Perugia torna grande contro Milano

Contro la squadra di Piazza i Block Devils vanno sotto di un set poi ingranano le marce alte e vincono 1-3 (25-21, 20-25, 21-25, 22-25)

Perugia torna grande contro Milano© Legavolley

MILANO- La Sir Safety Perugia torna a fare la grande espugnando il campo dell'Allianz Milano. Sotto di un set i Block Devils hanno preso in mano il match, sfruttando anche gli errori degli avversari in alcuni momenti decisivi, cancellando così a distanza di tre giorni la sconfitta maturata sul campo della Vero Volley Monza.

Prestazione maiuscola dei ragazzi di Heynen tornati al completo con i rientri di Biglino e soprattutto di Dragan Travica, risultato finalmente negativo ed arrivato a Milano due ore prima della partita. Il regista bianconero, subentrato durante il match, ha subito ripreso in mano le redini della squadra, sopperendo ad una condizione fisica ovviamente difficile con le sue grandi doti mentali e motivazionali.
Ma tutta la squadra ha dimostrato il temperamento dei forti. Perugia, e lo sa bene coach Heynen, non è chiaramente la squadra spumeggiante di un mese fa, ma sotto l’aspetto della determinazione, dell’abnegazione e del coraggio stasera c’è solo da applaudire.
Il successo è figlio di tutti. Certamente di un sontuoso Leon, 25 punti alla fine e per larghi tratti a caricarsi sulle spalle il peso dell’attacco. Certamente, come detto, di un Travica stoico e guida di questo gruppo, di un Solè incisivo in primo tempo, di un Ricci sempre sul pezzo. Sicuramente di un Ter Horst capace di cambiare ruolo ogni tre per due e di un Plotnytskyi sempre geniale. Ma è bello stasera poter parlare di due colonne di questa squadra. Una è Colaci, che dietro le ha difese tutte e che ha suonato la carica per tutti. L’altra è capitan Atanasijevic che non sarà al meglio, che dovrà riprendere ritmo e confidenza col taraflex, ma che rappresenta l’anima bianconera. Suo l’ultimo punto, il suggello perfetto della serata.

Piazza si presenta con Ishikawa finto opposto con Maar e Basic in posto 4.Tutti a disposizione per Heynen (compreso l’ultimissimo rientrato Travica). Il tecnico belga dà fiducia in regia a Zimmermann con Atanasijevic in diagonale. Il primo break è di Perugia con il contrattacco di Leon (1-3). Diagonale vincente di Atanasijevic (3-6). Ishikawa accorcia (5-6). Marr pareggia a quota 7, Basic sigla il sorpasso di Milano (8-7). Il muro di Russo capovolge (8-9), quello di Ricci dà il +2 ai suoi (9-11). Ishikawa pareggia subito (11-11). Out Maar, poi maniout di Atanasijevic (11-14). Maar si riscatta, l’ace di Ishikawa pareggia (15-15). Maar rimette avanti l’Allianz (16-15). Invasione del neo entrato Ter Horst (19-17). Lo smash di Russo pareggia (19-19). La pipe di Maar spinge i meneghini (21-19). Il muro di Piano vale il 23-20. Maar porta i suoi al set point (24-21). Chiude Ishikawa (25-21).
Heynen riparte con Travica in regia e Solè per Russo. Ace di Ishikawa (4-2). L’errore di Basic vale il 6-6. Leon mantiene la parità (9-9). Milano fa il break con il muro (11-9), l’errore di Ishikawa ricuce (11-11). Perugia mette la testa avanti (14-15). Maniout di Leon (15-17). Ter Horst, in campo per Atanasijevic, gioca una gran palla (19-21). Maniout chirurgico di Plotnytskyi (19-22). Invasione del muro di Milano (19-23). Il muro di Plotnytskyi porta Perugia al set point (19-24). Chiude il primo tempo di Solè (20-25).
Due di Solè in avvio di terzo parziale (2-2). Invasione di Plotnytskyi (6-4). Plotnytskyi e l’errore di Maar pareggiano i conti (6-6). Out Basic, poi ancora Solè e sorpasso Perugia (7-9). Leon porta a tre le lunghezze di vantaggio dei bianconeri (9-12). Ancora Leon, poi super punto di Ter Horst (9-14). Milano torna subito in pista con Basic (12-14). Ishikawa riporta in parità l’Allianz (14-14). Perugia riparte con due di Leon (14-16). Dopo una lunghissima pausa, va a segno Ter Horst (16-19). Il muro di Sbertoli accorcia subito (18-19). Perugia scappa e con Quarto atto con super difesa di Colaci e contrattacco di Leon (2-3). Mette anche l’ace Leon (3-5). Seba in primo tempo (5-7). La pipe di Basic pareggia i conti (9-9). Ace di Basic e vantaggio Allianz (10-9). Due invasioni in fila di Milano (10-12). Out Leon (12-12). Out anche Ter Horst e nuovo vantaggio Milano (14-13). Il muro di Solè capovolge (15-16). Leon mantiene il punto di vantaggio (18-19). Invasione di Milano sull’attacco del neo entrato Atanasijevic (18-20). Out Kozamernik (18-21). Out Atanasijevic (20-21). Leon sul muro avversario (20-22). Ace di Leon (20-23). Milano non ci sta e con Piano torna sotto (22-23). Fuori il servizio di Ishikawa e match point Perugia (22-24). Chiude capitan Atanasijevic (22-25).

I PROTAGONISTI-

Roberto Piazza (Allenatore Allianz Milano)- «A Milano manca ancora il killer instinct. Dobbiamo però essere onesti: quanto tempo ho allenato questa formazione con Ishikawa opposto? Un solo giorno. Quindi siamo in un momento di difficoltà, visto che ci viene a mancare l’opposto titolare. Penso che almeno un punto lo meritavamo, ne sono sicuro, però la pallavolo è questa, va accettato il risultato del campo»

Fabio Ricci (Sir Safety Perugia)- « Sono molto contento per questa vittoria. Non era facile, Dragan (Travica, ndr) è arrivato a Milano due ore prima della partita. Adesso non siamo belli da vedere, ma finalmente siamo al completo e stasera abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo. Era importante vincere dopo la sconfitta con Monza, ci permette di tornare a Perugia e metterci a lavorare con più tranquillità. La prova di Leon? Ha un talento incredibile, ci ha dato come sempre una grande mano, siamo felici di averlo nella nostra metà campo ».

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (25-21, 20-25, 21-25, 22-25)

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 1, Basic 13, Kozamernik 6, Ishikawa 16, Maar 18, Piano 9, Staforini (L), Pesaresi (L), Daldello 0, Weber 1. N.E. Meschiari, Mosca. All. Piazza.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Zimmermann 0, Leon Venero 27, Ricci 6, Atanasijevic 8, Plotnytskyi 8, Russo 2, Piccinelli (L), Travica 0, Vernon-Evans 0, Colaci (L), Ter Horst 7, Solé 10. N.E. Biglino, Sossenheimer. All. Heynen.

ARBITRI: Pozzato, Venturi.

NOTE – durata set: 27′, 29′, 40′, 34′; tot: 130′.

Commenti