Inter, è Milik il tuo vice Lukaku

I nerazzurri pensano all'affondo sull'attaccante del Napoli (fuori rosa) già a gennaio: alternative Giroud e Gervinho

Inter, è Milik il tuo vice Lukaku© Marco Canoniero

MILANO - Arkadiusz Milik, primo obiettivo dell’Inter per rinforzare l’attacco a gennaio (a seguire Giroud del Chelsea e Gervinho del Parma), vale per due. I suoi eventuali gol varrebbero per il presente, ma anche per il futuro: Milik, infatti, sarebbe l'ideale vice-Lukaku da gennaio a maggio per cercare di raggiungere gli obiettivi di questa stagione, poi potrebbe divenire l’erede di Lautaro Martinez nell’annata ’21-22 se l’argentino dovesse tornare a essere un tormentone del mercato estivo sul versante spagnolo, con Barcellona e Real Madrid di nuovo in pressing per averlo.

Casella mancante

Come raccontiamo da giorni, l’Inter ha messo nel mirino Milik, fuori rosa al Napoli, ma alla ricerca di una squadra che lo accolga da gennaio per non perdere il treno per gli Europei. La sua nazionale è stata chiara: se non tornerà a giocare con continuità, verranno scelti altri giocatori. Milik in estate era stato vicino al trasferimento alla Juventus, poi alla Roma e alla Fiorentina. Saltati gli accordi e non avendo rinnovato il contratto in scadenza il 30 giugno 2021 con il Napoli, Milik è finito fuori rosa per ordine di De Laurentiis.

Inter, Conte ritrova Sensi: è pronto per il rientro
Guarda la gallery
Inter, Conte ritrova Sensi: è pronto per il rientro

Adesso Milik cerca una scappatoia. L’Inter è assai interessata per luglio, quando il giocatore sarà svincolato, ma le esigenze tecniche di Conte, i continui acciacchi di Sanchez e un Pinamonti che non è ancora riuscito a imporsi, stanno convincendo il club a fare uno sforzo per portarlo già a inizio 2021 a Milano, sulla falsariga di quanto fatto un anno fa con Eriksen, bloccato per luglio, ma poi acquistato a gennaio per provare a dare un colpo... scudetto. Ovviamente non sarà semplice trattare con De Laurentiis che in estate chiedeva 25 milioni. Ora il prezzo [...]

Leggi l'articolo sull'edizione digitale di Tuttosport

Commenti