Durata set: 30′, 22′, 31′; Tot: 83′.

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – SAUGELLA MONZA-

Prima storica vittoria in A1 per la Golden Tulip Caserta che vince nettamente davanti al pubblico amico il confronto con la Saugella Monza. Trasferta da dimenticare quella della squadra di Massimo Dagioni a Caserta. Le campane sono state capaci di vincere il confronto con le monzesi, davanti al pubblico di casa del Pala Vignola, per 3-0. Ancora una volta la prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley deve rimandare l’appuntamento con la prima vittoria esterna della stagione. Alle sconfitte contro Conegliano e Cuneo si è infatti aggiunta quella odierna contro le campane, in grado di a chiudere a proprio favore, dopo due bella rimonta, il primo e secondo parziale. Una squadra, quella di Cuccarini, che oltre ad alzare l’intensità nei momenti chiave, ha limitato gli errori e contato sulla giornata di verve di Cruz, Gray (MVP della sfida) e Castaneda Simon. Nonostante una generosa prestazione di Ortolani, top scorer delle sue con 10 punti, ed il buon impatto di Meijners sulla gara, Monza non è riuscita ad essere continua in attacco e in battuta, sciupando delle ghiotte occasioni di break per provare a distanziare le avversarie. Dopo il punto soffiato a Conegliano giovedì, Caserta conferma quindi il suo buon momento. Per la prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley c’è invece ora voglia di ripartire: la prima occasione sarà sabato sera, alle ore 20.30, contro la Lardini Filottrano, al PalaYamamay di Busto Arsizio.

Break iniziale della Saugella Monza con la giocata di Ortolani e l’errore di Garzaro dal centro, 4-2. Gray firma la nuova parità per Caserta, che passa avanti con l’ace di Bechis, 5-4. Punto a punto fino al 6-6, poi le padrone di casa volano sul 9-6 con Castaneda Simon e Garzaro e Dagioni chiama la pausa. Alla ripresa del gioco ace di Gray (10-6), poi risposta di Ortolani ma Cruz non sbaglia (11-7). La Saugella Monza risale con l’errore di Castaneda Simon e una giocata a testa di Orthmann ed Heyrman (11-10). Ace di Heyrman, invasione di Caserta e nuovo vantaggio monzese, 14-12, con Cuccarini che chiama a raccolta le sue. Due errori delle lombarde valgono la nuova parità (15-15) e gioco che prosegue in equilibrio fino al 17-17, momento in cui Ortolani riporta avanti le sue, 19-17 e Cuccarini chiama time-out. Ancora campane brave ad acciuffare la parità (19-19), poi però arriva il muro di Heyrman su Castaneda Simon, il mani fuori di Mariana ed il muro di Heyrman su Grey che valgono il più tre Monza, 22-19. Due ace di Garzaro, intervallati dal muro di Poll su Obossa, coincidono con la nuova parità delle padrone di casa (22-22), con Dagioni che chiama time-out. Finale incandescente: punto a punto fino al 24-24, poi Cruz (attacco vincente ed ace) regala il primo set, 26-24, a Caserta.
Equilibrio nel prologo del secondo parziale (4-4), poi Caserta avanti con Grey (6-4). La Saugella Monza fatica in contrattacco ed è poco precisa al servizio, a differenza delle padrone di casa che martellano dai nove metri con Cruz (ace), 9-6. Dentro Meijners per Mariana, Ortolani tiene in corsa le sue (10-8), ma Caserta che incrementa con Castaneda Simon e Gray (ace), 13-9 e Dagioni chiama time-out. Due giocate di fila di Meijners riportano Monza a meno due, 13-11, ma Cruz ed Alhassan accompagnano le padrone di casa al nuovo più quattro, 15-11. Dentro Di Iulio per Skorupa: Heyrman va a segno con la fast (15-12), ma ancora campane più lucide e precise, capaci di allungare 17-12 e Dagioni chiama time-out. Cruz a segno con il mani fuori (18-12), poi reazione Monza con il muro di Danesi su Gray e Cuccarini chiama time-out sul 19-15 per le sue. Ace di Di Iulio (19-16), giocata centrale di Alhassan ma errore di Gray che mantiene viva la Saugella, 20-17. Errore di Gray, mani fuori di Meijners e meno due per le monzesi, 21-19 e nuovo time-out Cuccarini. Una giocata a testa di Ortolani e Meijners valgono la parità Saugella Monza, che passa avanti con Meijners, 22-21. Mani fuori di Cruz dopo l’invasione di Monza, poi errore di Meijners e Caserta vince anche il secondo set, 25-22.
Inizio del terzo set con qualche errore al servizio da entrambe le parti (3-3), poi due giocate di Meijners a rispondere a Gray e Cruz (6-6). Si viaggia sull’equilibrio (8-8), con Monza che fatica nuovamente a chiudere le occasioni per firmare dei break (9-9). Castaneda Simon e Gray firmano l’allungo Golden Tulip Volalto 2.0 (13-10), poi Ortolani e Meijners a trascinare al meno uno Monza, 13-12. La Saugella sbaglia al servizio con Orthmann e le campane ne approfittano, allungando con due lampi di Castaneda Simon: 16-12 e time-out chiamato da Dagioni. Cruz spinge le sue sempre più avanti (18-14), poi Ortolani e Di Iulio a tenere vivo il match (18-16) e Cuccarini chiama la pausa. Cruz a segno, Orthmann sbaglia e Caserta vola sul 20-16 e Dagioni chiama a raccolta le sue. Ace di Heyrman dopo l’errore di Castaneda Simon (20-18), poi però Caserta spinge con Cruz e Castaneda Simon (muro su Orthmann), 22-18. Finale tutto delle padrone di casa, che chiudono set, 25-18, e la gara 3-0.

I PROTAGONISTI-

Isabella Di Iulio (Saugella Monza)-« Noi non sottovalutiamo nessuno. Sappiamo che tutte le squadre possono dire la loro in un campionato molto duro. Siamo consapevoli del momento difficile che stiamo attraversando ed anche del fatto che dobbiamo costruire e compattarci ancora di più. Quando giochi contro squadre che devono fare punti utili alla salvezza non è mai semplice. Dobbiamo dare una svolta a questo periodo complicato: sono sicura che presto riusciremo a farlo ».

IL TABELLINO-

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – SAUGELLA MONZA 3-0 (26-24 25-22 25-18)

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Cruz 16, Alhassan 7, Bechis 2, Gray 20, Garzaro 2, Castaneda Simon 11, Ghilardi (L), Poll 1, Ameri. Non entrate: Dalia, Holzer. All. Cuccarini.

SAUGELLA MONZA: Heyrman 8, Skorupa, Orthmann 5, Danesi 8, Ortolani 10, Mariana 5, Parrocchiale (L), Meijners 8, Di Iulio 3, Squarcini, Obossa, Bonvicini. All. Dagioni.

ARBITRI: Canessa, Bellini.

NOTE – Spettatori: 450, Durata set: 32′, 30′, 28′; Tot: 90′.

I RISULTATI-

Imoco Volley Conegliano-Zanetti Bergamo 0-0 Si gioca il 04/11/2019 Ore 20.30

Savino Del Bene Scandicci-Igor Gorgonzola Novara 2-3 (19-25, 25-20, 25-22, 20-25, 16-18)

Il Bisonte Firenze-Banca Valsabbina Millenium Brescia 0-3 (23-25, 22-25, 20-25)

Lardini Filottrano-E’piu’ Pomi’ Casalmaggiore 0-3 (23-25, 18-25, 25-27)

Bartoccini Fortinfissi Perugia-Unet E-Work Busto Arsizio 0-0 Si gioca il 07/11/2019 Ore 20.30

Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta-Saugella Monza 3-0 (26-24, 25-22, 25-18)

Bosca S.Bernardo Cuneo-Reale Mutua Fenera Chieri 1-3 (25-23, 12-25, 23-25, 23-25) Giocata ieri

LA CLASSIFICA-

Imoco Volley Conegliano 14; Igor Gorgonzola Novara 14; Il Bisonte Firenze 12; Banca Valsabbina Millenium Brescia 11; E’piu’ Pomi’ Casalmaggiore 9; Reale Mutua Fenera Chieri 9; Savino Del Bene Scandicci 7; Unet E-Work Busto Arsizio 7; Bosca S.Bernardo Cuneo 6; Zanetti Bergamo 5; Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 4; Saugella Monza 4; Lardini Filottrano 2; Bartoccini Fortinfissi Perugia 1.

IL PROSSIMO TURNO- 10/11/2019 Ore 17.00

Igor Gorgonzola Novara – Imoco Volley Conegliano Si gioca il 09/11/2019 Ore 20.30

Saugella Monza – Lardini Filottrano Si gioca il 09/11/2019 Ore 20.30

Unet E-Work Busto Arsizio – Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta

Il Bisonte Firenze – Bosca S.Bernardo Cuneo

Reale Mutua Fenera Chieri – Savino Del Bene Scandicci

Zanetti Bergamo – Bartoccini Fortinfissi Perugia

Banca Valsabbina Millenium Brescia – E’piu’ Pomi’ Casalmaggiore Si gioca il 09/11/2019 Ore 20.30

A1 femminile Il Bisonte Banca Valsabbina Savino Del Bene Igor Golden Tulip Saugella

Caricamento...