Nba, insulti al figlio di LeBron James: cacciati 2 tifosi

Frasi ingiuriose ed auguri di morte verso Bronny e LeBron perde le staffe: allontanati due fan dei Pacers

Nba, insulti al figlio di LeBron James: cacciati 2 tifosi

INDIANAPOLIS (Stati Uniti) - I Los Angeles Lakers tornano al successo, battono dopo un tempo supplementare gli Indiana Pacers e lo fanno con un superbo LeBron James. Per la stella gialloviola 39 punti e canestri importanti nei momenti clou come la tripla del 120-114 a 1'53" dalla conclusione del supplementare, tripla figlia anche delle provocazioni dei tifosi locali.

Auguri di morte Bronny

A 2'40" dalla fine dell'overtime due tifosi, un ragazzo ed una ragazza seduti in prima fila, hanno iniziato a pungere LeBron con frasi poco educate. La goccia che ga fatto traboccare il vaso è stato un augurio di morte in un incidente stradale al figlio Bronny che la tifosa Pacers ha esclamato a gran voce. James, a quel punto, ha fermato la partita riferendo all'arbitro cosa stava accadendo: i due tifosi incivili sono stati cacciati dall'arena con la ragazza che ha pure schernito James uscendo. Queste le parole di King James a fine partita: "C'è differenza tra sostenere e difendere la squadra per cui si fa il tifo, e momenti in cui si va ben oltre il limite. Quando si arriva al punto di sentire un linguaggio deprecabile e vedere gesti osceni, non si può tollerare".

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...