Tuttosport.com

Superlega, Perugia a punteggio pieno, Civitanova ad un punto

0

Nella quarta giornata arrivano conferme dalle due grandi che passano rispettivamente a Verona e Monza. Trento va a vincere a Piacenza ma i colpi grossi in trasferta li fanno Milano, che passa al Pala Panini di Modena, e Vibo, che espugna Padova. Sempre più in fondo alla classifica, ancora a zero punti, Cisterna che cade 3-0 anche a Ravenna

Superlega, Perugia a punteggio pieno, Civitanova ad un punto
© Legavolley
domenica 11 ottobre 2020

ROMA-Vincono le grandi nella quarta giornata di andata nella Superlega. La capolista a punteggio pieno Sir Safety Perugia è andata a vincere con un netto 0-3 sull’ostico campo dell’NBV Verona. Altrettanto hanno fatto la Cucine Lube Civitanova in casa della Vero Volley Monza e l’Itas Trentino che ha superato sempre in tre set la Gas Sales Piacenza al PalaBanca. Colpo grosso dell’Allianz Milano in casa della Leo Shoes Modena mentre non si ferma più la marcia della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che bissa il successo di mercoledì espugnando il palazzetto di Padova. Si acuisce la crisi della Top Volley Cisterna sconfitta nettamente in casa della Consar Ravenna.

TUTTE LE SFIDE-

NBV VERONA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA-

Gara accesissima all’AGSM Forum, con la Sir Safety Conad Perugia che suda sette camicie per superare la NBV Verona. I 20 punti di Leon decidono un match sempre sul filo dell’equilibrio con un autentico braccio di ferro a muro (6 block per parte). Verona conquista il vantaggio negli ultimi due parziali, ma non riesce a resistere alle rimonte perugine, propiziate da un Leon che si guadagna il titolo di MVP con una partita quasi perfetta, dall’attacco alla ricezione. Nel primo set, ace di Asparuhov per il 7-8, è una partita vivacissima quella dell’AGSM Forum. L’ex di giornata Solé mette il punto del 10-14 e poi quello decisivo per il parziale. Nel secondo set i gialloblù vanno avanti e si apre quasi una partita a scacchi sui turni in battuta. Il set point per Perugia si concretizza con l’ace di Russo. Qualche difficoltà in partenza per la Sir nell’ultimo set, ma Leon sale in cattedra, mette la sua firma sugli ultimi punti e conquista la vittoria in trasferta.

I PROTAGONISTI-

Radostin Stoytchev (Allenatore NBV Verona)- « Leon ha fatto la differenza con le sue giocate individuali, soprattutto nel terzo set. Complimenti a lui e a Perugia. Noi non abbiamo saputo tenere il vantaggio in quel set. Lì si è decisa la partita, ma un’altra opportunità l’avevamo avuta anche nel secondo. Quando non sai coglierle diventa dura contro squadre così forti ».

Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)- « Prima della fase finale del terzo set non avevo battuto bene. Poi ho trovato una bella serie con due ace, ma tutti i ragazzi hanno lavorato bene con il muro-difesa in quel frangente e siamo riusciti a chiudere a nostro favore. Questo ci dà fiducia e ci insegna che non importa quanti punti siamo sotto perché sappiamo che possiamo rientrare. È stata una bella partita ed è una vittoria importante contro una NBV Verona che si è confermata in un ottimo momento. Portiamo i tre punti a casa e ci concentriamo sulle prossime gare ».

IL TABELLINO-

NBV VERONA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3 (22-25, 22-25, 23-25)

NBV VERONA: Spirito 2, Kaziyski 12, Aguenier 3, Boyer 16, Asparuhov 10, Zanotti 1, Bonami (L). N.E. Jaeschke, Kimerov, Peslac. All. Stoytchev.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 4, Leon Venero 20, Ricci 7, Ter Horst 8, Plotnytskyi 10, Solé 7, Sossenheimer 0, Russo 1, Colaci (L), Piccinelli (L), Zimmermann 0, Vernon-Evans 0. N.E. Atanasijevic, Biglino. All. Heynen.

ARBITRI: Pozzato, Curto.

NOTE – durata set: 30′, 28′, 28′; tot: 86′.

MVP: Wilfredo Leon Venero (Sir Safety Conad Perugia)

VERO VOLLEY MONZA – CUCINE LUBE CIVITANOVA-

Una Cucine Lube Civitanova concreta e determinata espugna in tre set il campo del Vero Volley Monza ottenendo così la quarta vittoria in altrettante gare in SuperLega. I biancorossi trovano nel primo set il break giusto proprio nel finale, mentre nel secondo parziale compiono una maxi rimonta che segna la gara e spegne l’entusiasmo di Monza a un passo dall’1-1. Avanti 2-0, Juantorena e compagni non si deconcentrano e tengono in pugno il terzo set contro un avversario comunque sempre combattivo, segno del livello della prestazione degli uomini di De Giorgi. Simon, trascinatore nella rimonta del secondo set, è l’MVP con ben 5 ace, 14 punti messi a segno e l’86% in attacco. In doppia cifra anche Rychlicki, Leal e Juantorena, chiamati in causa con lucidità da De Cecco nel corso della gara.

Fefè De Giorgi parte come previsto con De Cecco-Rychlicki, Simon-Anzani, Juantorena-Leal, Balaso libero. Coach Soli tiene Lanza in panchina e inizia con Dzavoronok-Sedlacek in banda, poi Orduna-Lagumdzija, Holt-Galassi, Federici libero.

La Cucine Lube Civitanova si trova avanti per la prima volta sull’errore di Dzavoronok (6-7), Monza non molla e si appoggia sui colpi del turco Lagumdzija (9 punti nel set) che ferma a muro Leal (11-10). Proprio Leal al servizio rispinge avanti i biancorossi (11-13) ma Sedlacek dai nove metri e il neo entrato Lanza in pipe firmano il 17-16 per i lombardi. Continua il botta e risposta con il muro di Simon su Galassi (17-18), poi Dzavoronok non trova il campo regalando il +2 ai cucinieri (18-20). A sigillare il set ci pensa Simon con due ace consecutivi (20-24), chiude un errore in battuta di Lagumdzija 20-25. Entrambe le squadre attaccano al 70% in questo primo set.

C’è Beretta in campo nel secondo set per Monza e proprio il centrale firma il primo break per i lombardi con il muro su Anzani (9-7), Rychicki risponde subito (9-9): l’equilibrio continua nel secondo set, poi Monza prova a scappare con Sedlacek e Orduna ancora in battuta (17-14). Un vantaggio che i lombardi tengono stretto, Rychlicki non trova le mani del muro (21-17), Simon non si arrende e inizia lo show in battuta: firma tre ace, Anzani e Juantorena fanno il resto sotto rete a la Cucine Lube piazza un maxi parziale di 0-6 che la porta al set ball (22-24). Chiude un lungolinea del capitano biancorosso 23-25. Per Simon 6 punti e 3 ace decisivi nel finale del set.

Ancora Simon protagonista del 4-6 Cucine Lube con un tocco sotto rete in avvio di terzo set, Soli gioca la carta Lanza in campo per Sedlacek, Beretta aggancia dai nove metri (6-6) ma arriva un altro break biancorosso con Leal e Rychlicki concreti in contrattacco (8-11) sfruttando l’attenzione in difesa dei cucinieri (c’è Marchisio in campo per Balaso nelle azioni di difesa). Leal mura il 9-13, il solito Beretta in battuta trova due ace consecutivi (14-15): la Cucine Lube non si scompone e costruisce un nuovo break con Juantorena e Leal (16-20). È quello decisivo, chiude Juantorena 20-25.

I PROTAGONISTI-

Filippo Lanza (Vero Volley Monza)- « Peccato davvero per quel secondo set dove eravamo ad un passo dal conquistarlo. Se ci fossimo riusciti avremmo dato qualche certezza in meno a loro. Il nostro campionato deve iniziare da ora: dobbiamo reagire alle sconfitte subite contro Milano, Verona e stasera. Dobbiamo essere dei leoni già a partire da mercoledì, cercando di mettere in campo un’altra mentalità, aggredire Padova fin da subito come abbiamo fatto nelle prime partite della stagione. Basta riproporre il nostro gioco, senza inventarci nulla di nuovo, e farlo con aggressività. Sono felice del mio rientro in campo, una sensazione personale bella che ha riacceso in me l’entusiasmo. Sapevamo che dall’altra parte della rete c’era una squadra con delle individualità importanti che da anni sta facendo grandi cose in campionato ma dobbiamo ripartire subito ».

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova)- « Monza è un campo molto difficile, lo conosciamo molto bene anche se nella scorsa stagione non ci abbiamo giocato, i nostri avversari hanno battagliato e giocato come ci aspettavamo, noi dovevamo resistere alle difficoltà e ci siamo riusciti. Come nel secondo set, una rimonta importantissima con Simon che ha fatto un’ottima serie in battuta. Alla fine è arrivata una vittoria da tre punti e questo è l’importante ».

IL TABELLINO-

VERO VOLLEY MONZA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (21-25, 23-25, 20-25)

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 1, Dzavoronok 8, Galassi 1, Lagumdzija 14, Sedlacek 5, Holt 5, Falgari (L), Lanza 4, Beretta 6, Federici (L), Calligaro 0. N.E. Brunetti, Ramirez Pita. All. Soli.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 1, Juantorena 13, Anzani 5, Rychlicki 14, Leal 14, Simon 14, Marchisio (L), Balaso (L), Hadrava 0, Yant Herrera 0, Kovar 0. N.E. Falaschi, Larizza. All. De Giorgi.

ARBITRI: Lot, Giardini.

NOTE – durata set: 27′, 31′, 28′; tot: 86′.

MVP: Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)

KIOENE PADOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

Una Kioene Padova che gioca tra luci e ombre lascia passare la Tonno Callipo Vibo Valentia guidata dallo storico coach bianconero Valerio Baldovin. Gara dal sapore particolare anche per Marco Vitelli, che ha vestito la maglia calabrese per due stagioni, stasera autore di 13 punti. Avvio di match equilibrato quello alla Kioene Arena. Sul 22-23 primo sorpasso ospite, Cuttini fa prendere fiato ai suoi. Il muro di Defalco segna il primo set per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (23-25). Braccio di ferro anche nel secondo parziale (21-21). Vibo si porta in vantaggio di due set con il muro di Cester su Stern (24-26). Nel terzo parziale Padova riapre la gara. Importante una chiamata al Video Check che smentisce la decisione arbitrale (la battuta di Dirlic è in campo) per il 18-16. Si lotta punto a punto, ma Volpato riapre la gara alla Kioene Arena con il primo tempo che vale il 25-23. Il sestetto di Baldovin tenta di resettare premendo l’acceleratore, ma Padova non molla. I bianconeri mettono la freccia del sorpasso con l’attacco di Fox 14-13. In casa Kioene un dolore alla gamba per Wlodarczyk impone il cambio precauzionale con Milan. Il turno in battuta di Casaro è positivo, 18-17. Al ritorno da un time out gli ospiti cambiano marcia e il muro di Cester porta la Tonno Callipo sul +2 (18-20). L’ace di Rossard e il muro di Aboubacar (22-25) sigillano il match. Mercoledì 14 ottobre la Kioene Padova ha in programma un’altra sfida casalinga. In Veneto arriva Monza.

I PROTAGONISTI-

Nicolò Casaro (Kioene Padova)- « Stasera ci hanno penalizzato gli episodi. Abbiamo perso ai vantaggi quasi tutti i set. Questa squadra può fare di più, ci manca la fame nei momenti decisivi ».

Valerio Baldovin (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Sono molto contento di questo inizio di stagione, abbiamo raggiunto due risultati utili consecutivi. Tornare a Padova, un posto caro, è emozionante. Sono soddisfatto dei palloni difesi e della prestazione di squadra ».

IL TABELLINO-

KIOENE PADOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 1-3 (23-25, 24-26, 25-23, 22-25)

KIOENE PADOVA: Shoji 0, Wlodarczyk 13, Vitelli 13, Stern 22, Milan 5, Volpato 9, Gottardo (L), Danani La Fuente (L), Casaro 0, Bottolo 5, Merlo 0. N.E. Bellomo, Fusaro, Canella. All. Cuttini.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Saitta 2, Rossard 15, Chinenyeze 7, Drame Neto 14, Defalco 12, Cester 9, Sardanelli (L), Rizzo (L), Dirlic 6, Corrado 0, Chakravorti 0, Gargiulo 1, Almeida Cardoso 0. N.E. Fioretti. All. Baldovin.

ARBITRI: Boris, Armandola.

NOTE – durata set: 30′, 31′, 30′, 33′; tot: 124′.

MVP: Davide Saitta (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)

LEO SHOES MODENA – ALLIANZ MILANO-

È una prima volta storica per l’Allianz Powervolley: Milano espugna il PalaPanini di Modena e batte 3-1 i padroni di casa della Leo Shoes. 24-26, 19-25, 25-20, 24-26 i parziali con cui Matteo Piano e compagni hanno avuto la meglio sui propri avversari in 2 ore e 2 minuti che hanno consegnato alla compagine milanese il primo storico successo in terra emiliana. Nei precedenti 17 confronti infatti la società del presidente Fusaro aveva vinto solo 2 volte, entrambe però in confronti casalinghi. La vittoria nella quarta giornata di Superlega consegna a Milano tre punti importanti per la classifica e assegna il primo big match della stagione all’Allianz Powervolley.

È stata una sfida emozionante ed incredibile quella andata in scena nel tempio del volley di Modena, che ha permesso ai ragazzi di coach Piazza di trovare l’immediato riscatto dopo lo stop di mercoledì contro Vibo. Milano ritrova subito il sorriso e lo fa con una prestazione grintosa, determinata e precisa, dando un segnale preciso non solo al proprio avversario di giornata, ma anche a tutto il campionato. Milano c’è e l’aver espugnato per la prima volta un palazzetto molto caldo e difficile come quello modenese ne è la logica dimostrazione. Il rammarico ed il dispiacere di aver approcciato male la sfida contro Vibo Valentia del turno infrasettimanale è stata rapidamente convertita in desiderio di rivincita che i vari Sbertoli, Patry, Maar ed Ishikawa hanno tradotto in campo. L’Allianz Powervolley ha saputo trovare le giuste chiavi di lettura in un match in cui anche la Modena dell’ex Andrea Giani ha provato a recitare la sua parte, soprattutto nel primo set, ma senza esito. Sbertoli in regia ha saputo magistralmente aiutare i suoi compagni a trovare gli spazi giusti per colpire in attacco, con il sempre ottimo Pesaresi a guidare la seconda linea meneghina, che ha retto bene sotto i colpi dei modenesi. Encomio speciale per l’MVP di giornata: Yuki Ishikawa sta prendendo per mano la squadra e la prestazione odierna dimostra ampiamente le qualità dello schiacciatore giapponese che ha chiuso con 22 punti ed il 43% in attacco. Al coro degli attaccanti non è mancato l’ottimo apporto di Jean Patry: l’opposto francese si è caricato la squadra sulle spalle soprattutto nel primo set ed ha chiuso la contesa con 23 punti (best scorer del match) ed il 51% in attacco.

Primo break Modena con la pipe di Karlitzek (4-2), poi Piano trova il pertugio per il primo tempo vincente (4-3). Milano ricostruisce con muro-difesa e Patry trova il 4 pari. Il break lo piazza Ishikawa in contrattacco per il 5-7, con il punto di Patry dopo uno scambio combattuto (5-8). Accorcia Modena con il mani out di Karlitzek (8-9), con il nuovo vantaggio dei padroni di casa che arriva con Petric (11-10). Nuovo +2 Modena con l’ace di Mazzone (16-14), ma il pari arriva subito con Patry prima e Maar poi (16-16). Ace di Ishikawa ed è 16-17, poi è bravo Patry a stoppare a muro Petric (18-19). Ace di Patry su Grebbenikov (18-20), con Modena che trova il 21 pari. Out il primo tempo di Mazzone (21-23), con Modena a trovare il 24 pari. Ishikawa da posto 2 per il 24-25, poi Kozamernik chiude per il 24-26.

Invasione Modena ed è 2-4 per Milano all’inizio del secondo set. Muro Patry e Milano corre sul 3-6 con time out per Giani. Ancora Milano a spingere sull’acceleratore con la formazione di coach Piazza che trova il 3-8 sull’errore di Modena. Bossi non passa su Kozamernik per il muro di Milano (3-9), ed è ancora il muro di Milano a stoppare i padroni di casa con Patry su Estrada Mazorra (5-12). Ace di Patry e l’Allianz Powervolley trova il +8 (6-14). Piano sbaglia due primi tempi e Modena accorcia le distanze (9-14), con Piano che si riscatta dai nove metri (10-17). Maar trova la diagonale vincente del 13-20, mentre la diagonale di Ishikawa vale il 16-23. Modena prova a rifarsi sotto sull’errore di Milano (19-23), con Ishikawa a chiudere per il 19-25.

Modena approccia meglio al terzo set e con Petric trova il 4-2. Il pari arriva con Ishikawa (5-5), Monster block di Kozamernik su Estrada Mazorra (5-6), con l’ace di Ishikawa che porta Milano sul +3 (6-9). Si rifà sotto Modena con l’ace di Mazzone (9-10) fino al pari di Estrada Mazorra (10-10). Modena continua a spingere e sul 12-11 Piazza chiama il primo time out. Ace di Maar per il 13-13, ma Modena vola con Mazorra (17-14). Errore di Ishikawa e Modena vola sul 22-17, fino al 25-20 che arriva sull’errore a servizio di Basic.

Ancora Modena che spinge nel quarto parziale con Mazorra (7-4) e costringe Piazza al primo time out. Il +4 arriva sull’ace di Christenson (10-6), con Maar per il mani out del 12-9. Ancora il canadese per il -2 (12-10), con Patry che trova l’ace del 12-11. La parità arriva con il muro di Ishikawa (14-14),  con il giapponese che si ripete di nuovo su Mazorra (15-16). Nuovo vantaggio Modena con Mazzone (17-16), con Mazorra a trovare il +2 (20-18). Nuova parità sul 20 pari, con Ishikawa che colpisce per il 22-22. Ace di Karlitzek ed è 24-22, ma è Ishikawa a trovare il 24 pari. Il 24-25 lo mette a terra Kozamernik a muro, con il finale che recita 24-26.

I PROTAGONISTI-

Nemanja Petric (Leo Shoes Modena)- « Partita difficile da commentare, volevamo iniziare con un approccio diverso eppure potevamo portare a casa il primo set. Ci manca lucidità nei finali, sapevamo che sarebbe stata una battaglia ma dovevamo essere più aggressivi, anche perché il gioco c'è e a tratti lo dimostriamo, è difficile accettare un'altra sconfitta casalinga ».

Roberto Piazza (Allenatore Allianz Milano). «Credo che i ragazzi abbiano fatto da soli tutto, nel senso che sono stati bravissimi. Non era facile recuperare la situazione dopo la sconfitta casalinga, soprattutto dal punto di vista mentale e ci hanno messo del loro sicuramente. Quindi i complimenti vanno totalmente ai ragazzi: quando la squadra gioca così vuol dire che stanno crescendo e che il gruppo si sta rafforzando».

IL TABELLINO-

LEO SHOES MODENA – ALLIANZ MILANO 1-3 (24-26, 19-25, 25-20, 24-26)

LEO SHOES MODENA: Christenson 3, Karlitzek 6, Stankovic 8, Vettori 2, Petric 21, Mazzone 8, Iannelli (L), Bossi 0, Grebennikov (L), Lavia 10, Estrada Mazorra 15. N.E. Lusetti, Sala. All. Giani.

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 0, Ishikawa 22, Kozamernik 5, Patry 23, Maar 9, Piano 5, Pesaresi (L), Staforini (L), Weber 2, Basic 0, Daldello 0, Mosca 0. N.E. All. Piazza.

ARBITRI: Frapiccini, Cerra.

NOTE – durata set: 34′, 28′, 27′, 33′; tot: 122′.

MVP: Yuki Ishikawa (Allianz Milano)

CONSAR RAVENNA – TOP VOLLEY CISTERNA-

Sotto gli occhi del presidente della Fipav Bruno Cattaneo e del commissario degli arbitri di Serie A, Fabrizio Pasquali, ospiti illustri al Pala De Andrè, la Consar incamera la prima vittoria in questa SuperLega Credem Banca con un 3-0 senza troppe discussioni. Sull’ispiratissima asse Pinali-Zonca, promosso titolare da coach Bonitta, Ravenna trova ben 32 punti. Il resto arriva dagli evergreen Redwitz (spettacolare un suo recupero difensivo sul finire del primo set) e Mengozzi (7 punti, con 2 muri e un 71% in attacco), ma anche dal gioco corale di una squadra che continua a esprimere una buona pallavolo. La Top Volley, affidata pro tempore al vice Cocconi, non riesce a risollevarsi. Il solo Randazzo, 15 punti al suo attivo, non basta. Cisterna paga dazio a muro (10-3 il parziale) e nella gestione finale dei set, soprattutto nel primo e nel terzo sprecando il vantaggio acquisito. Primo set in altalena con la Consar che prende subito un margine di 4 punti (9-5) ma poi subisce il ritorno della Top Volley che pareggia a quota 11 e tenta l’allungo nel finale (19-21) con l’ex Tillie. Redwitz, con un recupero straordinario fino al tavolo dei giudici, serve a Zonca il pallone buono che mette la Consar sulla strada del sorpasso. I romagnoli chiudono 25-22 con un ace di Loeppky, appena entrato, e con un punto del solito Pinali. Diversi errori dalla zona di battuta nel secondo set, che scivola via punto a punto fino all’11 pari. Qui, il primo allungo della Consar si rivela decisivo: i 4 punti di margine, in cui c’è il timbro di Zonca (80% in attacco in questo set) vengono gestiti e difesi bene dalla squadra di Mengozzi che chiude 25-21 con un errore al servizio di Rossato. Punto a punto anche all’inizio del terzo set, poi le due squadre si affrontano a colpi di mini-break da tre punti. Lo sprint decisivo è della Consar che, sotto 16-19, trova la forza per balzare davanti 22-20 e chiudere con un ace di Pinali (3 i suoi punti dalla linea dei 9 metri).

I PROTAGONISTI-

Rafael Redwitz (Consar Ravenna)- « Abbiamo un grande spirito di squadra e crediamo fino alla fine di poter vincere i set. Abbiamo dimostrato nelle ultime partite che noi siamo questi. Siamo riusciti a fare una gara piena, a vincere e non era facile perché eravamo a conoscenza delle difficoltà di Cisterna e sapevamo anche di avere la responsabilità di dover vincere. Sono soddisfatto e contento per il risultato e la prestazione ».

Oreste Cavuto (Top Volley Cisterna)- « Ravenna non ha avuto qualcosa in più, ha avuto tutto in più. Quando trovi una squadra che vince 3-0 giocando bene a pallavolo, poi fai fatica soprattutto fuori casa. Dobbiamo lasciare fuori dal campo le voci e i voti del volley mercato perché poi la pallavolo è un’altra cosa, si gioca di fronte ai rivali, non durante le trattative. L’unico modo per uscire da questa situazione è lavorare in palestra. C’è stato un cambio in panchina, arriverà un nuovo coach e cercheremo di risolvere tutti i problemi ».

IL TABELLINO-

CONSAR RAVENNA – TOP VOLLEY CISTERNA 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)

CONSAR RAVENNA: Redwitz 1, Recine 8, Grozdanov 7, Pinali 19, Zonca 13, Mengozzi 7, Giuliani (L), Batak 0, Kovacic (L), Koppers 0, Loeppky 1. N.E. Grottoli, Rossi, Pirazzoli. All. Bonitta.

TOP VOLLEY CISTERNA: Seganov 2, Tillie 8, Rossi 6, Szwarc 12, Randazzo 15, Krick 5, Rondoni (L), Onwuelo 0, Cavaccini (L), Rossato 0. N.E. Sabbi, Cavuto, Sottile. All. Cocconi.

ARBITRI: Piana, Luciani.

NOTE – durata set: 30′, 28′, 30′; tot: 88′.

MVP: Paolo Zonca (Consar Ravenna)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – ITAS TRENTINO-

La corsa in SuperLega Credem Banca dell’Itas Trentino riparte dal PalaBanca di Piacenza. Nell’impianto in cui ha spesso giocato epiche sfide nei Play Off Scudetto, stasera la formazione gialloblù è tornata infatti a dare confidenza alla vittoria, superando a domicilio la Gas Sales Bluenergy col netto punteggio di 3-0.
Un risultato che consente di muovere nuovamente la classifica (in cui gialloblù salgono a quota sei punti), ma che serve soprattutto per innalzare il morale della squadra di Lorenzetti. Reduci da due sconfitte consecutive in tre set nell’ultima settimana, Giannelli e compagni hanno gettato in campo tutta la loro voglia di riscatto che sovente è passata per le mani di Nimir (20 punti col 77% in attacco, un muro e due ace) ma anche per quelle dei ritrovati Lisinac (10 col 75% in primo tempo, 2 muri e 2 battute punto che hanno chiuso la partita) e Lucarelli (8 con l’80%). Il tutto orchestrato da un Simone Giannelli perfetto in cabina di regia, come raccontano bene gli zero muri realizzati dai padroni di casa ed il 68% di squadra a rete. Bene anche l’ex di turno Kooy, autore di 13 palloni vincenti ma anche di una prova di sostanza in seconda linea.

I PROTAGONISTI-

Aaron Russel (Gas Sales Piacenza)- « Abbiamo affrontato una grande squadra: nel terzo set non abbiamo mollato e volevamo riprendere la partita per cercare di conquistare almeno un punto ma non ci siamo riusciti, Trento ha giocato meglio rispetto alle scorse settimane quando non era riuscita a esprimersi al suo livello, oggi sono scesi in campo molto concentrati e desiderosi di fare bene contro di noi. Da domani torniamo in palestra perché mercoledì ci aspetta subito un’altra gara tosta ».

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Non so dire se siamo usciti dalla difficile situazione in cui ci eravamo messi durante gli ultimi sette giorni. Archiviamo una settimana impegnativa, con i ragazzi che hanno visto con i loro occhi che sappiamo giocare una buona pallavolo. Tante volte pur riuscendo ad esprimerci bene non sempre si riesce a vincere, ma in questo caso siamo riusciti ad applicarci con costanza e continuità e sicuramente questa è la strada giusta per risalire la china ».

IL TABELLINO-

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – ITAS TRENTINO 0-3 (22-25, 13-25, 21-25)

 GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Hierrezuelo 2, Clevenot 8, Polo 3, Grozer 16, Russell 8, Candellaro 3, Fanuli (L), Scanferla (L), Antonov 1, Botto 0, Izzo 0. N.E. Tondo, Shaw. All. Bernardi.

ITAS TRENTINO: Giannelli 1, Santos De Souza 8, Lisinac 10, Abdel-Aziz 20, Kooy 13, Podrascanin 6, Rossini (L), De Angelis (L). N.E. Sosa Sierra, Sperotto, Cortesia, Argenta. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Sobrero, Vagni.

NOTE – durata set: 28′, 23′, 27′; tot: 78′.

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Itas Trentino)

I RISULTATI-

Leo Shoes Modena-Allianz Milano 1-3 (24-26, 19-25, 25-20, 24-26);

Consar Ravenna-Top Volley Cisterna 3-0 (25-22, 25-21, 25-21);

Kioene Padova-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 1-3 (23-25, 24-26, 25-23, 22-25);

NBV Verona-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (22-25, 22-25, 23-25);

Vero Volley Monza-Cucine Lube Civitanova 0-3 (21-25, 23-25, 20-25);

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Itas Trentino 0-3 (22-25, 13-25, 21-25) Ore 17:00

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 12, Cucine Lube Civitanova 11, Allianz Milano 9, Leo Shoes Modena 6, Itas Trentino 6, Gas Sales Bluenergy Piacenza 6, NBV Verona 6, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 6, Consar Ravenna 4, Vero Volley Monza 3, Kioene Padova 3, Top Volley Cisterna 0.

IL PROSSIMO TURNO- 14/10/2020 Ore: 20.30-

Sir Safety Conad Perugia-Top Volley Cisterna;

Itas Trentino-Leo Shoes Modena Si gioca il 05/11/2020 ore 20.30;

Allianz Milano-Consar Ravenna;

Kioene Padova-Vero Volley Monza;

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Cucine Lube Civitanova;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-NBV Verona

SuperLega Gas Sales Itas Leo Shoes Allianz Vero Volley Cucine Lube

Caricamento...