Tuttosport.com

L'Igor Novara si è rimpicciolita

0

La vittoria della Champions, poi l'addio dell'Egonu. La squadra ha stretto i denti al Mondiale per club ma ora paga quello sforzo

L'Igor Novara si è rimpicciolita
 DIEGO DE PONTI lunedì 10 febbraio 2020

Da Berlino a Busto l'Igor Novara si è rimpicciolita. Al termine della scorsa stagione la formazione novarese tocco il cielo con un dito e raggiunse il massimo traguardo europeo aggiudicandosi la Champions. Ieri è andata incontro ad una sonora sconfitta contro Busto, rivelazione di questa prima parte di stagione. Una battuta d'arresto che poteva essere messa in conto. Quello che fa male è il modo in cui è maturata la sconfitta. Un'altro campanello di allarme era scattato con l'esclusione dalla Final Four ad opera di Monza, squadra di buoni elementi ma che non sta brillando e ha anche cambiato guida tecnica. Novara paga il dopo Champions. Un contraccolpo reso più sonoro con le uscite di Paola Egonu e Francesca Piccinini. Con onestà e lucidità il patron azzurro, Fabio Leonardi lo ha ammesso: <La Champions ci ha fatto partire in ritardo e abbiamo faticato a trovare soluzioni adeguate. Poi bisogna aggiungere che certi primi cambi hanno tradito le attese e il nostro tecnico è costretto ad insistere con il sestetto base>. Novara ha cercato, nonostante queste pecche, di fare la sua parte al Mondiale per Club. Un'operazione riuscita anche se conclusa in semifinale. Ma le tossine di quell'iper-impegno si fanno sentire ancora ora. E il campionato non attende.

Novara Agil Crisi Final Four campionato Busto Egonu Igor Leonardi

Caricamento...