Roberto Carlos: “La vittoria di Champions contro la Juve il mio momento top”

L’ex terzino del Real ricorda la finale di Amsterdam del ’98 contro i bianconeri di Lippi: “Eravamo sfavoriti ma non avevamo nessuna paura. La notte prima ci siamo ritrovati nella hall dell’albergo alle 4 del mattino a raccontarci storie”

© aldo liverani s.a.s.

I bianconeri erano lì per il terzo anno di fila mentre noi siamo arrivati alla partita da sfavoriti. E la notte prima della finale, nessuno di noi riusciva a dormire". Roberto Carlos ricorda la finale di Champions del '98 contro la Juve di Lippi. E dice che quel momento è stato il più bello della sua carriera. "Siamo andati a letto alle dieci, poi però alle quattro del mattino ci siamo ritrovati tutti nella hall a raccontarci storie - ha raccontato l'ex terzino del Real a The Players' Tribune-. Non avevamo paura, solo tanto rispetto per la Juve”.

Roberto Carlos: CR7 come Zidane

I 21 fenomeni senza Pallone d'Oro

Roberto Carlos: “Non dimenticherò mai quella notte”

La partita finì 1-0 per il Real con il gol delle polemiche firmato da Mijatovic: “Non abbiamo vinta quella partita con la nostra qualità, l’abbiamo fatta nostra con la motivazione. Non dimenticherò mai quella notte. Siamo andati diretti a Plaza de Cibeles. Le strade erano inondante da centinaia di migliaia di persone. Se dovessi scegliere il mio momento preferito dei miei anni al Real, sarebbe quel trionfo”. Negli anni successivi si passò all’era dei Galacticos: “Nello spogliatoio, ti guardavi intorno e vedevi un Pallone d’Oro, il giocatore dell’anno della Liga, il Pichichi, il miglior portiere del mondo e i campioni del mondo”.

Commenti