Calciomercato Juventus, Marotta attrae Poli. Bonazzoli, si può

Il milanista è l’idea per giugno, ma a gennaio se Caceres... Incontro per il talento doriano: l’intesa è solo rimandata

Calciomercato Juventus, Marotta attrae Poli. Bonazzoli, si può© Pegaso Newsport

TORINO - A 26 anni un calciatore si trova, anagraficamente, tra color che son sospesi: non appartiene più alla categoria delle “giovani promesse” e non è nemmeno sul viale del tramonto. Un calciatore a 26 anni, piuttosto, ha in mano il proprio destino e deve imboccare una strada precisa. Qualcuno è già affermato e realizzato, magari anche prima. Qualcun altro deve ritrovare se stesso, possibilmente invertendo la rotta e cambiando aria. E’ un po’ la situazione di Andrea Poli, centrocampista - e potenziale azzurro - dalle grandi possibilità, però finito ai margini nel Milan. A 26 anni è giusto salire sul prossimo treno in corsa per ripartire di slancio. Il treno in questione, per Poli, può chiamarsi Juventus. Perché ci sono stati contatti per “sondare il terreno”, soprattutto in vista di giugno, quando il centrocampista sarà a un anno esatto dalla scadenza contrattuale con il Milan (giugno 2017). Dunque il cartellino di Poli avrà un valore economico contenuto, nascondendo però un potenziale valore tecnico considerevole. Certo, Poli non ha ancora raggiunto quel livello da top player che il club bianconero cerca, tuttavia può inserirsi nel contesto dei campioni d’Italia per dare sostanza e versatilità al centrocampo con l’opportunità di compiere un ulteriore salto di qualità. La Juventus è alla finestra, pur non essendo l’unico club interessato. Ci sono discorsi avviati - in attesa dell’apertura di vere e proprie trattative - con Napoli e Torino per il futuro. La situazione legata ai bianconeri potrebbe eventualmente aprirsi nel mese attuale, dunque nel mercato di gennaio, nel caso in cui il Milan dovesse tornare all’assalto di Martin Caceres. Non è un mistero che il difensore bianconero sia nel mirino rossonero: si può lavorare a uno scambio con conguaglio (chiaramente a favore del Milan). Ma finora la Juve si è dimostrata piuttosto fredda riguardo alla partenza dell’uruguaiano in scadenza di contratto, specialmente nel caso in cui dovesse andare a rinforzare un’ipotetica concorrente. Poli, inoltre, è conosciuto sia da Marotta sia da Allegri.

FACCIA A FACCIA - Ieri, intanto, c’è stato un nuovo incontro tra Juventus e Sampdoria per trattare alcuni giovani. In particolare due: l’attaccante, classe 1997, Federico Bonazzoli e il terzino Pedro Pereira, classe ’98. Il club bianconero ha avanzato una proposta economica per provare a prendere entrambi, ma la Sampdoria ha mostrato una certa perplessità, rimandando ai prossimi giorni, a un altro appuntamento per tentare di chiudere i conti (anche perché i doriani spingono per Luca Marrone, di proprietà bianconera e ora in prestito al Carpi). L’idea juventina: chiudere a 11 milioni per Bonazzoli e Pereira insieme. I nodi sono di due tipi. Il primo è economico: il club di Ferrero vorrebbe monetizzare maggiormente. Il secondo tecnico: c’è una clausola di “recompra” su Bonazzoli da parte dell’Inter e questo aspetto burocratico rallenta la manovra di “accerchiamento”. Un giovane, invece, è già arrivato sotto la Mole. Si tratta di Rolando Mandragora, che resterà a Pescara in prestito fino al termine della stagione in corso e poi si trasferirà a Torino (magari per andare ancora in prestito a farsi le ossa: questo lo stabiliranno il tempo e l’allenatore). Il ragazzo ha esternato la propria gioia sui social: «E’ un giorno speciale. Non vi deluderò».

 

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...