Inter-Liverpool, la scheda dell’avversaria: non solo la stella Salah

Statistiche e curiosità sulla squadra di Klopp, che agli ottavi di Champions League sfiderà i nerazzurri di Inzaghi
Inter-Liverpool, la scheda dell’avversaria: non solo la stella Salah© EPA

L'Inter se la vedrà agli ottavi di finale di Champions League contro gli inglesi del Liverpool. Questo l'esito del 2° sorteggio di oggi a Nyon, in Svizzera. I nerazzurri avevano originariamente l'Ajax come avversario ma, dopo la ripetizione degli accoppiamenti, Simone Inzaghi dovrà prepararsi alla corazzata di Jurgen Klopp. L'ultima volta che i nerazzurri affrontarono i Red in Champions League fu sempre agli ottavi di finale (2007-08) con un doppio successo del club inglese. I nerazzurri, in 4 scontri diretti contro gli inglesi, hanno vinto una sola volta nel 1965.

Ottavi Champions, il sorteggio: Juve-Villarreal, l'Inter pesca il Liverpool
Guarda il video
Ottavi Champions, il sorteggio: Juve-Villarreal, l'Inter pesca il Liverpool

Il cammino stagionale

Il Liverpool ha dominato il gruppo B chiudendolo da imbattuto: 6 vittorie, 0 sconfitte con 17 gol realizzati a fronte di soli 6 subiti di cui 2 ad Anfield alla prima contro il Milan vinta 3-2 in rimonta. I Reds hanno piazzato un altro successo per 3-2 al Wanda contro l'Atletico Madrid nella loro avventura nella fase a gironi. In Premier League invece i Reds sono in piena lotta per il titolo: inseguono ad una sola lunghezza la capolista Manchester City (38 a 37) con un punto di vantaggio sul Chelsea campione d'Europa.

L’allenatore e il modulo

Jurgen Klopp allena il Liverpool dall'ottobre del 2015 quando subentrò all'esonerato Brendan Rodgers creando quella che in gergo americano viene chiamata "Legacy". L'ex allenatore del Borussia Dortmund trasforma i Reds in una corazzata in grado di vincere: Champions League (2018-19), Premier League (2019-20), Supercoppa Uefa (2019), Coppa del Mondo per club (2019). Il modulo prediletto dell'allenatore tedesco è il 4-4-3 con un gioco caratterizzato dal palleggio, dalle verticalizzazioni immediate dei terzini e dalle creazioni degli spazi realizzati grazie a dei movimenti coordinati senza palla tra i centrocampisti e gli attaccanti. Lo sviluppo dell’azione passa prevalentemente dagli esterni difensivi o tramite un attacco diretto di Virgil Van Dijk, giocatore fulcro del sistema Liverpool.

Le stelle

Riflettori chiaramente puntati sull'ex Roma Mohamed Salah che guida la Premier League nella classifica marcatori (14) e pure in quella degli assist (9). Per rendere idea dell'arsenale che Klopp ha a disposizione Diogo Jota è il 3° miglior realizzatore in campionato (8) e Trent Alexander Arnold il 3° miglior assist-man (7). Fondamentale per il gioco dei Reds il ruolo del prima citato Van Dijk: grazie alla sua abilità nei lanci lunghi consente a Klopp di sfruttare al massimo la velocità dei due esterni d’attacco, in questo caso Salah e Mané, per saltare la prima pressione avversaria nel caso l’avversario aggredisca alto.

Champions, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...