Higuain shock: "Il calcio è tossico. Juve, Napoli e Argentina, vi svelo tutto"

L'ex bomber del Real Madrid e dei bianconeri parla a tutto tondo della sua carriera prima di appendere gli scarpini al chiodo: Messi, Cristiano Ronaldo, i successi e le paure
Higuain shock: "Il calcio è tossico. Juve, Napoli e Argentina, vi svelo tutto"© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

MIAMI (Usa) - Il centravanti argentino Gonzalo Higuain torna a parlare dopo l’annuncio del proprio ritiro. Il calciatore ha rilasciato una lunga intervista in cui parla delle sue esperienze nel mondo del calcio. "Ho iniziato a giocare per amore del gioco - afferma in esclusiva a Goal - sono stato spinto dalla passione. Speravo che crescendo e diventando un calciatore professionista, avrei provato le stesse cose, ossia che fosse molto simile alla passione e all'amore che avevo da bambino, ma poi ti accorgi che non è la stessa cosa. L'amore per lo sport non è lo stesso per tante altre cose: soldi e finanze, direttori sportivi e contratti. La tua vita cambia completamente, quindi ho dovuto conviverci. Nel calcio devi essere mentalmente forte, altrimenti non arrivi in alto. Serve una grande forza mentale per poter raggiungere la vetta”.


“Le mie squadre? Real, Napoli e Juve”

In carriera Higuain ha vestito la maglia di diverse squadre giocando nella Liga, in Serie A e in Premier League. ”La squadra dove ho giocato più a lungo è stata il Real Madrid - sottolinea il centravanti argentino - poi sono stato quattro anni alla Juve, tre anni al Napoli, sei mesi al Milan e sei mesi al Chelsea. Se devo giudicare in base al tempo che ho passato in un club, posso dire Real Madrid, Napoli, Juve per l'affetto reciproco che mi lega a queste piazze. Ho vissuto bei momenti in tutti i club, ho giocato in molte squadre perché volevo spostarmi, provare cose diverse, sfidare me stesso giocando per club differenti e mostrare cosa potevo fare ovunque ed essere in grado di vincere ovunque”.


L’argentino più costoso di sempre

"Quando sei il numero 9 sei costantemente nell'occhio del ciclone - confessa Higuain - a volte fai tre goal, e sbagli il quarto ed è quello che ricordano, ma sono più che orgoglioso e contento del successo che ho avuto. Dai brutti momenti impari a maturare, a crescere e io personalmente non rimpiango niente. Io ho perso, molte finali: Copa America e Coppa del Mondo. E ho avuto la sfortuna di essere quello che ha fallito un occasione da goal importante. Importante. Erano tempi duri, ma poi un anno dopo sono stato venduto per 90 milioni alla Juventus e sono diventato l'argentino più costoso di sempre. Ed proprio lì che capisci che nulla può distrarti dal tuo obiettivo".

Higuain, da Dybala a Cuadrado: quanti messaggi social dagli "juventini"
Guarda la gallery
Higuain, da Dybala a Cuadrado: quanti messaggi social dagli "juventini"

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...