Play Off 5° posto: Piacenza-Verona e Cisterna-Monza le semifinali

Le partite di stasera, che hanno chiuso il girone all'italiana, hanno visto i successi di Piacenza a Milano, di Monza su Taranto e di Verona sul campo di Cisterna al tie break definendo classifica e accoppiamenti. Sabato in gara unica si decidono le finaliste
Play Off 5° posto: Piacenza-Verona e Cisterna-Monza le semifinali© Top Volley

ROMA-Ultima giornata del torneo dei Play Off quinto posto che ha qualificato Gas Sales Bluenergy Piacenza, Top Volley Cisterna, Vero Volley Monza e Verona Volley alle semifinali. La squadra di Bernardi ha confermato il primo posto centrando sul campo dell’Allianz il quinto successo in altrettante partite. Mantiene il secondo posto la formazione di Soli nonostante la sconfitta al tie break subita in casa contro gli scaligeri che riescono, con i due punti conquistati stasera, a qualificarsi a spese di Milano che con il ko interno chiude la stagione. Tre punti e terzo posto per la Vero Volley Monza che supera in casa la Gioiella Prisma Taranto.

LE TRE SFIDE-

VERO VOLLEY MONZA – GIOIELLA PRISMA TARANTO-

La Vero Volley Monza torna a vincere e lo fa battendo 3-0 la Gioiella Prisma Taranto nell’ultima gara del girone dei Play-Off 5° posto Credem Banca 21-22. Dopo due sconfitte di fila (Piacenza e Cisterna), i monzesi centrano il terzo successo su cinque uscite, il secondo all’Arena di Monza, staccando il biglietto per la Semifinale della competizione proprio contro una tra Piacenza e Cisterna, in campo stasera e in corsa per un posto da prime nella graduatoria. Protagonista della serata un Davyskiba in evidenza, capace di guidare i monzesi alla rimonta, con le sue accelerazioni in attacco e in battuta (2 ace), in un terzo set resosi complicato dall’approccio determinato e convinto di una Taranto organizzata e molto lucida nella fase correlazione muro-difesa (9 muri di squadra, di cui 4 a testa di Falaschi e Freimanis). Monza l’ha portata a casa anche con l’attacco (51% di squadra, contro il 40% dei pugliesi), ben interpretato da Grozer e Dzavoronok (15 e 12 punti a testa), e la precisa regia di Orduna, sfruttando inoltre la verve difensiva di Federici, bravo a contenere i tentativi offensivi degli ospiti firmati Sabbi e Gironi (16 e 13 punti). Per i pugliesi la stagione del ritorno nella massima serie finisce con una bella salvezza, mentre i rossoblù continuano la loro corsa verso un posto nella CEV Challenge Cup 2023.

Primo set- Eccheli schiera Orduna-Grozer, Grozdanov e Beretta al centro, Dzavoronok e Davyskiba bande e Gaggini libero. Di Pinto risponde con Falaschi-Sabbi, Di Martino e Freimanis al centro, GIroni e Stefani schiacciatori e Laurenzano libero. Taranto parte forte con uno scatenato Di Martino dal centro, 4-1, ma i monzesi risalgono gradualmente con Grozer, 10-8. Con uno scatenato Grozer (attacco vincente e muro), Monza mette il turbo e sorpassa, anche grazie al mani e fuori di Dzavoronok, e Di Pinto chiama la pausa sul 12-11 per i lombardi. Il diagonale di Sabbi ed il muro di Freimanis su Grozdanov vale la parità Taranto, 16-16, ma i rossoblù tornano a spingere bene con Davyskiba e Beretta per il nuovo allungo, 19-16, e Di Pinto chiama time-out. Nuova risalita dei pugliesi con Di Martino, ma ancora padroni di casa più efficaci e solidi nella fase break, con Grozer e Davyskiba (ace) a mettere a segno il 24-21. Timida reazione pugliese nel finale, 24-23, ma l’errore di Falaschi in battuta regala il primo set alla Vero Volley, 25-23.

Secondo Set-Dentro Federici per Gaggini e fuga Vero Volley Monza nel prologo con Dzavoronok e Grozer, 4-1, e Di Pinto chiama time-out. Dzavoronok continua ad andare a bersaglio (6-2), ma il turno in battuta di Sabbi (un ace per lui), agevola la correlazione muro-difesa dei pugliesi con due muri di Falaschi (muro su Grozer e Davyskiba) a segnare il sorpasso, 7-6. Davyskiba accompagna i suoi prima al pari (11-11) e poi all’allungo, insieme a Beretta (ace) e Grozer, 18-15. Ancora Grozer e Dzavoronok a spingere i rossoblù, 21-15, che lasciano poi il posto a Karyagin e Katic. Eccheli cambia anche Orduna con Calligaro: Monza si mantiene avanti con Davyskiba, 24-20, ma poi commette due sbavature che tengono in corsa gli ospiti, 24-22, ed Eccheli chiama la pausa. Davyskiba spara out da posto due, ma Freimanis fa lo stesso in battuta e Monza vince il gioco 25-23.

Terzo Set-Stessi interpreti di inizio secondo parziale in campo e punto a punto fino al 4-4. Continua l’equilibrio, con Di Martino dal centro a rispondere a Grozer dal lato (6-6) e Freimanis a Davyskiba (9-9). Break dei pugliesi agevolato da qualche sbavatura dei padroni di casa, 11-9, con Falaschi e Gironi a portare i tarantini sul 16-12. Davyskiba tenta di scuotere i suoi, ma ancora Gironi ad andare bersaglio da posto quattro (17-13 Gioiella Prisma). Davyskiba lucido e preciso in fase d’attacco, ma taranto sfrutta il vantaggio per giocare con scioltezza, 20-16. Il muro di Grozdanov su Sabbi tiene viva la Vero Volley (20-17), brava poi ad accorciare ulteriormente con Galassi (entrato per Davyskiba) e Davyskiba, 22-20. Uno straordinario Davyskiba, sul turno di Dzavoronok dai nove metri, ed il muro di Karyagin su Gironi, valgono il sorpasso rossoblù, 23-22. Gironi pareggia i conti, ma Grozer regala il set, 25-23 e la gara 3-0 a Monza.

I PROTAGONISTI-

Thomas Beretta (Vero Volley Monza)- « Arrivavamo da due brutte partite e volevamo rifarci. Oggi abbiamo giocato bene, contro un avversario complicato che ci ha dato filo da torcere ad un orario inusuale per tutti. Possiamo dunque ritenerci soddisfatti, non solo per la performance ma anche perché siamo in Semifinale dei Play-Off 5° posto. Non sappiamo ancora chi sarà il nostro prossimo avversario, ma alla fine quello che conta di più è che un passo in avanti, rispetto alle ultime uscite, l’abbiamo fatto ».

Giulio Sabbi (Gioiella Prisma Taranto)- « Non avevamo nulla da perdere, siamo scesi in campo per divertirci. Peccato per il finale del terzo set in cu probabilmente, avremmo potuto gestire meglio alcune situazioni. Ci è mancata un po’ di lucidità per allungare la partita. Si conclude una stagione esaltante, culminata con una salvezza centrata con due turni di anticipo ».

IL TABELLINO-

VERO VOLLEY MONZA – GIOIELLA PRISMA TARANTO 3-0 (25-23, 25-23, 25-23)

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 2, Davyskiba 17, Beretta 7, Grozer 15, Dzavoronok 12, Grozdanov 5, Gaggini (L), Federici (L), Katic 0, Karyagin 1, Calligaro 0, Galassi 1. N.E. Galliani. All. Eccheli.

GIOIELLA PRISMA TARANTO: Falaschi 4, Gironi 13, Di Martino 9, Sabbi 16, Stefani 1, Freimanis 9, Laurenzano (L). N.E. Alletti, Dosanjh, Randazzo. All. Di Pinto. ARBITRI: Bassan, Giardini.

NOTE – durata set: 26′, 29′, 27′; tot: 82′.

MVP: Vlad Davyskiba (Vero Volley Monza)
Spettatori: 218

TOP VOLLEY CISTERNA-VERONA VOLLEY-

Un Verona Volley mai domo si batte con le unghie e con i denti tra le mura di Cisterna e strappa un 2-3 che vale l’accesso alla semifinale Playoff 5° Posto.

Pronti, via. Cisterna cerca subito di imporre il suo gioco con due rasoiate di Dirlic e Maar, ma Verona si tiene al passo e vola a +3 sul tabellone grazie soprattutto ai colpi di Asparuhov. Il gap viene colmato quasi immediatamente complici i troppi errori in attacco degli scaligeri, e ora si gioca punto a punto. 12-12 il parziale. Mozic scarica una pipe imprendibile nella metà campo di Cisterna e lancia in fuga i suoi, ma ancora una volta alcune defiance gialloblù consentono agli uomini di Soli di tenersi al passo. Il monster block di Dirlic chiude le porte all’ennesima incursione di Mozic e consente ai suoi di centrare il momentaneo sorpasso sul 22-21. Maar gioca bene con le mani di Jensen e piazza il mani out, ma Verona riporta tutto in equilibrio sul 23-23 con un colpo ad alta quota di Asparuhov. Ma il punto del definitivo 24-26 lo mette a segno Spirito che colpisce il nastro dai 9 metri e sigla l’ace.
È sempre Cisterna a partire bene in principio di set, ma il gran turno al servizio di Mads Jensen (2 ace) favorisce il recupero e il sorpasso dei gialloblù che ora veleggiano a +2 sul 5-7. Aidan Zingel fa valere la sua esperienza al centro della rete e manda in frantumi il vantaggio scaligero portando avanti i suoi. 17-14 il punteggio. Verona fatica a reagire e Cisterna allarga il divario mettendo a terra due ace con Bossi e imponendosi con una gran murata su Jensen. Il set point lo mette a terra Raffaelli con un mani out proprio sull’opposto danese per il 25-16 finale.
Il muro dei padroni di casa continua a mettere in grande difficoltà le bocche da fuoco scaligere che ne incassano 2 nei primi 4 punti. Cisterna si porta a +2 sul tabellone con un gran colpo di Steven Maar, ma Asparuhov risponde con un monster block su Raffaelli e accorcia le distanze. 7-6 il punteggio. Il turno dai 9 metri di capitan Baranowicz mette sotto grande pressione i ricevitori scaligeri impedendo a Raphael, subentrato a Spirito, di impostare il gioco al meglio. Ma Verona trova la forza di reagire con due giocate di Nathan Wounembaina e si riporta sotto, quando siamo sul 14-13. Cisterna non cede di un metro e continua a martellare forte con Maar, ma Verona si rialca ancora una volta e agguanta il pareggio sul 19-19 con una diagonale imprendibile di Wounembaina. Il punto del sorpasso arriva dalle mani di Mads Jensen che piazza una murata imperiosa su Raffaelli. Il finale si gioca sul filo del rasoio, ma a spuntarla è Verona che chiude con una giocata di Asparuhov. 22-25 il punteggio finale.
È sempre la formazione di casa al comando ad inizio set, grazie soprattutto alla gran capacità di manovra di Baranowicz e alle coperture di Cavaccini. 8-5 il parziale. La battaglia si gioca soprattutto a muro, ma Cisterna continua a mantenersi al comando con i colpi di Rinaldi e Dirlic. Verona fatica troppo in fase di copertura e i padroni di casa dilagano portandosi sul 17-14. Il monster block di Zanotti ridà verve alla corsa dei gialloblù, ma Cisterna non concede spazi e si avvicina alla volata finale. Il punto che consegna il set agli uomini di Soli e rimanda il verdetto al tie break lo mette a terra un super Rinaldi. 25-20 il finale.
Anche il set di spareggio non si smentisce: Cisterna mette a segno una partenza sprint e si porta subito sul 4-0. Verona però rialza la testa e risponde con l’ace di Cortesia e un siluro di Mads Jensen che bruciano quasi tutto il vantaggio di casa e portano gli scaligeri a -1 sul tabellone. Si gioca punto a punto dopo il cambio campo, ma con la murata Jensen su Rinaldi arriva anche il pareggio che accende ancor più una sfida molto combattuta. 9-9 il parziale. Gli scaligeri pagano alcuni errori di troppo e tutto rimane in bilico fino all’ultimo: si va ai vantaggi sul 14-14. Ma lo strappo che decreta la vittoria di Verona, che regala l’accesso alla semifinale contro Piacenza, lo dà Wounembaina che centra un mani out decisivo.

I PROTAGONISTI-

Domenico Cavaccini (Top Volley Cisterna)- « Dietro ogni partita e ogni premio c'è una storia personale, il premio MVP di questa sera è un riconoscimento che mi porterò dietro per tanto tempo, non me lo aspettavo, sono molto contento. Sabato arriva Monza, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo finale. Ora c'è la voglia di arrivare in fondo alla competizione. Dopo i risultati ottenuti in campionato ci meritiamo un'altra soddisfazione. La Top Volley Cisterna ha fatto veramente una bella annata e abbiamo centrato un obiettivo, siamo soddisfatti ».

Raphael (Verona Volley)- « Questa vittoria è il frutto di un grande gioco di squadra. Tutti i ragazzi che sono entrati, o subentrati, hanno dato tutto, lottando su ogni pallone. Questa squadra non molla mai e ancora una volta l’ha dimostrato. Sono felice che abbiamo conquistato l’accesso alla semifinale e contro Piacenza sarà un’altra dura lotta, ma ci proveremo fino alla fine. Grande soddisfazione per noi e per i nostri tifosi, li aspettiamo numerosi sabato al Palabanca per vincere insieme ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY CISTERNA – VERONA VOLLEY 2-3 (24-26, 25-16, 22-25, 25-20, 17-19)

TOP VOLLEY CISTERNA: Baranowicz 2, Maar 12, Zingel 12, Dirlic 21, Raffaelli 14, Bossi 12, Picchio (L), Wiltenburg 2, Cavaccini (L), Rinaldi 11. N.E. Giani. All. Soli.

VERONA VOLLEY: Spirito 1, Asparuhov 18, Nikolic 2, Jensen 29, Mozic 7, Cortesia 7, Donati (L), Bonami (L), Wounembaina 6, Vieira De Oliveira 0, Qafarena 0, Zanotti 8. N.E. Magalini. All. Stoytchev.

ARBITRI: Carcione, Verrascina.

NOTE – durata set: 34′, 28′, 28′, 29′, 25′; tot: 144′.

MVP: Domenico Cavaccini (Top Volley Cisterna)

ALLIANZ MILANO- GAS SALES BLUENERGY PIACENZA-

Una vittoria da 3-1 che vale il 1° posto del girone del Play Off 5° posto. Sono questi i verdetti della quinta giornata per Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza che vince 3-1 (20-25, 29-27, 25-23, 25-19) contro l’Allianz Milano. la quinta vittoria su cinque partite giocate.

La partita è molto equilibrata, ma i biancorossi riescono a trovare il guizzo decisivo nei momenti cruciali.

Nella formazione iniziale Bernardi deve fare a meno di Holt e schiera la coppia di centrali tutta italiana Cester-Caneschi con Brizard in regia, Lagumdzija opposto, Recine e Rossard schiacciatori e Scanferla libero, con Catania sempre pronto in seconda linea per Recine. In panchina siede il secondo libero Emanuele Tellone, classe 2003, frutto del settore giovanile piacentino. L’approccio non è dei migliori, tanto che già sul 3-0 Bernardi chiama il primo time out perché vede che qualcosa non funziona. E’ un break che i biancorossi non riescono mai a recuperare; si avvicinano in qualche occasione ma poi vedono sempre gli avversari scappare. Succede a metà set: Piacenza risale fino al 15-17 ma poi commette un paio di errori e i padroni di casa volano subito 20-15. Dentro Stern per Lagumdzija ma Milano chiude senza patemi 25-20.

La seconda frazione inizia nello stesso modo di quella precedente, tanto che sul 5-2 per Milano, la panchina biancorossa chiama il primo time out. E una fase ricca di errori dalle due parti, poi ci pensa un ottimo Lagumdzija a pareggiare i conti a quota 10, quindi Russell mette la freccia. Da questo momento il set non ha un padrone, si prosegue spalla a spalla e nessuna delle due squadre riesce a guadagnare un doppio vantaggio. La Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza annulla anche due palle set, poi alla terza occasione chiude con il solito Lagumdzija, che prima difende e poi trova il lungolinea vincente: 29-27.

La gara è in totale equilibrio e la terza frazione lo conferma, con Piacenza e Milano che si rendono protagonisti di sorpassi e controsorpassi continui. C’è qualche errore di troppo al servizio, ma gli attaccanti biancorossi dimostrano di essere in giornata: nel finale è Recine a diventare protagonista. Lo schiacciatore, fresco di convocazione in azzurro insieme a Scanferla, trova una gran palla per il 22-21 poi firma anche il 24-23 antipasto del muro che chiude la frazione e regala a Piacenza la certezza del primo posto nel girone, visto che Cisterna sta perdendo 2-1 con Verona e non può più raggiungere la Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza.

Sarebbe una frazione ininfluente, ma i biancorossi giustamente se la giocano fino in fondo; iniziano rincorrendo Milano che si porta subito avanti 8-5 poi cambiano ritmo e pareggiano a 10 con Cester. A questo punto Caneschi, premiato come miglior giocatore dell’incontro, è decisivo con il servizio quindi il muro di Brizard regala il 16-12 alla Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza che non rallenta più e scrive la parola fine con Russell che mette a terra il 25-19.

I PROTAGONISTI-

Edoardo Caneschi (Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza)- « Questa vittoria è fondamentale, giocheremo in semifinale ed eventuale finale in casa, abbiamo una spinta in più grazie al nostro pubblico che nelle partite casalinghe è ancora più caldo. È stata una partita sofferta: spesso Milano era in vantaggio, ma siamo sempre riusciti a recuperare e strappare la vittoria con le unghie. Da Holt e Cester come centrali ho imparato moltissimo, sono riuscito ora a diventare titolare ma avere seguìto il loro esempio è stato fondamentale. Ora si guarda a sabato per la semifinale, più carichi che mai ! ».

Roberto Piazza (Allenatore Allianz Powervolley Milano)« È un peccato non trasformare in punti le occasioni che ti capitano. Oggi siamo partiti molto bene nel primo set, il secondo lo stavamo di nuovo vincendo, poi un paio di situazioni, che abbiamo affrontato bene durante il campionato, in questo play off non ci sono riuscite come al solito. I motivi sono molteplici, come sempre dico io sono il primo responsabile. Dovremo cambiare sicuramente qualcosa anche perché abbiamo vinto le partite in trasferta e perso quelle in casa ».

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 1-3 (25-20, 27-29, 23-25, 19-25)

ALLIANZ MILANO: Porro 1, Ishikawa 13, Chinenyeze 12, Patry 17, Jaeschke 6, Mosca 9, Pesaresi (L), Staforini (L), Maiocchi 0, Romanò 1, Daldello 0, Djokic 2. N.E. Piano. All. Piazza.

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 5, Recine 12, Caneschi 11, Lagumdzija 23, Russell 14, Cester 7, Stern 1, Scanferla (L), Antonov 0, Catania (L), Tellone 0. N.E. Tondo, Pujol, Rossard. All. Bernardi.

ARBITRI: Rossi, Canessa.

NOTE – durata set: 26′, 35′, 31′, 26′; tot: 118′.

MVP: Edoardo Caneschi (Gas Sales Bluenergy Piacenza)

Spettatori: 1.087

I RISULTATI-

Vero Volley Monza-Gioiella Prisma Taranto 3-0 (25-23, 25-23, 25-23) Ore 14:30;

Allianz Milano-Gas Sales Bluenergy Piacenza 1-3 (25-20, 27-29, 23-25, 19-25);

Top Volley Cisterna-Verona Volley 2-3 (24-26, 25-16, 22-25, 25-20, 17-19)

LA CLASSIFICA FINALE-

Gas Sales Bluenergy Piacenza 14, Top Volley Cisterna 10, Vero Volley Monza 9, Verona Volley 6, Allianz Milano 6, Gioiella Prisma Taranto 0.

LE SEMIFINALI PLAY OFF- 07/05/2022 Ore: 20.30-

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Verona Volley;

Top Volley Cisterna-Vero Volley Monza

 

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...