Golden Boy 2021, Pedri: "Ora viene il bello"

Intervista esclusiva al vincitore del Golden Boy: "Grazie a chi mi ha votato. Devo essere all'altezza dell'albo d'oro stellare. Ispirazione Messi, dalla play al campo. Sogno di imitarlo"
Pedri, classe 2002 (Barcellona)© LaPresse

Pedri, sei il Golden Boy che più di ogni altro ha distanziato i rivali: Bellingham, secondo in classifi ca, è staccato di 199 punti, un abisso tremendo, mai successo nella storia del trofeo.

"Eh sì, ho visto. Ma non è “colpa” mia. Devo solo ringraziare i giurati europei di Tuttosport che mi hanno votato in massa".

Cosa pensi di coloro che hai stracciato? C’è qualcuno che apprezzi in modo particolare?

"Sono tutti molto bravi: i primi 6 nati tra il 2002 e il 2004, quindi sono anche ricandidabili. Bellingham mi piace. Forse per il suo ruolo che è un po’ simile al mio. Per il suo stile, la sua personalità. Non l’ho mai affrontato nemmeno nelle rappresentative giovanili. Spero arrivi presto l’occasione così a fine partita potrò chiedergli la maglietta".

Ne fai collezione?

"Sì, un mio hobby. Ne ho già parecchie a casa mia".

Le più prestigiose?

"Beh, naturalmente quella di Leo (ndr. Messi). Poi di Cristiano (ndr. Ronaldo), Modric e Mbappé".

Torniamo al Golden Boy: come hai saputo di averlo vinto?

"Diciamo che ho avuto una doppia conferma quasi simultanea: da parte dei miei agenti e da parte del Barcellona. Ero strafelice".

Golden Boy 2021, Pedri ringrazia giuria e tifosi per la vittoria: "Incredibile"
Guarda il video
Golden Boy 2021, Pedri ringrazia giuria e tifosi per la vittoria: "Incredibile"

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...