Tuttosport.com

Superlega, Civitanova e sono tre, Trento tiene il passo
© Legavolley
0

Superlega, Civitanova e sono tre, Trento tiene il passo

Terzo successo su tre per i Campioni d'Italia che espugnano Milano. La squadra di Lorenzetti travolge Monza, Perugia si riscatta superando la Calzedonia Verona. Padova prende i primi tre punti contro Vibo,Ravenna fa il colpaccio a Sora 

domenica 27 ottobre 2019

ROMA- Si è consumata la seconda giornata di andata di Superlega fra conferme e riscatti. Le grandi hanno fatto pesare tutta la loro caratura tecnica vincendo le sfide che le vedevano protagoniste. Terzo sigillo (compreso l'anticipo della 10a) per la Cucine Lube Civitanova che va ad espugnare l'Allianz Arena fermando la marcia di una pur positiva Milano. Rsta a punteggio pieno anche l'Itas Trentino che strapazza fra le mura amiche una stordita Saugella Monza. La Sir Safety Perugia torna ad essere protagonista, dopo un paio di passaggi a vuoto, superando la Calzedonia Verona al Pala Barton.

Vittoria esterna della Consar Ravenna che va ad espugnare il palazzetto della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, la Kioene Padova trova i primi tre punti supenrando in casa la Tonno Callipo Vibo Valentia.

TUTTE LE SFIDE-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - CALZEDONIA VERONA –

Pronta reazione della Sir Safety Conad Perugia che, a distanza di tre giorni dalla sconfitta interna con Milano, trova la via del successo sconfiggendo in tre set la Calzedonia Verona nella 2a di andata di Superlega. Tutta un’altra Sir Saety in campo di fronte ai tremila del PalaBarton. Una squadra volitiva, aggressiva al servizio, efficace in ricezione, pungente in attacco e soprattutto molto più ordinata e concreta nella correlazione muro-difesa. Senza Podrascanin, ai box per un piccolo problema fisico, Heynen gioca con la coppia centrale tutta italiana Ricci-Russo trovando nel posto tre siciliano un ottimo interprete (8 punti con l’83% in primo tempo e 3 muri punto). L’Mvp Atanasijevic (17 punti con il 67% in attacco e 2 ace) e Leon (11 palloni vincenti con il 77% sotto rete) sono spine nel fianco della difesa scaligera, ma tutta la squadra dimostra un atteggiamento positivo e tanta voglia di vincere. Segna il passo invece la Calzedonia Verona. La squadra di Stoytchev fatica in entrambe le fasi, pagando soprattutto la poca incisività al servizio (Perugia chiude con il 63% di positività in ricezione e un solo ace subito) e con il solo Boyer in doppia cifra in attacco (14 i punti dell’opposto francese).

I PROTAGONISTI-

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia)- « Ci vuole tempo per migliorare, a volte questo si dimentica. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando bene, il coach ha un sistema di gioco molto chiaro e molto impegnativo, in allenamento stiamo crescendo, stasera abbiamo fatto dei progressi soprattutto in difesa e nell’atteggiamento in campo ».

Radostin Stoytchev (Allenatore Calzedonia Verona)-« All’inizio ci è mancato il giusto approccio. I ragazzi si sono trovati in un palazzetto in cui non erano abituati a giocare. Abbiamo sofferto molto in fase break, non incidendo con la battuta ed è chiaro che giocare contro De Cecco con palla in mano diventa difficile. In più abbiamo sofferto sulle loro battute flot, andando in difficoltà anche in cambio palla. Nel secondo set abbiamo provato a reagire verso metà parziale, lì ci è mancata la ricostruzione e poi Leon è stato decisivo ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-16, 25-20, 25-18)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Leon Venero 11, Russo 8, Atanasijevic 17, Lanza 7, Ricci 5, Benedicenti (L), Plotnytskyi 3, Colaci (L), Piccinelli 0, Zhukouski 1, Hoogendoorn 0. N.E. Montanaro, Taht. All. Heynen.

CALZEDONIA VERONA: Spirito 3, Marretta 2, Solé 5, Boyer 14, Asparuhov 9, Cester 5, Donati (L), Bonami (L), Birarelli 0, Franciskovic 0, Chavers 0. N.E. Zanotti, Kluth, Muagututia. All. Stoytchev.

ARBITRI: Cesare, Piana.

NOTE - durata set: 25', 30', 25'; tot: 80'. Spettatori: 2.873.

MVP: Atanasijevic (Sir Safety Perugia)

ITAS TRENTINO-VERO VOLLEY MONZA-

L’Itas Trentino resta a punteggio pieno mentre il Vero Volley Monza rimane ancora al palo. Il primo match stagionale fra le mura amiche dei Campioni del Mondo conferma il momento completamente contrapposto delle due formazioni. I gialloblù hanno superato stasera alla BLM Group Arena in tre set i brianzoli dimostrandosi in crescita di condizione rispetto alla prestazione offerta sette giorni prima a Ravenna; gli avversari invece, ancora privi di Orduna, hanno faticato a tenere il ritmo e anche quando lo hanno fatto, come per la prima metà del primo e del terzo parziale, i padroni di casa si sono velocemente sbarazzati di loro puntando tutto sulla fisicità. Quella di Russell (mvp), Cebulj e Vettori che, alternandosi, hanno dato le spallate decisive per portare a casa il massimo risultato. Per i brianzoli volitivo come al solito Kurek, lasciato troppo solo per sperare di protrarre la contesa almeno sino al quarto set.

I PROTAGONISTI-

Aaron Russell (Itas Trentino)- « Abbiamo giocato una buona partita, specialmente in battuta e in ricezione, ma possiamo crescere ancora. E' stato importante vincere i due set tirati soprattutto per dimostrare a noi stessi che siamo sempre con la testa giusta per vincere la gara, come già accaduto a Ravenna sette giorni fa » .

Fabio Soli (allenatore Vero Volley Monza)« Siamo rimasti attaccati a una grande squadra nel primo e nel terzo set. Si sono viste delle cose buone, anche migliori a tratti rispetto alla gara di Busto, ma siamo ancora troppo bassi nelle percentuali d'attacco per competere a questo livello. I ragazzi stanno lavorando tantissimo, mettendosi a disposizione in un momento che sappiamo non essere ideale. Questo mi rincuora, facendomi ben sperare per il futuro. Dobbiamo continuare a lavorare e ad avere tanta pazienza ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO - VERO VOLLEY MONZA 3-0 (25-20, 25-16, 25-21)

ITAS TRENTINO: Giannelli 3, Russell 12, Candellaro 5, Vettori 13, Cebulj 11, Lisinac 9, De Angelis (L), Codarin 0, Grebennikov (L). N.E. Daldello, Sosa Sierra, Djuric, Kovacevic, Michieletto. All. Lorenzetti.

VERO VOLLEY MONZA: Calligaro 1, Louati 14, Yosifov 5, Kurek 13, Dzavoronok 2, Beretta 5, Goi (L), Sedlacek 2, Galassi 1, Federici (L), Giani 0. N.E. Capelli. All. Soli.

ARBITRI: Rapisarda, Giardini.

NOTE - durata set: 27', 23', 29'; tot: 79'. Spettatori: 3.273.

MVP: Russell (Itas Trentino).

ALLIANZ MILANO-CUCINE LUBE CIVITANOVA-

L’esordio nel 75° campionato italiano di Superlega Credem Banca dell’Allianz Cloud vede la vittoria della Cucine Lube Civitanova sull’Allianz Milano. Nel rinnovato impianto della città di Milano la formazione di coach De Giorgi si impone 3-0 con i parziali 22-25, 15-25, 20-25. La gara, preceduta dal lancio del progetto sociale volley4all realizzato da Allianz Milano in collaborazione con la Fondazione Allianz UMANA MENTE, vede gli ospiti trovare il terzo successo consecutivo in campionato, mentre per Milano arriva il primo stop della stagione. Avvio di match equilibrato, con Nimir e Petric a guidare l’attacco meneghino, mentre dall’altra parte della rete sono Juantorena e Leal a mettere in difficoltà la difesa di Milano. Il primo parziale, chiuso 22-25, lancia i cucinieri che dilagano nel secondo set (15-25) e gestiscono il terzo, trovando in Juantorena, MVP della gara, un giocatore inarrestabile a servizio. Lube Volley così a punteggio pieno, in attesa di giocarsi il primo trofeo della stagione con la Del Monte® Supercoppa Italiana, mentre per Milano, che a inizio gara deve rinunciare ad Alletti (l’atleta sarà sottoposto ad accertamenti clinico-strumentali di natura cardiologica), si apre una settimana di allenamenti che porteranno alla sfida del 7 novembre con Ravenna.

I PROTAGONISTI-

Riccardo Sbertoli (Allianz Milano)- « Sono deluso per quello che non siamo riusciti a fare nel primo set. Avevamo delle difficoltà legate alle assenze dell’ultimo minuto, ma nonostante questo eravamo lì a giocarci il parziale. Certamente vanno riconosciuti i meriti degli avversari che hanno dimostrato di essere più forti e di meritare la vittoria, ma noi siamo mancati in alcuni momenti importanti di gara. L’Allianz Cloud per me è uno degli impianti più belli per giocare a pallavolo, anche se avremmo sperato in un risultato diverso per questo esordio casalingo » .

Fefè De Giorgi (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Questo è un campionato molto difficile e gli inizi sono sempre particolari: oggi per noi era una partita interessante. Milano ha fatto due ottimi risultati e una gara strepitosa a Perugia. Ci siamo preparati adeguatamente per metterci alla prova e questo confronto ci serve anche in prospettiva del primo impegno ufficiale della Supercoppa. Non era facile perché siamo arrivati in condizioni precarie riguardo in cabina di regia da un punto di vista fisico e morale, ma ne siamo usciti bene grazie a tutti » .

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO - CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (22-25, 15-25, 20-25)

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 0, Gironi 1, Clevenot 5, Abdel-Aziz 13, Petric 14, Kozamernik 3, Weber 1, Izzo 0, Pesaresi (L), Basic 0. N.E. All. Piazza.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: D'Hulst 1, Juantorena 17, Anzani 4, Rychlicki 8, Leal 10, Simon 6, Marchisio (L), Balaso (L), Mossa De Rezende 0, Ghafour 1. N.E. Diamantini, Bieniek, Massari, Kovar. All. De giorgi.

ARBITRI: Tanasi, Venturi.

NOTE - durata set: 29', 21', 29'; tot: 79'. Spettatori: 3.164.

MVP: Juantorena.(Cucine Lube Civitanova)

KIOENE PADOVA-TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

Al suo esordio alla Kioene Arena la Kioene Padova mette in cassaforte i primi tre punti della stagione superando per 3-0 Vibo Valentia. Nonostante un grande equilibrio tra le due squadre, sono stati gli errori a fare la differenza. Troppi quelli dei calabresi, sia al servizio che in attacco. I bianconeri hanno sfruttato l’ottima giornata di Danani (eletto MVP del match oltre ad aver ricevuto il premio come miglior ricevitore del 2018/19), così come ha sfruttato i colpi decisivi di Barnes, Hernandez e Polo. La Tonno Callipo ha brillato Chinenyeze al centro, mentre Aboubacar è andato a corrente alternata. In merito al match, buon avvio dei padroni di casa, che con Hernandez e Randazzo spingono forte fino al 12-8 con il time out chiamato da coach Cichello. Col passare dei minuti cresce bene Aboubacar ed è il suo ace a ribaltare la situazione sul 14-15. Proprio sul finale di set, l’attacco vincente di Barnes e il primo tempo errato di Mengozzi regalano il 26-24 a Padova. Nel secondo parziale la Kioene accelera subito con Polo (4-1), ma un ottimo Carle e il doppio muro di Mengozzi su Hernandez ribaltano la situazione (15-17). E’ una lotta punto a punto che si conclude 25-23 dopo il colpo out di Carle e il muro vincente di Polo su Aboubacar. Il terzo set è ancora molto equilibrato e nel corso dello stesso Hirsch s’infortuna alla caviglia destra a ricaduta da muro: fortunatamente niente di grave per lui. Dopo un continuo rimpallo di vantaggi il finale è tutto bianconero: un errore al servizio e il colpo vincente di Hernandez chiudono set e match (25-23).

I PROTAGONISTI-

Valerio Baldovin (Allenatore Kioene Padova)- « Oggi era una sfida molto delicata e siamo stati bravi a chiudere i primi due set molto equilibrati. Rispetto alla sfida di Modena abbiamo attaccato e ricevuto meglio, ma ancora una volta è stato l’atteggiamento dei ragazzi in campo a fare la differenza » .

Juan Manuel Cichello (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Abbiamo pagato un po’ la tensione dell’esordio. I 31 errori complessivi hanno davvero regalato troppo a Padova che è stata comunque brava ad approfittarne e a sfruttare al meglio le sue opportunità. Noi dobbiamo lavorare molto, ma siamo consci che questa è una squadra che ha grandi potenzialità ». 

IL TABELLINO-

KIOENE PADOVA - TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0 (26-24, 25-23, 25-23)

KIOENE PADOVA: Travica 2, Barnes 11, Polo 8, Hernandez Ramos 12, Randazzo 8, Volpato 4, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Ishikawa 0, Cottarelli 0. N.E. Fusaro, Canella, Merlo, Casaro. All. Baldovin.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Baranowicz 0, Ngapeth 6, Chinenyeze 9, Drame Neto 12, Carle 9, Mengozzi 5, Pierotti (L), Rizzo (L), Sardanelli (L), Hirsch 1, Marsili 0, Defalco 5. N.E. Vitelli. All. Cichello.

ARBITRI: Boris, Gnani.

NOTE - durata set: 32', 28', 34'; tot: 94'.

MVP: Santiago Danani (Kioene Padova)

Spettatori: 2.736

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA-CONSAR RAVENNA-

Al PalaCoccia di Veroli la Consar Ravenna batte la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora per 3-1. In una gara importante in chiave salvezza i ragazzi di coach Colucci hanno cercato di contenere la furia in attacco di Ter Horst, MVP del match con 27 punti totali realizzati, e dell’opposto Vernon-Evans che in battuta ha creato non poche difficoltà. Sora ha ricevuto tanto lavorando bene a muro, soprattutto con Caneschi (suoi 4 block su 8 totali), ha contenuto gli errori, ma è venuta meno nel cambio palla.
Il match:
Cominciano a sfidarsi senza paura i due sestetti, ma mettere la freccia e a mantenerla fino alla fine del primo set è Ravenna. A Sora non resta altro che voltare pagina e pensare al set successivo. La concentrazione della Globo sale, i ragazzi di coach Colucci non sono affatto impensieriti dall’esito del primo atto, anzi, vogliono subito riscattarsi con il capitano Joao Rafael. Il livello del gioco sale e a regnare è l’equilibrio in una cornice di buon volley. Lo spettacolo s’incendia e Sora impone le sue regole a rete. La Consar rincorre e nessuno vuole mollare (27-27). A trovare il varco giusto sono gli ospiti che strappano letteralmente di mano il secondo set ai volsci. Sora è caparbia e non molla nonostante lo svantaggio di 2 set a zero. Una partenza di 5-0, una rincorsa da 6-6 e un sorpasso da 10-13, l’equilibrio del 14-15 e una cavalcata da 20-16 e 25-18, con Caneschi a chiudere le cerniere a muro e Joao Rafael a sorprendere tutti i reparti difensivi con una manualità da prestigiatore, ma è il gioco di squadra a riaprire il match. Nel quarto set Sora deve difendersi dall’attacco ravennate e fatica a farlo con i ragazzi di mister Bonitta che prendono il largo navigando in acque tranquille fino al 17-25 che porta nelle loro casse tre punti chiave classifica.

I PROTAGONISTI-

Maurizio Colucci (Allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)- « E' un peccato per l’epilogo. Oggi ha funzionato quello che avevamo fatto male nelle altre partite e nel precampionato. Abbiamo difeso tanto, ma quello che ci è mancato è ciò che ci dava delle certezze, il cambio palla. In attacco siamo stati poco efficienti. La nota positiva è che abbiamo contenuto parecchio gli errori, soprattutto nel secondo e terzo set, in cui infatti siamo arrivati ai vantaggi nel primo caso, e alla vittoria nell’altro. Discreta la battuta, sia per qualità che per precisione ».

Marco Bonitta (Allenatore Consar Ravenna)- « Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile. Sora è una squadra che non molla mai e si è visto nel terzo set. Abbiamo lottato molto anche nel secondo, ma credo che la maggior lucidità e determinazione nel quarto si siano visti. Sono davvero molto soddisfatto ».

IL TABELLINO-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA - CONSAR RAVENNA 1-3 (16-25, 27-29, 25-18, 17-25) –

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Radke 5, De Barros Ferreira 17, Caneschi 9, Miskevich 15, Grozdanov 1, Di Martino 2, Fey 6, Mauti (L), Sorgente (L), Alfieri 0. N.E. Van Tilburg, Battaglia, Scopelliti. All. Colucci.

CONSAR RAVENNA: Saitta 2, Lavia 13, Cortesia 2, Vernon-Evans 15, Ter Horst 27, Alonso 3, Marchini (L), Kovacic (L), Bortolozzo 3, Cavuto 0, Grozdanov 1. N.E. Recine, Stefani. All. Bonitta.

ARBITRI: Pozzato, Canessa.

NOTE - durata set: 25', 39', 25', 23'; tot: 112'. Spettatori: 514.

MVP: Ter Hors (Consar Ravenna)

I RISULTATI-

Sir Safety Conad Perugia-Calzedonia Verona 3-0 (25-16, 25-20, 25-18);

Itas Trentino-Vero Volley Monza 3-0 (25-20, 25-16, 25-21);

Allianz Milano-Cucine Lube Civitanova 0-3 (22-25, 15-25, 20-25);

Kioene Padova-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (26-24, 25-23, 25-23);

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Consar Ravenna 1-3 (16-25, 27-29, 25-18, 17-25);

Gas Sales Piacenza-Leo Shoes Modena 0-3 (24-26, 21-25, 18-25) Giocata ieri.

Ha riposato Top Volley Latina

LA CLASSIFICA-

Cucine Lube Civitanova 9, Itas Trentino 6, Leo Shoes Modena 6, Allianz Milano 6, Sir Safety Conad Perugia 5, Calzedonia Verona 3, Kioene Padova 3, Consar Ravenna 3, Top Volley Latina 1, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 0, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0, Gas Sales Piacenza 0, Vero Volley Monza 0.

1 incontro in più: Cucine Lube Civitanova, Allianz Milano, Sir Safety Conad Perugia e Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

1 incontro in meno: Top Volley Latina e Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.

IL PROSSIMO TURNO-

Domenica 3 novembre 2019, ore 18.30

Calzedonia Verona – Gas Sales Piacenza 

Mercoledì 6 novembre 2019, ore 19.30

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Itas Trentino 

Mercoledì 6 novembre 2019, ore 20.30

Vero Volley Monza – Sir Safety Conad Perugia

Giovedì 7 novembre 2019, ore 20.30

Cucine Lube Civitanova – Top Volley Latina 

Leo Shoes Modena – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 

Consar Ravenna – Allianz Milano 

Caricamento...