Milan, Pioli: "Non mi interessa l'arbitro, eravamo in difficoltà"

Il tecnico rossonero analizza il ko in Champions League: "Porto migliore di noi, ma dobbiamo ancora credere alla qualificazione"

Milan, Pioli: "Non mi interessa l'arbitro, eravamo in difficoltà"© LAPRESSE

PORTO (Portogallo) - Stefano Pioli non cerca scuse per il ko del Milan contro il Porto, grazie a un gol contestato per una spinta su Bennacer: "Gli episodi possono determinare il risultato - dice l'allenatore dei rossoneri a Canale 5 - ma siamo stati in difficoltà. Loro hanno fatto meglio per lucidità, tecnica e per come sono stati sul campo. Non abbiamo cominciato bene, dovevamo gestire meglio la palla, c’erano le situazioni per creare qualche pericolo in più, ma non ci siamo riusciti. La prestazione non è stata delle migliori, a questi livelli se non giochi con lucidità diventa difficile. Loro hanno fatto meglio di noi". 

Milan battuto dal Porto: segna Luis Diaz, Champions in salita
Guarda la gallery
Milan battuto dal Porto: segna Luis Diaz, Champions in salita

Pioli: "Dobbiamo credere nella qualificazione"

Pioli non smette di sperare nella qualificazione del Milan, nonostante la casella zero in classifica dopo tre partite nel gruppo B, capeggiato dal Liverpool, davanti a Porto e Atletico Madrid: "Dobbiamo crederci. E' facile dirlo, sarà più difficile metterlo in campo. Abbiamo ancora zero punti in classifica, ma le seconde sono avanti di quattro punti. Abbiamo sbagliato serata, non era questa la gara in cui non giocare al massimo. Ora pensiamo al campionato, poi torneremo a soffermarci sul campionato". Poi torna sull'arbitro di stasera: "Non mi interessa parlare degli arbitri, preferisco concentrarmi a capire perché la squadra non era lucida stasera".

Sincerità Pioli: "Abbiamo meritato di perdere"
Guarda il video
Sincerità Pioli: "Abbiamo meritato di perdere"

Champions, i migliori video

Super Offerta sull'Edizione Digitale

La nostra offerta per il Black Friday!

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...