Tuttosport.com

Torino '81: la parola chiave dovrà essere "ripartenza"

0

Il Vice Presidente Raviolo: "Continuiamo a lottare, sono convinto ne usciremo tutti insieme vittoriosi"

Torino '81: la parola chiave dovrà essere
giovedì 10 settembre 2020

L’attesa per l’inizio della stagione 2020/2021 sale nonostante le incertezze, dettate da questo periodo così anomalo, continuino a scandire il tempo. La Reale Mutua Torino ’81 Iren, però, si sta allenando duramente da diverse settimane e ormai da dieci giorni è tornata anche a "casa", nella tanto amata Piscina Monumentale. I ragazzi di coach Simone Aversa stanno seguendo un programma intenso, ma continuano a rispondere molto bene agli oculati carichi di lavoro. La squadra è finalmente al completo, tutti gli effettivi sono rientrati alla base. I nuovi innesti continuano a integrarsi alla perfezione, sotto il profilo tecnico, ma anche e soprattutto sotto il profilo della coesione di gruppo. L’inizio ufficiale di questa stagione non è ancora stato comunicato dalle autorità competenti, ma ci si aspetta che il campionato di serie A2 possa iniziare entro e non oltre la metà di novembre. Tutta la Torino ’81 ci tiene a sottolineare il forte desiderio di esordire in una gara ufficiale, non dimenticando mai il difficile periodo passato e i duri mesi che ancora ci attendono.

"C’è assoluto bisogno che lo sport riparta - esordisce il Vice Presidente Marco Raviolo - per diversi motivi. Innanzitutto per una questione sociale. Tutti noi abbiamo vissuto un periodo molto complesso e avere la possibilità di assistere, anche soltanto davanti a uno schermo di uno smartphone, a un evento sportivo servirebbe per provare a ritrovare una parvenza di normalità. Tornare a giocare, poi, sarebbe fondamentale per tutti gli atleti perché permetterebbe loro di tornare a praticare lo sport che più amano. Per ultimo, ma non sicuramente per importanza, c’è l’aspetto economico. Come più volte sottolineato anche dal Presidente della FIN, Paolo Barelli, gli impianti natatori, specie nella stagione invernale, non possono permettersi di rimanere chiusi perché ciò comporterebbe non solo la chiusura momentanea, ma quella definitiva. Noi dobbiamo ringraziare i nostri sponsor, dai title sponsor fino ai nostri più piccoli sostenitori, perché non ci hanno fatto mancare nulla in questi mesi e con grande serietà e motivazione hanno deciso di portare avanti il loro percorso con noi anche per questa stagione. Continuiamo a lottare insieme. Sono convinto che ne usciremo tutti insieme vittoriosi"

Caricamento...

La Prima Pagina