Perugia 'espugna' il Pala Barton, giocherà per il tricolore

Gli uomini di Grbic eliminano in Gara 5 Modena con la prima vittoria casalinga della serie di Semifinale. I bianconeri si impongono in rimonta 3-1 (19-25, 25-20, 27-25, 25-15) e staccano il pass per la serie finale contro Civitanova
Perugia 'espugna' il Pala Barton, giocherà per il tricolore© Legavolley

PERUGIA- In un PalaBarton infuocato i Block Devils superano in quattro set in rimonta la Leo Shoes  Perkinelmer Modena 3-1 (19-25, 25-20, 27-25, 25-15) in gara cinque di semifinale playoff e staccano il biglietto per l’atto conclusivo della Superlega, ancora una volta, contro Civitanova.
Match per tre set, come sempre nella serie, combattuto e spettacolare. Modena gioca una grande pallavolo nel primo parziale, Perugia reagisce nel secondo. Il terzo è quello decisivo. Dopo mille emozioni la spuntano i padroni di casa ai vantaggi 27-25 con il colpo vincente di Anderson. Nel quarto Perugia gioca sulle ali dell’entusiasmo, Modena cala ed il sigillo finale ancora di Anderson chiude 25-15.
È ancora il muro il grande protagonista nella metà campo bianconera. 15 i punti diretti nel fondamentale per Perugia contro i 7 di Modena. Differenza anche in attacco dove i bianconeri chiudono con il 57% contro il 45% dei gialli.
Mvp uno stratosferico Anderson. L’americano ne mette 21 con il 74% in attacco. Doppia cifra in casa Sir anche per Leon (19 punti con 6 ace) e Rychlicki (19 con il 67% sotto rete). Giannelli gestisce alla grande l’attacco di casa, ingressi fenomenali dalla panchina per Piccinelli e Mengozzi.
Domenica, sempre al PalaBarton, il via alla finale scudetto con gara 1.

Il muro di Ricci apre il match. Anderson pesta la linea dei tre metro poi ace di Van Garderen (2-4). Ace di Leon, poi muro di Solè (6-5). Mazzone in contrattacco (6-7). Muro vincente di Nimir (7-9). Ancora Nimir mantiene le distanze (10-12). Muro di Stankovic (10-13). Ace di Stankovic (11-15). Perugia non riesce ad avvicinarsi, anzi Stankovic allunga a +5 per Modena (14-19). Fuori l’attacco di Leon (16-22). In rete il servizio del capitano bianconero, set point Modena (18-24). Ngapeth manda avanti i suoi (19-25).
2-2 in avvio dopo il muro di Leon. Mette anche la pipe Leon, poi muro di Ricci (5-3). Muro anche di Rychlicki, poi out Mazzone (8-4). Stankovic dimezza (8-6). Anderson (attacco ed ace) fa ripartire Perugia (10-6). Contrattacco di Rychlicki (11-6). Il turno al servizio di Nimir (3 ace) riporta la situazione in parità (11-11). Ngapeth porta avanti i suoi (12-13). Doppio ace di Leon, poi muro di Solè (17-14). Leon mantiene le distanze (21-18). Il muro a tre ferma Ngapeth (23-19). Rychlicki porta Perugia al set point (24-20). Chiude Anderson (25-20).
Nimir lancia Modena (2-4). Ancora l’olandese (4-7). Fuori Anderson (5-9). Perugia torna a contatto con l’ace di Leon (11-12). Rychlicki pareggia i conti (14-14). Il muro di Stankovic rimette avanti Modena (15-17). Muro del neo entrato Mengozzi (16-17). Leon pareggia ancora (17-17). Muro vincente di Solè (20-19). Giannelli di seconda intenzione (22-21). Nimir segna il punto del 23-23. Anderson in pipe, set point Perugia (24-23). Van Garderen manda il set ai vantaggi (24-24). Fuori i servizi di Van Garderen e Rychlicki (25-25). Rychlicki (26-25). Anderson raddoppia per Perugia (27-25).
Leon in avvio (2-0). Muro vincente di Mengozzi (6-3). Nimir accorcia (7-6). Muro vincente di Giannelli (10-7). Gli ace di Rychlicki e Leon creano il gap (14-8). Ancora ace di Leon (16-8). Rychlicki dalla seconda linea e poi a muro (19-10). Anderson sulle mani alte (20-11). Solè per le vie centrali (23-14). Fuori Nimir, match point Perugia (24-14). Anderson firma il punto che vale la finale! (25-15).

I PROTAGONISTI-

Stefano Mengozzi (Sir Safety Conad Perugia)- « È stata una serata perfetta. Siamo stati bravi a non mollare dopo un primo set di Modena strepitoso. Poi siamo cresciuti durante la partita, soprattutto in battuta ed in generale in fase break. Il terzo set è stato decisivo, sempre punto a punto, è stato la chiave di tutto. Il nostro fantastico pubblico si merita questa finale ».

Bruno Mossa De Rezende (Leo Shoes PerkinElmer Modena)- « È stata una serie di altissimo livello tra due squadre che hanno giocato un grande volley. Sono state partite molto combattute e oggi abbiamo sofferto il loro servizio e il contrattacco. Il futuro? Ho un contratto, voglio continuare a lottare per questa maglia e questa città ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LEO SHOES PERKINELMER MODENA 3-1 (19-25, 25-20, 27-25, 25-15)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Giannelli 3, Anderson 21, Ricci 4, Rychlicki 19, Leon Venero 19, Solé 7, Piccinelli (L), Travica 0, Colaci (L), Plotnytskyi 0, Mengozzi 3. N.E. Dardzans, Ter Horst, Russo. All. Grbic.

LEO SHOES PERKINELMER MODENA: Mossa De Rezende 0, Ngapeth E. 15, Mazzone 6, Abdel-Aziz 18, Van Garderen 8, Stankovic 11, Sanguinetti 0, Rossini (L), Sala 0, Gollini (L). N.E. Ngapeth S., Leal, Salsi. All. Giani.

ARBITRI: Puecher, Goitre.

NOTE – durata set: 26′, 31′, 37′, 26′; tot: 120′

MVP: Anderson (Perugia)

Spettatori: 3456

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...