Seppi attacca: "Protocollo anti Covid? Ancora non c'è chiarezza"

Il tennista italiano manifesta la sua incertezza per i problemi imposti dalla pandemia. Su Federer: "Può giocare fino a 50 anni"

© PA

"A marzo in America ho giocato sul cemento e ora mi sto allenando sulla terra. La settimana scorsa ho fatto due match d'esibizione su terra e sto insistendo su questo aspetto. Credo che alla fine il tennnis sia uno degli sport piu' sicuri, perche' non c'e' contatto. Il problema sono i viaggi ed e' difficile far ripartire il circuito per quello. In Italia e in Europa stanno giocando, ma a livello internazionale e' piu' difficile. La soluzione 'bolla' e' l'unica sicura, testando chi arriva e aspettando i risultati in quarantena senza andare in giro la sera". Andreas Seppi ha parlato in vista degli Us Open in collegamento con Sky Sport 24.

Bett1 Aces, Sinner batte Bautista Agut e va in finale

Tennis, Serena Williams torna a giocare dopo l'emergenza sanitaria

Seppi: "Non c'è chiarezza sui protocolli"

Poi sull'incertezza nell'ambiente per i problemi imposti dalla pandemia di Coronavirus: "Noi giocatori stiamo ancora aspettando chiarezza sui protocolli, non ci sono state risposte certe, soprattuto per viaggiare".  Il tennista italiano ha espresso  Gli Stati Uniti sono infatti il paese piu' colpito al mondo dal virus: "Io sono tornato in in Italia dagli Usa da meta' maggio - ha spiegato Seppi - Il grande punto di domanda e' che se si ritorna dagli Stati Uniti bisogna fare la quarantena per due settimane, un problema per il calendario delle competizioni".

Seppi: "Federer? Gioca fino a 50 anni"

Conclusione su Roger Federer e sul tennis italiano: "Federer? Ha ancora tanta voglia di giocare, se il corpo tiene puo' giocare fino a 50 anni, non ha proprio voglia di smettere come ha detto.E' bello per il tennis vedere uno come lui avere questa voglia, spero di fare come lui. Credo che il momento del tennis italiano sia straordinario. Tanti giocatori nei primi 100, Berrettini e Fognigni con chance di andare avanti negli slam, poi c'e' la promessa Sinner. Per il momento non ci possiamo lamentare". (Italpress)

Commenti