Tuttosport.com

Barazzutti: "Sinner? Un predestinato. Il futuro è roseo per il tennis italiano"

0

Il capitano azzurro di Coppa Davis: "Abbiamo anche giovani come Berrettini, Sonego e Musetti"

Barazzutti:
© Getty Images
mercoledì 7 ottobre 2020

PARIGI - "Sinner è un predestinato, arriverà molto in alto". Corrado Barazzutti, capitano azzurro di Coppa Davis, applaude il 19enne altoatesino a poche ore dalla sua uscita di scena dal Roland Garros ai quarti di finale per mano di Rafael Nadal. "Ieri sera ha giocato una grande partita, per due set ha messo alle corde un campionissimo come Nadal", le parole di Barazzutti riportate dal sito della Fit.

Nadal: "Sinner è un talento"

"Ha giocato senza alcun timore reverenziale di fronte a un signore che ha vinto 12 volte a Parigi. Gli è mancata un po' d'esperienza nei momenti decisivi, quando ha servito per il primo set sul 6-5 e sul 4-4 nel secondo, dove tra l'altro è stato anche sfortunato per un nastro contrario". "Un possibile futuro da numero 1 del mondo? - aggiunge - Di sicuro arriverà in alto perché è uno dei talenti giovani più bravi e ha anche la 'testa giusta'. Nei top ten penso proprio di sì, ma speriamo anche meglio", l'auspicio di Barazzutti. "Siamo fortunati in questo momento in Italia perché abbiamo tanti giocatori giovani bravi: oltre a Jannik, ci sono Berrettini che è il numero 8 del mondo, Sonego, Musetti, e altri meno giovani ma comunque molto forti come Travaglia e Cecchinato. Il futuro è roseo".

Caricamento...

In edicola

La Prima Pagina