Tuttosport.com

Mondiali Under 18: le azzurre sono d'argento, in finale ko con gli Usa
0

Mondiali Under 18: le azzurre sono d'argento, in finale ko con gli Usa

Mille rimpianti per le ragazze di Mencarelli, prive di Frosini infortunata, che si arrendono  2-3 (17-25, 25-19, 18-25, 25-22, 10-15) alle statunitensi che le nostre avevano battuto nella gara inaugurale del torneo

sabato 14 settembre 2019

ISMAILA (EGITTO)- Finisce fra mille rimpianti il Mondiale della nazionale Under 18 femminile. Le ragazze di Mencarelli, prive di Frosini infortunatasi ieri contro la Cina in semifinale, si sono arrese al tie break in finale agli Stati Uniti, formazione che le azzurre avevano battuto nella gara inaugurale del torneo. La sconfitta è arrivata dopo cinque combattutissimi set per 2-3 (17-25, 25-19, 18-15, 25-22, 10-15).
L’Italia, dunque, non riesce nell'impresa di salire sul gradino più alto del podio per la terza volta consecutiva in questa categoria, dopo i titoli conquistati nel 2015 a Lima e nel 2017 a Rosario sempre con Mencarelli in panchina, ma conferma la tanta qualità presente nel gruppo in questione, in grado di dare continuità dopo l’argento della passata stagione nella rassegna continentale.
A livello generale, poi, rappresenta la ciliegina sulla torta di una stagione giovanile costellata di risultati importanti sia nel settore femminile, con gli argenti conquistati anche dall’under 16 agli Europei e dall’under 20 ai Mondiali e sia nel settore maschile, con l’oro ottenuto dai ragazzi di Vincenzo Fanizza nella rassegna iridata under 18 e l’argento under 21 degli azzurrini di Monica Cresta.
Per il Ct Mencarelli, è un secondo posto che va ad impreziosire una carriera già molto proficua a livello giovanile, con otto medaglie complessive in undici anni trascorsi sulle panchine delle selezioni azzurre under 18 e under 20.
Nella gara di oggi, si sono affrontate due formazioni di altissimo livello, che si sono date battaglia dalla prima all’ultima palla. Le azzurrine, dopo aver superato le avversarie di sta sera all’esordio in questa competizione, non sono riuscite a bissare il successo in una gara nella quale a fare la differenza sono stati soprattutto gli episodi e la tenuta mentale nei momenti chiave.

LA CRONACA DEL MATCH– 

Per quanto riguarda le scelte iniziali, a causa del forfeit dell’opposto Giorgia Frosini dopo la distorsione procurata ieri sera nella gara contro la Cina, il Ct Marco Mencarelli ha schierato la diagonale Guiducci-Bolzonetti, centrali Nwakalor e Graziani, Gardini e Omoruyi le schiacciatrici e Armini Libero, dando tuttavia ampio spazio alle ragazze lasciate in panchina già dal primo set.
In avvio di gara, le azzurrine hanno subito il gioco molto organizzato delle statunitensi, che sono riuscite ad allungare dopo il primo tempo tecnico (12-16). Nel finale, qualche errore di troppo in ricezione ha dato la possibilità di chiudere alla selezione a stelle e a strisce, che è stata brava ad approfittarne (17-25).
Pronta reazione azzurra nel secondo parziale. Qui, dopo una fase di equilibrio iniziale, le azzurrine hanno recuperato l’iniziale svantaggio (8-12), acquisendo sicurezza soprattutto in servizio e riuscendo ad allungare sul (19-15). Nel finale, poi, la gestione del risultato è stata efficace e l’Italia ha riportato la situazione in parità (25-19).
Nel terzo set, però, la selezione tricolore non è stata in grado di dare continuità al gioco offerto nel parziale precedente, concedendo troppo e trovandosi immediatamente a rincorrere (4-8). Qui, poi, le statunitensi sono state brave a non far rientrare in gioco le azzurrine, mantenendo il pallino del gioco nelle proprie mani (18-21) e trovando nel finale un parziale di 4-0 che ha chiuso i conti sul (18-25).
Nel quarto, poi, è uscito tutto lo spirito combattivo di questo gruppo, con le azzurrine che, dopo un set passato a rincorre (14-19), hanno raggiunto con le unghie e con i denti il tie-break, accorciando le distanze prima (21-19) e trovando il sorpasso poi sul (23-22). Nel finale le ragazze di Mencarelli sono rimaste in battuta fino al conclusivo (25-22).
Dopo un avvio di tie-break targato Italia (4-1), con gli Stati Uniti che sembravano in balia del contraccolpo psicologico derivato dalla rimonta subita nel set precedente, le azzurrine non sono riuscite a concretizzare gli sforzi fatti, cedendo al colpo di reni della formazione di James Stone arrivato nel finale (10-15).

IL TABELLINO-

ITALIA-STATI UNITI 2-3 (17-25, 25-19, 18-15, 25-22, 10-15)

ITALIA: Gardini 3, Graziani 9, Guiducci, Omoruyi 17, Nwakalor 8, Bolzonetti 19, libero: Armini, Monza 4, Malual 10, Nervini. Ne: Frosini, Marconato. All. Mencarelli.

STATI UNITI: Oglivie 9, Robinson 13, Orr 11, Mruzik 20, Crawford 8, Londot 19, libero: Rodriguez, Taylor, Miner, Krause 1. Ne: Booth, Jacobs. All. Stone.

Durata: 24’, 27’, 24’, 27’, 16’
Italia: 7 a, 5 bs, 14 mv, 25 et
Stati Uniti: 8 a, 7 bs, 16 mv, 25 et

L’ALBO D’ORO-

Anno

Città

Oro

Argento

Bronzo

Italia

1989

Brasile

U.R.S.S.

Brasile

Giappone

n.p.

1991

Porto

Corea del Sud

Brasile

U.R.S.S.

n.p.

1993

Slovacchia

Russia

Giappone

Corea del Sud

n.p.

1995

Orleans

Giappone

Russia

Italia

3

1997

Chiang Mai

Brasile

Russia

Italia

3

1999

Madeira

Giappone

Brasile

Corea del Sud

7

2001

Pula 

Cina

Brasile

Polonia

4

2003

Pila 

Cina

Italia

Brasile

2

2005

Algeri 

Russia

Brasile

Italia

3

2007

Tijuana-Mexicali

Cina

Turchia

Russia

12

2009

Nakhonratchasima 

Brasile

Serbia

Belgio

8

2011

Ankara 

Turchia

Cina

Serbia 

11 

2013

Nakhonratchasima 

Cina

Stati Uniti 

Brasile 

10

2015

Lima

Italia

USA

Cina

1

2017

Rosario

Italia

Repubblica Domenicana

Russia

1

2019

Ismaila

USA

Italia

Brasile

2

Mondiali U 18 Italia Stati Uniti Mencarelli Bolzonetti Graziani

Caricamento...

La Prima Pagina