Giorgi, no all'Italia ma neanche Argentina

La maceratese ha rifiutato la convocazione in Fed Cup. Però la Federazione italiana ha fatto sapere che non potrà vestire nemmeno la maglia biancoceleste

I no che fanno crescere e quelli che portano da nessuna parte. Camila Giorgi ha scelto la seconda strada e ha detto, definitivamente, no alla convocazione in azzurro per la sfida con la Spagna di Fed Cup. Da una settimana si addensava sul clan azzurro questa bufera e l'uscita di scena della maceratese era ovvia. Qualcuno ha pensato ad un'offerta da parte della Federazione Argentina, nazione d'origine del padre Sergio. Ma la a Federazione subito segnalato, forse anche perché sentisse il papà, che il nuovo regolamento, valido dal 1 gennaio 2016 per Davis e Fed Cup, indipendentemente dall'eventuale cambio di passaporto di un giocatore, impedisce di rappresentare una nazione in queste competizioni (e alle Olimpiadi) se le si è già giocate con la maglia di un'altra. Dunque la Giorgi hanno una sola scelta possibile se vuole giocare con la maglia di una nazionale.

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...