Cannavaro: "All'Inter ho sofferto, pensai al ritiro"

Il Pallone d'Oro 2006 confessa: "Avevo una frattura da stress alla tibia. Periodo difficile"

Cannavaro© XinHua

Dopo aver dichiarato che l'attaccante più difficile da marcare durante la sua carriera è stato Kennet Andersson, Fabio Cannavaro, durante una diretta su TikTok, ha risposto alla domanda di un tifoso che gli ha chiesto se avesse mai avuto il pensiero di ritirarsi, confessando: “Sì, ero all’Inter e avevo una frattura da stress alla tibia. In quell’anno e mezzo lì ho sofferto veramente tanto e ad un certo punto mi venne questo pensiero. Un pensiero che poi fortunatamente ho buttato via”.

La Top11 dei calciatori che non hanno alzato la Champions League
Guarda la gallery
La Top11 dei calciatori che non hanno alzato la Champions League

Cannavaro, dal ritiro al trionfo mondiale e il Pallone d'Oro

La carriera del difensore napoletano, chiusasi nel 2011 negli Emirati Arabi all'Al Ahli, infatti, si sarebbe potuto concludere molto tempo prima, nel 2004, quando indossava la maglia dell'Inter. Per fortuna, quello rimase solo un pensiero, dato che la decisione finale lo portò a rimanere in campo e dimostrare di essere ancora uno dei migliori difensori al mondo, vincendo il Mondiale e il Pallone d'Oro nel 2006. 

Cannavaro: "Non è ancora la Juve di Pirlo"

Cannavaro: "Quale attaccante mi ha messo più in difficoltà? Kennet Andersson"
Guarda il video
Cannavaro: "Quale attaccante mi ha messo più in difficoltà? Kennet Andersson"

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...