400 gol, nessun trofeo: la maledizione di Kane travolge anche il Bayern

I bavaresi rischiano un anno da zero titoli: l’inglese era arrivato in estate con l’obiettivo, tra l’altro, vincere la sua prima coppa in carriera
400 gol, nessun trofeo: la maledizione di Kane travolge anche il Bayern© Getty Images

Dopo dodici anni, il Bayern Monaco rischia di non vincere un trofeo. E questo accade proprio nell’anno in cui in Baviera è approdato l’uomo che doveva aprire una nuova era con i suoi gol. Perché, inutile nasconderlo, Harry Kane ha scelto di vestirsi di rosso e lasciare il suo amato Tottenham essenzialmente per una ragione: vincere. Quello che a trent’anni non ha mai fatto. E che rischia, però, di non fare neanche quest’anno.

La maledizione di Kane

Ha sfiorato l’Europeo con la Nazionale, disputato ottimi Mondiali con l’Inghilterra, trascinato il Tottenham in finale di Champions League. Ma la bacheca di Kane, in questo momento, è ancora vuota quando si parla di trofei di squadra. Ha fatto incetta di gol e titoli personali, ma neanche i suoi 400 centri, che fanno eccome curriculum, non lo hanno ancora portato a stringere tra le mani una coppa.

Per l’ex capitano degli Spurs è una sorta di maledizione: in Inghilterra non è mai riuscito a centrare l’obiettivo di squadra. Non solo parlando di campionato, ma nemmeno nelle coppe nazionali. E anche quest’anno rischia di andare in bianco. Beffa nella beffa, vedendosi arrivare davanti il Bayer Leverkusen che ha uno dei suoi leader in Granit Xhaka, ex capitano e simbolo dell’Arsenal, rivale numero uno di Kane in Premier League. 

Bayern, ‘zero titoli’ dopo 12 anni?

Certo, la Champions League può aprirsi a ogni pronostico e non è da escludere a priori che il Bayern riesca ad arrivare fino in fondo, ma la natura anche un po’ aleatoria della coppa la rende imprevedibile. In questo momento, dunque, non è assurdo pensare ad un 2023/24 di digiuno per i campioni di Germania degli ultimi 11 anni.

Il -5 in Bundesliga, l’eliminazione prematura in Coppa di Germania contro il Saarbrücken, la Supercoppa di Germania persa ad agosto nella primissima uscita stagionale contro il Lipsia, il giorno dopo l’approdo di Kane in Baviera. La squadra di Thomas Tuchel è proiettata verso un anno senza titoli dopo 12 lunghi anni.

C’è ancora tempo per evitarlo, ma Champions a parte, il Bayern non dipende più da sé stesso e nemmeno dai gol di Kane, che già ha toccato i 24 centri in 21 partite di campionato, attentando anche al record assoluto di Lewandowski in Bundesliga. Potrebbero non bastare per sfatare la sua maledizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...