Shakhtar: Marcos Antonio libero. Può diventare subito della Juve

La Fifa svincola i giocatori stranieri dei club russi e ucraini fino a giugno, occasione di mercato per i bianconeri
Shakhtar: Marcos Antonio libero. Può diventare subito della Juve© Marco Canoniero

Le norme, innanzitutto. In considerazione dello stato di guerra in corso, la Fifa ha stabilito che tutti i contratti di giocatori e allenatori stranieri dei club ucraini siano automaticamente sospesi fino al 30 giugno 2022. Situazione analoga per i club russi: se le società non raggiungono un accordo entro il 10 marzo, i giocatori e allenatori stranieri avranno il diritto di sospendere unilateralmente il rapporto di lavoro in questione fino al 30 giugno 2022. In virtù della sospensione del contratto, giocatori e allenatori saranno considerati “svincolati” sino a fine stagione e saranno quindi liberi di firmare una intesa con un altro club senza subire conseguenze di alcun genere. La firma con la nuova squadra dovrà avvenire entro il 7 aprile. I club avranno diritto a registrare un massimo di due giocatori.  Resta da capire esattamente come la Uefa e le Leghe nazionali recepiranno queste nuove norme, ma diverse società si stanno già muovendo per valutare se e come procedere. La Juventus, in situazione di emergenza a centrocampo (McKennie e Zakaria out) e con un posto per calciatore extraeuropeo ancora libero, può riflettere sul mediano 21enne Marcos Antonio, dello Shakhtar Donetsk. Intervistato da Tuttosport, il vice direttore sportivo del club, Carlo Nicolini, ha spiegato: "Senza McKennie, un centrocampista che aumenti qualità e dinamismo del reparto potrebbe davvero far comodo. Marcos Antonio potrebbe essere una idea interessante. È piccolino, però è tecnico e si inserisce tanto".

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...