Toro, su Verdi c’è anche il Lecce. Il Monza punta Izzo

Cominciano ad arrivare offerte per gli esuberi: per il trequartista resta in pole la Salernitana
Toro, su Verdi c’è anche il Lecce. Il Monza punta Izzo© LAPRESSE

TORINO - Meno tre al fatidico gong. La sessione estiva di calciomercato è entrata nel rettilineo finale e, come da tradizione, attende la girandola di operazioni che caratterizza le ultime ore. Quando le strategie saltano per aria e, in pochi istanti, si azzerano anche distanze tra domanda e offerta che parevano incolmabili. Il rush finale, d'altronde, è quello del compromesso. E sarà così, salvo colpi di scena, anche per il Torino. L'organico granata è infatti gravato da mancate cessioni che complicano gli ultimi colpi in ingresso e appesantiscono il monte ingaggi: piuttosto che tenere esuberi in rosa, in questi giorni, ci si accontenterà anche di risparmiare soltanto una parte di quanto preventivato. Anche perché, agli occhi di Juric, repentini reintegri nel progetto tecnico non sono all'ordine del giorno. Un discorso che vale per Izzo in difesa, per Verdi sulla trequarti, per Zaza e anche per Edera in attacco. Tutti vantano estimatori, ma tutti – eccezion fatta per il canterano – percepiscono stipendi decisamente ingombranti. E, non un dettaglio, tutti – eccezion fatta in questo caso per il centrale campano – hanno un contratto in scadenza nel 2023. Tanti fattori, poco tempo per risolvere il rebus.

Cremonese-Torino, le pagelle granata: Schuurs da applausi, show Radonjic
Guarda la gallery
Cremonese-Torino, le pagelle granata: Schuurs da applausi, show Radonjic

I sondaggi più convinti per Izzo, nelle ultime ore, arrivano da Monza, a maggior ragione dopo aver constatato la difficoltà a inserire il difensore in altre trattative: Vagnati ci aveva pensato con l’Udinese per Makengo e con il Bologna per Barrow, ma la quadra è complicata. Così si continua a lavorare in cerca di una soluzione proficua per tutti: il 30enne di Scampia vuole rilanciarsi dopo un’ultima stagione da ripiego agli ordini dell’ex mentore Juric, mentre il Torino ambisce a trovare una soluzione per un elemento sotto contatto ancora per due anni. E, negli ultimi giorni, si è fatto avanti di prepotenza anche il Lecce per Verdi: il club salentino vuole infatti completare in grande stile il mercato, dopo il fuoco d’artificio Umtiti. Il trequartista resta nell’agenda anche di Bologna, Verona e, soprattutto, Salernitana, anche se il ds De Sanctis non è convinto di quello che sarebbe un ritorno in Campania. Meno frecce all’arco di Zaza, a sua volta in cerca di una collocazione soddisfacente a meno di dodici mesi dalla conclusione dell’accordo con il Torino: l’Espanyol al momento resta una suggestione, anche se per l’entourage del giocatore rappresenta comunque un’opzione migliore rispetto alla corte di Parma e Bari in Serie B. E tra massima divisione e cadetteria balla anche il futuro di Edera: l’attaccante ha richieste da Palermo, dove è appena approdato da Torino anche Segre, ma intriga al contempo Alvini per la sua Cremonese.

Torino, sprint mercato: Diawara e il botto Praet
Guarda il video
Torino, sprint mercato: Diawara e il botto Praet

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...