Euro 2020, Belgio e Danimarca agli ottavi: battute Finlandia e Russia

Passa come prima a punteggio pieno nel girone la Nazionale del ct Martinez. La sconfitta dei finlandesi permette a Kjaer e compagni di avanzare per la miglior differenza reti

Euro 2020, Belgio e Danimarca agli ottavi: battute Finlandia e Russia

SAN PIETROBURGO - Belgio e Danimarca superano il Gruppo B e passano agli ottavi di finale di Euro 2020. La Nazionale del ct Martinez batte anche la Finlandia nell'ultima giornata del girone per 2-0 con la firma di Lukaku. Kjaer e compagni approfittano di questo risultato e battendo per 4-1 la Russia avanzano alla prossima fase grazie alla miglior differenza reti.

Calendario Euro 2020

Belgio-Finlandia, Martínez punta il primo posto rivoluzionando la squadra

Nello stadio di San Pietroburgo va in scena la sfida per il primo posto nel Gruppo B tra Belgio e Finlandia. Quest'ultimi possono assicurarsi un posto nella fase a eliminazione diretta vincendo, senza dover guardare ad altri risultati. In caso di pareggio o sconfitta invece dovranno sperare in un risultato positivo della Danimarca con la Russia. La Nazionale del ct Martinez può invece accontentarsi di un pareggio per conquistare il primo posto e garantirsi una sfida contro una terza classificata nella prossima fase. La Finlandia scende in campo con una sola modifica alla formazione titolare rispetto alla sconfitta contro la Russia: Sparv al posto di Schuller. Il Belgio invece rivoluziona con ben 8 cambi, rimangono fissi solo Denayer, Courtois e Lukaku.

Finlandia-Begio, tabellino e statistiche

Belgio-Finlandia 2-0, Lukaku segna ancora

Il copione della partita si delinea già nei primi minuti: ritmi bassi e Belgio che fa girare il pallone con la Finlandia che si chiude e difende. La Nazionale di Martinez però fatica a creare occasioni e si rende pericolosa per la prima volta solo al 16' con il filtrante di De Bruyne per Lukaku che manda a lato (azione comunque fermata dal fuorigioco dell'attaccante). Il Belgio prova ad andare in vantaggio con le sue individualità: prima con la Lukaku che va in progressione e serve per Hazard il cui tiro viene però bloccato da Toivio, poi con De Bruyne che supera avversari in dribbling fino al fondo, mette la palla dentro bloccata però da Arajuuri che per allontanare rischia l'autorete. Il Belgio spinge fino alla fine del primo tempo ma viene fermato dalla grande parata di Hrádecky su De Bruyne negli ultimi minuti. La prima frazione si chiude cosi sullo 0-0 con la Finlandia intenzionata a conservare il pareggio e il Belgio che non riesce a sbloccare la partita nonostante i tentativi. Al rientro in campo però la Finlandia è più aggressiva e va vicina al gol con Pukki dalla destra che mette in mezzo per il tiro di Pohjanpalo fermato però dalla difesa avversaria. Risposta immediata del Belgio con il gran contropiede di Doku, Lukaku, De Bruyne e infine Trossard che mette in mezzo ma con la difesa finlandese che si rifugia in calcio d'angolo. Al 65' arriva il gol di Lukaku che, su passaggio filtrante di De Bruyne, controlla e calcia battendo Hrádecky. La rete però viene annullata al Var per un fuorigioco millimetrico. Il gol che sblocca la partita però arriva 10 minuti dopo: al 74' Vermaelen di testa su corner colpisce l'incrocio, la palla arriva tra le mani di Hrádecky che dopo una serie di miracoli viene beffato e si fa autogol. La Finlandia si lancia subito all'attacco, per un pareggio che vale la qualificazione agli ottavi. Pochi minuti dopo arriva il gol, stavolta regolare, di Lukaku che calcia di potenza da dentro l'area sempre su assist di De Bruyne. La partita si chiude cosi: il Belgio vince per 2-0 e passa come prima del girone a punteggio pieno. 

Lukaku e un autogol lanciano il Belgio: Finlandia ko 2-0
Guarda la gallery
Lukaku e un autogol lanciano il Belgio: Finlandia ko 2-0

Russia-Danimarca, Kjaer e compagni sperano ancora

Al Telia Parken di Copenaghen si affrontano invece le ultime due squadre del girone, entrambe ancora in corsa per la qualificazione, ovvero Russia e Danimarca. La Nazionale di Stanislav Cherchesov è reduce dall'importante vittoria per 0-1 contro la Finlandia che ha alimentato le speranze per il passaggio del turno. La Danimarca ha invece perso entrambe le sfide del girone contro Finlandia e Belgio, ma la classifica attuale consente a Kjaer e compagni di sperare ancora: serve una vittoria con due gol di scarto e in contemporanea la sconfitta della Finlandia contro il Belgio. La Russia si affida ancora a Aleksey Miranchuk mentre la Danimarca punta sul tridente che ha sorpreso la difesa del Belgio composto da Braithwaite, Poulsen e Damsgaard.

Russia-Danimarca, tabellino e statistiche

Russia-Danimarca 1-4, i danesi avanzano grazie alla miglior differenza reti

Ritmi molto contratti e poche emozioni nelle prime fasi di partita, con le due squadre che cercano di non scoprirsi. La prima occasione della partita è per Golovin che supera la difesa danese in contropiede ma in area non riesce ad angolare il suo destro abbastanza e Schmeichel respinge. Danimarca che effettua possesso palla mentre la Russia continua a rendersi pericolosa con il contropiede. La partita però viene sbloccata proprio dai danesi al 38': Damsgaard riceve palla al limite dell'area da Højbjerg e con un destro a giro batte Safonov realizzando il gol del vantaggio. La Danimarca acquista fiducia e controlla senza problemi gli ultimi minuti prima del fischio della fine del primo tempo. La Danimarca torna in campo con lo stesso atteggiamento e trova il raddoppio al 59': clamoroso errore di errore di Zobnin con uno sconsiderato retropassaggio per Safonov, Poulsen recupera il pallone nell'area avversaria e segna facilmente il 2-0. Russia in confusione dopo il secondo gol che continua a subire l'assalto danese ma riesce a riscattarsi al 70' conquistandosi un calcio di rigore per il contatto tra Sobolev e Vestergaard. L'arbitro non ha dubbi ma ci sono forti proteste da parte dei giocatori della Danimarca. Dal dischetto Dzyuba non sbaglia e accorcia le distanze. La Danimarca non molla e con la notizia del vantaggio del Belgio contro la Finlandia ricomincia a spingere per migliorare la differenza reti trovando ben due gol nel giro di tre minuti. Al 79' Christensen stacca bene su calcio d'angolo ma Sofonov blocca, poi serie di rimpalli e palla che torna tra i piedi dello stesso Christensen che batte il portiere russo con un destro dal limite. All'82' è invece Maehle, su lancio di Hojbjerg, a realizzare il quarto gol battendo in contropiede la difesa della Russia. Esultanza con dedica per Christian Eriksen. La Danimarca vince cosi la sua prima partita in questo Euro 2020 e finisce a pari punti (3) con Russia e Finlandia: a passare agli ottavi sono proprio Kjaer e compagni per via della miglior differenza reti.

Damsgaard, che perla! La Danimarca vola agli ottavi. Russia ko
Guarda la gallery
Damsgaard, che perla! La Danimarca vola agli ottavi. Russia ko

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...