Djokovic, premier Morrison: "La politica sugli ingressi non è cambiata"

Il primo ministro australiano non nasconde il suo fastidio per la vicenda legata al serbo: "Ci aspettiamo che le autorità sostengano le politiche del governo"
Djokovic, premier Morrison: "La politica sugli ingressi non è cambiata"© EPA

MELBOURNE - In attesa che il ministro dell'Immigrazione, Alex Hawke, prenda la sua decisione, il premier australiano, Scott Morrison, non nasconde il suo fastidio per il caso-Djokovic, una vicenda che si protrae ormai da giorni e che è sotto i riflettori di tutto il mondo. In una conferenza stampa sull'emergenza Covid, il primo ministro non ha risposto alle domande sul numero 1 del mondo, limitandosi a ripetere: "Dal 15 dicembre i titolari di visto idonei, completamente vaccinati, possono viaggiare in Australia e entrare negli stati che lo consentono senza quarantena".

Riecco Djokovic: allenamento a Melbourne!
Guarda la gallery
Riecco Djokovic: allenamento a Melbourne!

Morrison: "Qusta è la nostra politica"

Il primo ministro continua così: "Ma la persona deve dimostrare di essere doppiamente vaccinata o deve fornire una prova accettabile che non può sottoporsi al vaccino per motivi medici. Questa è la nostra politica che non è cambiata, ovviamente ci aspettiamo che le autorità sostengano la politica del governo quando si tratta di queste questioni" ha chiuso Scott Morrison

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...