Juve, il Mondiale per club dipende da Milan e Napoli: 2 miliardi di motivi

Il futuro bianconero nella competizione Fifa che prenderà il via nel 2025 dipenderà dalle prestazioni delle italiane in Champions: i due ranking

Sdraiati sul sofà, stasera i giocatori della Juventus non si perderanno Milan-Borussia Dortmund: non soltanto per il valore tecnico della sfida di Champions, una delle più interessanti della serata, ma anche per il futuro bianconero ai Mondiali di Club. Infatti soltanto una tra Juventus, Milan e Napoli seguirà l’Inter, già qualificata, nel torneo che si giocherà tra giugno e luglio 2025 negli Stati Uniti, al quale parteciperanno 32 squadre, di cui 12 europee e con un massimo di due club per Nazione.

Mondiale per club Fifa 2025, due miliardi di montepremi

Una nuova competizione che attrae non soltanto per il fascino dei partecipanti, i migliori club al mondo, ma anche per il montepremi (ci sono oltre due miliardi da spartire) e per la visibilità del marchio: da anni ormai la Juventus guarda proprio agli Stati Uniti come terreno di caccia per ampliare e internazionalizzare il brand con una strategia mirata di marketing a cui ha contribuito anche la tournée estiva, nelle ultime due stagioni, della prima squadra e anche la presenza di due nazionali statunitensi cme Weston McKennie e Timothy Weah.

Coppa del Mondo per Club, come ci si qualifica

La selezione è però ferrea e si basa sui risultati in Champions dal 2021 al 2024: attualmente la Juventus passerebbe come seconda squadra italiana, ma l’esclusione dalla Coppa quest’anno la costringe appunto a guardare le avversarie Milan e Napoli in tv e a gufare contro affinché non ottengano altri punti così da centrare il sorpasso. È vero che devono essere ancora decisi i criteri di ammissione, scelta che sarà presa a dicembre, ma la classifica dei due sistemi in ballottaggio (ranking Uefa o Fifa) si differenzia di poco: i bianconeri sono davanti a rossoneri e azzurri ma non possono portare altri punti alla loro causa a differenza di Milan e Napoli che sono in corsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La Juve e la Coppa del Mondo per Club

Il pericolo maggiore è rappresentato dalla squadra di Pioli: se si qualifica agli ottavi si avvicina pericolosamente alla Juventus, distante 10 punti nel ranking Fifa e e 8 in quello Uefa. E la sfida di stasera alla capolista Borussia Dortmund sarà fondamentale per le sorti del girone dove, dopo un avvio abbastanza disastroso, il Milan è riuscito a risalire la china grazie alla vittoria contro il Psg. Più staccato in classifica il Napoli (a -13 dai bianconeri in entrambi i sistemi) che è però messo meglio nel girone, con la qualificazione a un passo: può anche perdere in casa del Real Madrid, gli basta un pareggio con il Braga. Ma il Napoli diventerebbe un problema per la Juventus soltanto se si qualificasse ai quarti di Champions. Insomma, la lotta è serrata e purtroppo la Juventus non è padrona del suo destino perché dipende dal risultato delle sue rivali.

Le squadre già qualificate

Il paradosso è che da un lato gufa affinché Milan e Napoli non volino in Champions, dall’altro dovrebbe sperare nei buoni risultati di tutte le italiane in Coppa perché con il nuovo format della Champions l’Italia potrebbe avere anche una quinta squadra se nella classifica del ranking 2023/2024 risulterà al primo o al secondo posto. Alle sei europee già sicure di partecipare, si aggiungono per quanto riguarda le altre confederazioni i sauditi dell’Al Hilal (dunque Neymar, Milinkovic-Savic e Koulibaly), i giapponesi dell’Urawa Reds, gli egiziani dell’Al-Ahly, i marocchini del Wydad Casablanca, le messicane Monterrey e Leon, gli statunitensi Seattle Sounders e le brasiliane Palmeiras e Flamengo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sdraiati sul sofà, stasera i giocatori della Juventus non si perderanno Milan-Borussia Dortmund: non soltanto per il valore tecnico della sfida di Champions, una delle più interessanti della serata, ma anche per il futuro bianconero ai Mondiali di Club. Infatti soltanto una tra Juventus, Milan e Napoli seguirà l’Inter, già qualificata, nel torneo che si giocherà tra giugno e luglio 2025 negli Stati Uniti, al quale parteciperanno 32 squadre, di cui 12 europee e con un massimo di due club per Nazione.

Mondiale per club Fifa 2025, due miliardi di montepremi

Una nuova competizione che attrae non soltanto per il fascino dei partecipanti, i migliori club al mondo, ma anche per il montepremi (ci sono oltre due miliardi da spartire) e per la visibilità del marchio: da anni ormai la Juventus guarda proprio agli Stati Uniti come terreno di caccia per ampliare e internazionalizzare il brand con una strategia mirata di marketing a cui ha contribuito anche la tournée estiva, nelle ultime due stagioni, della prima squadra e anche la presenza di due nazionali statunitensi cme Weston McKennie e Timothy Weah.

Coppa del Mondo per Club, come ci si qualifica

La selezione è però ferrea e si basa sui risultati in Champions dal 2021 al 2024: attualmente la Juventus passerebbe come seconda squadra italiana, ma l’esclusione dalla Coppa quest’anno la costringe appunto a guardare le avversarie Milan e Napoli in tv e a gufare contro affinché non ottengano altri punti così da centrare il sorpasso. È vero che devono essere ancora decisi i criteri di ammissione, scelta che sarà presa a dicembre, ma la classifica dei due sistemi in ballottaggio (ranking Uefa o Fifa) si differenzia di poco: i bianconeri sono davanti a rossoneri e azzurri ma non possono portare altri punti alla loro causa a differenza di Milan e Napoli che sono in corsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Juve, il Mondiale per club dipende da Milan e Napoli: 2 miliardi di motivi
2
La Juve e la Coppa del Mondo per Club