Arriva la prima "Star" al Rally di Alba: Hayden Paddon

La quarta prova del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco, il 24 e 25 giugno, torna a confermare la sua ispirazione internazionale accogliendo l'adesione del neozelandese
Arriva la prima "Star" al Rally di Alba: Hayden Paddon

Arriva la prima “star” internazionale, per il 16° Rally di Alba-Trofeo Silvio Stroppiana, quarta prova del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco (C.I.A.R.), organizzato da Cinzano Rally Team, insieme all’Automobile Club Cuneo, per il 24-25 giugno.

Stanno passando velocemente i giorni che separano dal vivere nuove ed esaltanti sfide in Langa, tra non molto apriranno le iscrizioni (25 maggio) e già c’è chi tra i tanti “nomi” altisonanti del rallismo mondiale ha dato la propria conferma di essere al via della gara. Si tratta di un pilota di respiro internazionale, che peraltro sarà quello che arriva da più lontano in assoluto nella storia della competizione albese e certamente anche del Campionato Italiano: il neozelandese Hayden Paddon, che torna sui palcoscenici internazionali dopo due anni ed ha iniziato quest’anno la stagione con una vittoria nel suo Paese, al Rally di Otago, valido per il Campionato Asia Pacifico, con una Hyundai i20.

E proprio con la vettura sudcoreana, in versione Rally2 di HMI gommata Pirelli, Paddon sarà alla sfida tricolore di Alba, confermando la gara quale palcoscenico internazionale dopo che nelle passate edizioni ha visto la presenza di piloti di blasone internazionale. Il 35enne Paddon, conosciuto ed apprezzato dagli appassionati ed addetti ai lavori per le sue performance nel circuito iridato, prosegue dunque “la tradizione” dei Campioni al via: è stato Campione iridato “produzione” nel 2011, nel 2016 vinse la sua prima prova mondiale in Argentina ed il suo palmares parla di un pilota che ha costantemente corso da ufficiale con diverse Case nel mondiale rally.

La presenza di Hayden Paddon al via del rally di Alba sarà supportata da Eliotec, Azienda leader nella derattizzazione, disinfestazione, disinfezione e procedure H.A.C.C.P. che rispettano i più elevati standard di protezione dell’ambiente e dell’uomo. Questo di Alba, per Paddon sarà ritorno su asfalto dopo un “digiuno” di ben quattro anni, il suo primo “assaggio” internazionale della stagione, partendo per la prima esperienza nella serie Tour European Rally con la Hyundai, preludio ad un 2023 in pianta stabile nel Campionato del Mondo.

«Sono molto entusiasta di lavorare con il Tour European Rally - ha commentato Paddon - e di poter partecipare ad alcuni dei loro round in giro per l’Europa. Il TER sta spingendo molto per diventare un Campionato più accessibile non solo in Europa ma in tutto il mondo, non vediamo l’ora di iniziare! Sono molto felice di tornare a correre in Europa, il Rally di Alba sarà il nostro ritorno “all’asfalto” dopo 4 anni. Ho sempre seguito molto il Rally di Alba, le prove sono fantastiche. Non vediamo l’ora di essere in Italia, in Regione Piemonte, e di poter lavorare con HMI Hyundai, ho degli ottimi ricordi con loro».

Con questa partecipazione di elevato livello tecnico, il Rally di Alba conferma dunque il proprio ruolo di ambasciatore del territorio, ruolo fondamentale che ribadisce l’inciso di “Passione, Internazionalità & Territorio”, le tre parole chiave, le ispirazioni e le suggestioni sulle quali si lavora per far conoscere in un ambito sempre più internazionale Langhe-Monferrato-Roero, patrimonio Unesco, oltre che per l’intera Regione Piemonte.

UNA MESSE DI TITOLAZIONI UFFICIALI
Sarà un appuntamento di lega pregiata, il Rally di Alba 2022, che si annuncia dunque avvincente, come nella più viva tradizione della competizione: arriverà a metà del cammino di Campionato, assegnerà quindi punti “pesanti” sia per i Conduttori che per i Costruttori, per le “Due Ruote Motrici”, con quattro titoli distinti, per il Campionato Italiano Rally Promozione - Sparco, che prevede un titolo anche per le Due Ruote Motrici, per il Campionato Italiano R1, oltre ad annunciare le numerose Coppe ACI Sport di categoria. Non da meno sarà la validità per la Coppa Rally di Zona (CRZ), la quale avrà una distanza ridotta, secondo i regolamenti vigenti.

IL PALCOSCENICO INTERNAZIONALE
In pochi anni, avendo avuto costantemente al via molti piloti di grido internazionale, il Rally di Alba è diventato uno degli eventi più apprezzati in Italia, con forti interessi mostrati anche in ambito internazionale, e questo verrà ribadito con forza anche per l’edizione di quest’anno, con l’acquisizione di ben due titolarità che vanno oltre i confini: il Tour European Rally Series (TER) ed il Campionato Svizzero. Due blasoni che elevano ancora di più il livello della competizione: da una parte il TER, che raccoglie alcune delle gare di rally più iconiche in ambito europeo, sette appuntamenti ed Alba sarà la quarta tappa, mentre il Campionato elvetico comprende sei appuntamenti e quello albese sarà il terzo.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...