Dichiarazioni pregara Happy Casa Brindisi-Bertram Derthona

Le parole di coach Ramondino e di Jalen Cannon alla vigilia dell’ultima partita della regular season

Dichiarazioni pregara Happy Casa Brindisi-Bertram Derthona

Ultimo appuntamento della regular season della Bertram Derthona, attesa dalla sfida alla Happy Casa Brindisi in programma domani, domenica 8 maggio, alle ore 20.45 al PalaPentassuglia. I bianconeri conosceranno, al termine dell’incontro, e in base al risultato di Umana Reyer Venezia-AX Armani Exchange Milano, il proprio piazzamento nella griglia playoff.

A presentare gli avversari è stato, come di consueto, coach Marco Ramondino: «Brindisi è una squadra con un grande potenziale fisico e atletico, che è cambiata molto rispetto alla partita dell’andata. Ha una struttura particolare, con giocatori versatili come Gentile e Gaspardo che possono giocare in più ruoli. Nonostante le problematiche fisiche che ha, nella partita in casa con Trieste e in quella a Milano, in cui ha patito l’infortunio di Harrison, ha mandato segnali di essere una formazione che è tornata a esprimere il potenziale di cui dispone».

Il capo allenatore bianconero ha poi analizzato lo stato di forma e il focus della Bertram in vista della sfida: «L’umore dei giocatori è molto positivo ed equilibrato, ritengo che il non deprimersi nelle difficoltà e il non esaltarsi troppo nei momenti belli sia stato uno dei punti di forza della nostra stagione. Per quanto riguarda l’avvicinamento alla partita, ci sono diversi giocatori con problemi fisici ma andiamo a Brindisi per cercare di fare, come sempre, la migliore prestazione possibile».

A fianco di coach Ramondino, in sede di presentazione della partita è intervenuto Jalen Cannon, che ha parlato della gara di domani: «A Brindisi mi aspetto una partita difficile davanti a un pubblico caldo. Si tratta della loro ultima sfida casalinga di regular season, per cui credo che vorranno giocare al meglio delle loro possibilità».

Cannon ha poi concluso commentando la stagione a livello personale e di squadra, con il raggiungimento dei playoff: «Penso di essere migliorato in alcuni aspetti del gioco che sono utili ai miei compagni. Voglio continuare a dare il migliore contributo possibile in vista degli imminenti playoff che ci attendono. Raggiungerli è stato l’obiettivo che ci eravamo posti nel corso della stagione, lavorando bene insieme al Club e uno staff tecnico che ci ha messo nelle migliori condizioni, preparando al meglio tutte le partite della regular season».

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...