Pagina 2 | De Ligt è incedibile: la Juve ha detto no a Chelsea e Barcellona

Il centrale olandese per il club bianconero è al centro del progetto. Un eventuale addio soltanto in caso di offerte all’altezza

Ritorno di fiamma

Due anni dopo il Barcellona si è nuovamente fatto sotto, pur in una contingenza economica complicata dalla pandemia. In Catalogna sognano però in grande, non solo dal punto di vista della squadra, ma anche da quello dell’edilizia sportiva, e non. Il progetto si chiama Espai Barça e ha al centro il rifacimento integrale del Camp Nou, oltre a quello degli spazi che insistono sullo storico impianto. Un investimento da oltre 800 milioni, voluto dall’ex presidente Josep Bartomeu e che spingerebbe le banche a finanziare anche eventuali investimenti sportivi per dare un senso compiuto alla squadra da costruire ancora intorno a Leo Messi. Così il Barcellona, forte dei nuovi rapporti intessuti con la Juventus (vedi lo cambio Arthur-Pjanic), ha parlato di un possibile acquisto di De Ligt una decina di giorni fa, nei turbolenti giorni del fallito progetto della SuperLeague. Una richiesta che, come accennato, ha ottenuto il gentile diniego bianconero.

Casa Tuttosport. Superlega: l’UEFA si accorda con Inter, Milan e altri 7 club che si sono sfilati. Juve, Real e Barcellona rischiano due anni di squalifica
Guarda il video
Casa Tuttosport. Superlega: l’UEFA si accorda con Inter, Milan e altri 7 club che si sono sfilati. Juve, Real e Barcellona rischiano due anni di squalifica

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...