Juve, il piano per Icardi. Un bomber per gennaio

L’argentino, in bilico al Psg, cerca un club dove poter tornare al centro del progetto. I bianconeri faranno un tentativo per il prestito con diritto di riscatto. Maurito ci pensa

Mauro Icardi, 28 anni, Paris Saint Germain, scadenza 2024, formula prestito: in discesa© EPA

Qualcuno sostiene che si stia offrendo lui, altri pensano che possa essere davvero la volta buona, quella in cui combaceranno i desideri del giocatore e le esigenze imprescindibili di un club a caccia di un bomber carico di spessore e personalità. La Juventus, mai come in questo arco di stagione, sta sperimentando sulla propria pelle quanto sia terribile la sensazione di avere a che fare con un rapporto occasioni create/gol segnati da brividi. Una rete ogni cinque opportunità, secondo i calcoli di Massimiliano Allegri. Ecco, chi accosta il club bianconero a Mauro Icardi non sbaglia: non significa che l’affare andrà in porto, anzi i precedenti relativi agli ultimi incroci con l’argentino non portano bene, però nei salotti del mercato internazionale giurano sul fatto che un tentativo i dirigenti juventini lo metteranno in piedi. Emissari sono già al lavoro per cercare di capire i margini di un’eventuale trattativa. Dai primi riscontri l’asse si sta riscaldando di nuovo dopo il mancato scambio, di cui si scrisse a lungo, con Paulo Dybala. [...]

Icardi direbbe sì alla Juve

Quello di Icardi, che alla Juve direbbe sì di corsa, è considerato un profilo adeguato alle necessità più urgenti. Non è più giovanissimo - il 19 febbraio compirà 29 anni -, però il suo storico è la certificazione migliore contro gli scettici di professione: 171 gol in 332 partite giocate in carriera con i club, ma soprattutto 135 reti in 252 presenze in Italia tra Sampdoria e Inter con un picco di 29 gol nell’annata 2017-18. In Francia raccontano come Maurito stia facendo sempre più fatica ad accettare un ruolo da comprimario, esaltato da numeri stagionali non da lui: 18 presenze e tre gol in 749 minuti con alcune serate vissute in panchina come un sostituto qualunque. Vedi la doppia sfida nel girone di Champions contro il Manchester City. Per il tecnico Mauricio Pochettino è dura tener fuori stelle come Kylian Mbappé, Neymar e Leo Messi. Ecco, la Pulce.

Mancato feeling con Messi

Nella capitale francese s’accumulano indiscrezioni sul mancato feeling tra il Pallone d’Oro in carica e Icardi. Chiamatele malelingue oppure voci meritevoli di essere cavalcate, sta di fatto che Icardi in questo momento si sente più fuori che dentro il progetto del Paris Saint-Germain e non sembrano esistere margini per una ricomposizione dei contrasti. Maurito ha un contratto con il Psg in scadenza il 30 giugno 2024 e un ingaggio da dieci milioni di euro, bonus inclusi. Non guadagna cifre esagerate e la stessa Juventus non può permettersi di fare investimenti lontani dai nuovi standard di riferimento, legati anche al contenimento del monte stipendi, ma per l’ex interista un sacrificio lo si può mettere in conto. Il club bianconero spingerebbe per un prestito semestrale con diritto di riscatto del cartellino dell’argentino e nelle naturali schermaglie iniziali ci sta che i francesi chiedano l’obbligo. Sul tavolo, anche perché il gradimento del dt Leonardo non è un mistero, potrebbe essere calata la carta Arthur, visto che il brasiliano cambierà probabilmente squadra a breve.

Tutti gli approfondimenti nell'edizione odierna di Tuttosport

Wanda e Mauro, baci e abbracci in aereo
Guarda il video
Wanda e Mauro, baci e abbracci in aereo

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...