Vaccino Covid, Arcuri: "Immunità di gregge a fine autunno"

Il commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus è ottimista sul futuro della pandemia ma è indignato per i ritardi degli ultimi giorni

Vaccino Covid, Arcuri: "Immunità di gregge a fine autunno"© ANSA

TORINO - "Non perderei la speranza di raggiungere alla fine dell'autunno l'immunità di gregge". Lo ha detto a Rai Radio2 il Commissario per l'emergenza Domenico Arcuri confidando sull'arrivo di ulteriori vaccini, a partire da quelli di Johnson & Johnson, che potrebbero essere approvati a breve. "I ritardi sono insopportabili, imprevisti, inaccettabili e rispetto ai quali noi faremo ogni cosa per perseguire la responsabilità di chi li ha prodotti. Ma abbiamo la speranza di recuperare", ha aggiunto. Secondo Arcuri non ci sono responsabilità dell’Italia e dell’Unione Europea: “Noi non abbiamo nulla da rimproverarci. L'acquisto centralizzato a livello europeo dei vaccini è stata una pagina bella della nostra storia che va valorizzata”.

Vaccino Covid: in arrivo quello Johnson & Johnson

Domenica Arcuri ha poi ribadito: "Queste aziende non producono né bibite né calcestruzzo, ma vaccini fondamentali per la vita delle persone e dire il venerdì che il successivo lunedì i vaccini arriveranno in misura minore non è come dire che un camion che porta merendine ha forato una gomma". Sull'azione legale contro Pfizer e le gravi violazioni di cui ha parlato il premier Conte ha invece dichiarato: "Per gli italiani e non solo i vaccini sono più importanti di qualsiasi risarcimento, ma non deve succedere che non arrivino né i vaccini né il risarcimento economico". Il Commissario ha poi chiarito: "Se qualche regione ha permesso la vaccinazione di personale che non ha a che fare con gli ospedali e le Rsa noi non saremo inflessibili ma di più. Sarebbe una cosa molto grave".

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti