Tuttosport.com

Becker: "Coronavirus? Gli Us Open andrebbero cancellati"

0

Così l'ex vincitore di sei Slam: "New York è stata praticamente la città più colpita dal virus un paio di settimane fa. Non penso che sarebbe saggio organizzare un torneo lì"

Becker:
© Getty Images
venerdì 1 maggio 2020

LOS ANGELES (Stati Uniti) - Boris Becker, ex tennista vincitore di sei Grand Slam, ritiene che gli Us Open non si debbano svolgere a causa della pandemia. "New York è stata praticamente la città più colpita dal virus un paio di settimane fa. Non penso che sarebbe saggio organizzare un torneo lì", ha detto l'ex campione tedesco, che vinse a Flushing Meadows nel 1989, in un'intervista a Laureus. La U.S. Tennis Association prevede di decidere entro giugno se organizzare il suo torneo Grand Slam come previsto dal 31 agosto al 13 settembre. I tour professionali hanno sospeso la competizione almeno fino a metà luglio. Wimbledon è stato annullato per la prima volta in 75 anni. Quella cancellazione "lascerà un vuoto grande e vuoto", ha detto Becker, che ha vinto titoli all'All England Club nel 1985, 1986 e 1989.

Coronavirus Becker Us Open

Caricamento...

La Prima Pagina