Juve, De Ligt: mille dubbi per cento milioni

Il Chelsea insiste per il difensore olandese, ma solo un'offerta irrinunciabile tenterebbe il club bianconero
Juve, De Ligt: mille dubbi per cento milioni© www.imagephotoagency.it

Cento milioni, e passa, per mille dubbi. I primi possono arrivare con la cessione di Matthijs De Ligt al Chelsea che si è fatto sotto. Eccome. I secondi resterebbero con la sua vendita. Perché la forza della difesa, si sa, è il primo mattone su cui costruire sogni di gloria: scudetto e Champions League. Cento milioni e passa sono tanti per un difensore, in assoluto e a maggior ragione in questo mercato in tempo di crisi bellica e postpandemica, ma privarsi dell’olandese disegnerebbe punti interrogativi non piccolissimi sulla testa del mondo bianconero. Perchè davanti a Szczesny mancherà, dopo 17 anni, una colonna come Giorgio Chiellini che, seppur erosa dal tempo, riusciva a far ombra su gran parte degli attaccanti che gli giravano intorno. E allora la mossa è di quelle delicatissime. Certo, l’iniezione di Federico Gatti, miglior marcatore della Serie B con il Frosinone, porterà energia e sostanza, ma qualora si optasse per l’addio al biondino è evidente che si dovrebbe intervenire immediatamente sul mercato per coprire la voragine in maniera differente.

Scenari e valutazioni

In effetti Koulibaly e Gabriel (Arsenal) sembrerebbero le figure più adatte per compensare l’eventuale viavai. Ma a questo punto una domanda va fatta: non era De Ligt l’uomo su cui la Juventus aveva deciso di rifondare la propria linea Maginot tre anni fa quando lo pagò 75 milioni dall’Ajax, sei mesi dopo che il Lanciere aveva alzato al cielo il nostro Golden Boy? Sì, ma solo gli stolti non cambiano mai idea. Anche perchè, mentre il tempo scorre, tutto cambia e quindi le convinzioni, di pari passo con i giudizi, possono mutare. A questo punto la decisione destinata a essere sposata dalla dirigenza bianconera a maggior ragione terrà conto in maniera significativa del tipo di bonifico che la squadra londinese farebbe partire verso l’iban juventino.

La formula giusta

Difficile anche se non impossibile pensare che gli inglesi vadano a pagare la clausola rescissoria di 120 milioni grazie alla quale potrebbero anche risparmiare i soldi del caffè che dovrebbero pagare per sedersi al tavolo con Federico Cherubini prima di iniziare a trattare. In questo caso, infatti, la Juventus non potrebbe fare altro che incassare il malloppo. Più probabile una parte importante in contanti e un giocatore a scelta tra l’attaccante Timo Werner e il fantasista Christian Pulisic, profili di ottimo lignaggio, per carità, ma forse non esattamente ciò che vorrebbe Massimiliano Allegri per potenziare il proprio coefficiente di penetrazione nell’area avversaria.

Tutti gli approfondimenti sull'edizione di Tuttosport

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Juve, i migliori video

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...