Juve-Roma, Mourinho si aggrappa a Dybala

Capitolini vittoriosi solo una volta tra Serie A e Coppa Italia nell'impianto dei bianconeri inaugurato nel 2011: quella giallorossa è la squadra più battuta dai bianconeri nella storia del campionato a girone unico
Juve-Roma, Mourinho si aggrappa a Dybala© /AGENZIA ALDO LIVERANI SAS

Dopo l’antipasto di Atalanta-Milan, in Serie A è già tempo dei primi due scontri diretti tra le ‘Big Six’. Il programma della terza giornata, aperto da Lazio-Inter, vivrà infatti il proprio clou con la sfida tra Juventus e Roma, in calendario per le 18.30 di sabato 27 agosto all’Allianz Stadium.

Roma, numeri da incubo all'Allianz Stadium

La Roma di José Mourinho si presenta a Torino in testa alla classifica a punteggio pieno grazie ai successi di misura contro Salernitana e Cremonese, con due punti di vantaggio sulla Juventus fermata sul pari senza gol sul campo della Sampdoria dopo la vittoria interna sul Sassuolo nel turno inaugurale. Juventus e Roma sono anche le uniche due squadre a non aver incassato reti nei primi 180 minuti del campionato. Mantenere ancora la porta inviolata permetterebbe alla Juve di eguagliare la striscia di tre clean sheets da inizio campionato ottenuta per l’ultima volta nel 2014-’15. La Roma insegue invece il tris di successi esterni in Serie A che manca da agosto 2020, quando la striscia si completò proprio contro la Juventus, sconfitta a domicilio per 3-1 il 1° agosto 2020, unico risultato utile raccolto dai giallorossi in casa dei bianconeri nelle ultime 11 sfide di campionato e unico in 13 partite nel nuovo stadio della Juve, inaugurato nel 2011.

Juve, la sfida alla Roma nel mirino: Vlahovic e Kostic, che concentrazione!
Guarda la gallery
Juve, la sfida alla Roma nel mirino: Vlahovic e Kostic, che concentrazione!

Roma, agosto "portafortuna" contro la Juve

Il bilancio delle 88 gare di Serie A tra Juventus e Roma disputate a Torino è di 58 successi per i torinesi, 21 pareggi e appena nove affermazioni degli ospiti, che hanno realizzato solo 62 gol contro i 168 subiti. Il computo non migliora di molto per i giallorossi prendendo in considerazione il totale delle gare di campionato: sono 50 le vittorie della Roma, contro le 85 della Juventus, che ha nella squadra giallorossa la formazione contro la quale ha vinto più partite in assoluto nella propria storia in Serie A. La Roma si aggrappa però al “fattore agosto”, avendo vinto due delle tre gare di A giocate contro la Juve in questo mese: oltre al successo del 2020 si conta pure il 2-1 del 30 agosto 2015, gara molto speciale per il protagonista più atteso della sfida di sabato.

Dybala ritrova la Juve: seconda all'Allianz Stadium da avversario

In quell’occasione, infatti, Paulo Dybala segnò il primo degli 82 gol realizzati in campionato con la maglia della Juventus, numero che gli vale il 10° nella classifica dei bomber bianconeri all time in Serie A. Tre mesi dopo il commosso addio contro la Lazio la Joya tornerà allo Stadium da avversario dei bianconeri, per la seconda volta in carriera dopo uno Juve-Palermo dell’ottobre 2014. Dybala, uno dei tre ex della partita insieme a Wojciech Szczesny e Leonardo Spinazzola, è anche il giocatore che ha segnato più gol in assoluto, 68, all’Allianz Stadium, considerando tutte le competizioni.

Roma, Zaniolo salta la sfida con la Juve
Guarda il video
Roma, Zaniolo salta la sfida con la Juve

Juve-Roma, numeri allo specchio

Dall’altra parte fari puntati su Dusan Vlahovic, che dopo due giornate è il giocatore che ha giocato meno palloni, appena 35, tra tutti quelli della Serie A rimasti in campo per 180 minuti. Il serbo ne ha toccati almeno 28 in meno di qualsiasi altro giocatore, un dato emblematico sulle difficoltà incontrate dalla Juventus a sviluppare gioco nelle prime due giornate. Si prospetta comunque una partita tra squadre con diversi punti in comune sul piano tattico: Juventus e Roma occupano infatti la parte bassa della classifiche dei falli commessi e dei cross effettuati. I bianconeri sono anche la seconda peggior squadra come numero di palloni recuperati, meglio solo del Sassuolo: ma se per i neroverdi il dato è legato a un elevato possesso palla, per la Juve la spiegazione è nella ridotta tendenza al pressing. Simili, infine, le percentuali di precisione sui tiri in porta: la Juve ha centrato lo specchio in un terzo delle 24 conclusioni tentate nelle prime due giornate, la Roma si è fermata al 36% (17 su 47).

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...