Brasile campione del mondo U17: Kaio Jorge e Lazaro ribaltano il Messico

La nazionale verdeoro, dopo esser passata in svantaggio per la rete di Gonzalez al 66', rimonta negli ultimi dieci minuti, conquistando il quarto titolo mondiale della sua storia

Brasile campione del mondo U17: Kaio Jorge e Lazaro ribaltano il Messico© AFPS

BRASILIA (BRASILE) - Il Brasile è campione del mondo U17 per la quarta volta nella sua storia. La nazionale di Dea regala una notte magica al proprio pubblico battendo in finale il Messico per 2-1. Al Bezerrao di Brasilia è successo davvero di tutto e i 22 mila speattori presenti sugli spalti di certo non si sono annoiati. Come nella semifinale contro la Francia la vittoria è arrivata in rimonta e porta la firma ancora di Lazaro.

Messico-Brasile U17 1-2: Kaio Jorge e Lazaro portano i verdeoro sul tetto del mondo
Guarda la gallery
Messico-Brasile U17 1-2: Kaio Jorge e Lazaro portano i verdeoro sul tetto del mondo

Brasile in controllo

Partono subito forte i padroni di casa, che con un pressing a tutto campo e le proprietà tecniche dei propri calciatori mettono subito in difficoltà gli avversari. Giganteggia Veron tra i verdeoro, imprendibile nell'uno contro uno e in progressione. Il Brasile sfonda più volte sull'out di destra con Yan Couto, ma a causa degli errori sottoporta non riesce a chiudere i primi 45 minuti in vantaggio.

Ancora Lazaro all'ultimo respiro

Il Brasile è in controllo della partita, ma al 66', nella prima vera azione degli avversari, il Messico passa in vantaggio: Bryan Gonzalez gela il pubblico di casa e sigla la rete che porterebbe la sua nazionale sul tetto del mondo. I verdeoro caricano a testa bassa e con Cabral vanno vicino al pareggio, ma la conclusione si stampa sulla traversa. Nella stessa azione Alejandro Gomez commette fallo su Veron. L'arbitro Treimanis va a rivedere al Var e, tra le polemiche dei messicani, indica il dischetto. Kaio Jorge non sbaglia e fa 1-1 a sei minuti dalla fine. Quinto gol nella competizione per lui e vicecapocannoniere della manifestazione dietro all'olandese Hansen (6 reti). Il match sembra andare verso i tempi supplementari quando, in pieno recupero (93'), è ancora Lazaro a siglare il gol vittoria che regala al Brasile il quarto titolo mondiale della sua storia, facendo esplodere di gioia il pubblico di casa per una vittoria soffertissima. 

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...