Il posticipo è di Modena al tie break

Petric e soci vincono la battaglia di Cisterna imponendosi in rimonta per 3-2 (19-25, 25-19, 27-25, 22-25, 7-15)

Il posticipo è di Modena al tie break© Leo Shoes

CISTERNA (LATINA) - La Leo Shoes Modena espugna il Palazzetto di Cisterna al tie break, in rimonta dopo un’autentica maratona di due ore e venti minuti. I giocatori di entrambe le squadre hanno giocato con il segno rosso sul viso per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. 

In avvio di match coach Boban Kovac tiene a riposo Seganov e Tillie e lascia spazio a Sottile in diagonale con Sabbi che debutta in questa stagione di Superlega, di banda Cavuto e Randazzo al centro Krick e Szwarc con Cavaccini libero. Dall’altra parte della rete Christenson con Vettori opposto, di banda Karlitzek e Petric, Mazzone e Stankovic al centro con Grebennikov libero.

La Top Volley Cisterna cede il primo set a Modena 19-25. Dopo un avvio interessante con Sabbi subito protagonista (1-4) Modena riesce a riportarsi avanti sul 5-6 capovolgendo la situazione: con Petric al servizio Modena completa un break pesante (1-10) che spacca in due il parziale. Gli ospiti vanno meglio dalla linea dei nove metri e a muro, mentre in casa dei pontini non si riesce mai a piazzare una striscia tale da permettere un riavvicinamento da parte di Sabbi e compagni. Nel finale di set i pontini provano a impensierire Vettori e compagni ma non basta.

Nel secondo set la Top Volley Cisterna rimette subito il match in equilibrio vincendo con autorevolezza il parziale (25-19). Meglio a muro in pontini che piazzano addirittura cinque Block vincenti solo in questo spicchio e ancora più continui dalla linea del servizio: equilibrio in avvio (9-8) la Top si stacca dal 14-10 fino al 17-12 e costringendo Modena a spezzare l’inerzia con i time-out. Sul 19-13 Kovac manda in campo anche Tillie e Seganov, Sabbi non è sazio (22-14) e la Top chiude il parziale 25-19 con tre set point annullati.

Non si ferma la Top Volley che vince anche il terzo spicchio di gara e lo fa a suon di muri (ben sette in questo set) con un Sabbi scatenato e con un Cavuto deciso a fare la differenza. Modena parte meglio (2-9) poi Cisterna ricuce (9-12) e sul 12-14 Giani chiama il time-out, si procede con Modena ancora avanti ma la Top è sempre in partita (16-17). Sul 19-19 i pontini agganciano poi il finale è spettacolare con Vettori e Sabbi a darsele di santa ragione, ci sono anche moltissimi errori da una parte e dall’altra. Top annulla un set point e piazza due muri vincenti di fila per il 25-24: ancora errori al servizio (26-25) ma i pontini chiudono con Cavuto ma è Sottile il protagonista con una spettacolare alzata di piede.

Karlitzek trascina Modena contro la sua ex squadra e con sette punti personali del tedesco la Top Volley cede il quarto spicchio di partita agli avversari 22-25. La Top Volley spinge per chiuderla mentre Modena risponde e il quarto set è spettacolare (8-10, 12-12, 14-16) si gioca praticamente tutto punto a punto e l’equilibrio continua anche nel finale con scambi lunghissimi e tantissime difese: sul 20-20 Sabbi sbaglia il servizio, Modena ne approfitta e riesce a piazzare un altro break (21-24) e chiude 22-25 costringendo il match al tie-break.

Nel tie-break dal 4-4 Modena si stacca (4-7) e cambia campo avanti di quattro lunghezze. La Top Volley non riesce a riprendere Modena che si stacca e forzando tantissimo chiude il match.

I PROTAGONISTI-

Boban Kovac (Top Volley Cisterna)- «Sono soddisfatto perché so in che condizioni siamo dopo questo lungo stop, i miei ragazzi non stavano in piedi, ma la situazione è questa. Quello che non mi è piaciuto è che non abbiamo messo in pratica la nostra tattica, perdiamo tanti punti sempre allo stesso modo pur sapendo cosa avrebbe fatto il nostro avversario. Se siamo in difficoltà dobbiamo essere più bravi tatticamente. Complimenti a Modena che è stata sempre presente: noi ci siamo allenati solo quattro giorni, ho avuto paura che si facessero male. Sabbi? Bravissimo ma non ha giocato per otto mesi a pallavolo, questa era la sua prima partita dopo tanto tempo. Devo capire perché dopo un set vinto ripartiamo in quello successivo subito andando sotto: dobbiamo avere più energia positiva e testa libera».

Andrea Giani (Allenatore Leo Shoes Modena)- « Il terzo set dovevamo portarlo a casa, ma facciamo anche un applauso a Cisterna che è riuscita a stare in campo alla grande, dimostrando che si può fare anche nelle difficoltà. Il bicchiere è pieno perché abbiamo vinto e siamo usciti bene da una partita strana. Monza ? Iniziamo un tour de force e ogni partita giocheremo per vincere ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY CISTERNA – LEO SHOES MODENA 2-3 (19-25, 25-19, 27-25, 22-25, 7-15)

TOP VOLLEY CISTERNA: Sottile 1, Cavuto 10, Krick 8, Sabbi 16, Randazzo 12, Szwarc 14, Rondoni (L), Cavaccini (L), Seganov 0, Onwuelo 0, Tillie 0. N.E. Rossato, Rossi. All. Kovac.

LEO SHOES MODENA: Christenson 5, Karlitzek 19, Stankovic 8, Vettori 13, Petric 11, Mazzone 11, Iannelli (L), Grebennikov (L), Lavia 2, Estrada Mazorra 2, Porro 0. N.E. Bossi, Rinaldi, Sanguinetti. All. Giani.

ARBITRI: Zavater, Talento.

NOTE – durata set: 29′, 24′, 41′, 31′, 14′; tot: 139′.

Commenti