Conte: "Lukaku, che stagione! Grande Inter, non abbiamo mai sofferto"

0

Così il tecnico nerazzurro dopo il 2-1 al Bayer: "Dovevamo chiuderla prima, ma non abbiamo rischiato nulla. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi". E Lukaku: "Barella migliore in campo"

Conte: "Lukaku, che stagione! Grande Inter, non abbiamo mai sofferto"
© EPA
lunedì 10 agosto 2020

DUSSELDORF (Germania) - Ottenuta la qualificazione alle semifinali di Europa League dopo aver battuto 2-1 il Bayer Leverkusen, il tecnico dell'Inter Antonio Conte commenta il match di Dusseldorf ai microfoni di Sky Sport: "C’è grande soddisfazione da parte mia e dei calciatori perché abbiamo fatto una buonissima partita preparata al meglio. Abbiamo dato una pressione, non hanno mai giocato tranquilli. In fase di possesso abbiamo creato delle azioni che avevamo studiato. Come dico sempre potevamo stare più tranquilli prima perché abbiamo avuto diverse occasioni. Non abbiamo sofferto chissà quali tiri però quando hai tante occasioni… Però complimenti ai ragazzi perché hanno dato tutto e hanno dimostrato voglia e continuità. Dimostrano che stanno facendo qualcosa di importante dopo il campionato. Dobbiamo iniziare a pensare già al prossimo avversario e prepararci bene perché vogliamo provare a fare il massimo. Io arrabbiato per le occasioni non sfruttate? Mi sembra eccessivo (ride, ndr). Devo ringraziarli per quello che stanno facendo. Con il mio staff faremo vedere le situazioni positive e quelle dove possiamo migliorare. Le analisi video vengono fatte non tanto per dire chi ha sbagliato ma per cercare di migliorare la prossima volta".

Inter-Bayer Leverkusen 2-1, la cronaca

Inter-Bayer Leverkusen 2-1, tabellino e statistiche

Conte: "Lukaku deve ringraziare i compagni"

Su Lukaku: "Diventa difficile parlare dei singoli quando hai una prestazione importante da parte di tutti. Romelu sta facendo una stagione importante supportato sicuramente dalla squadra. Se la squadra c’è emergono le individualità. Spesso il gioco è finalizzato sugli attaccanti, avere due attaccanti con le caratteristiche di Romelu, Lautaro e Sanchez è importante. Sono contento per il ragazzo perché merita tutto questo ma Romelu deve ringraziare la squadra che lo mette in condizione di esprimersi al meglio come mai nella sua carriera".

Su Handanovic e la difesa: "Noi lavoriamo molto sotto questo punto di vista, anche perché ci sono due tipi di situazioni: se trovi una squadra che pressa alto tu devi avere giocatori con abilità tecniche, però al tempo stesso devi andare a verticalizzare. L’Inter non gioca in contropiede, noi partiamo dal basso sfruttando gli spazi lasciati dagli avversari. Noi siamo stati bravi a fare un ottimo pressing e dargli problemi per giocare la palla. Samir Handanovic riesce a vedere sempre il giocatore libero in mezzo al campo, diventa importante e lui riesce a farlo molto spesso".

Barella: "Abbiamo dimostrato che siamo un grande gruppo"

"Oggi abbiamo dimostrato a tanti che dicevano che non siamo una squadra che siamo un grandissimo gruppo di giocatori con le palle, abbiamo meritato di vincere la partita". Lo ha detto il centrocampista dell'Inter Nicolò Barella al termine del match vinto contro il Bayer Leverkusen nei quarti di Europa League anche grazie a un gol del classe 1997: "L'importante era portarla a casa, a ogni modo ce l'abbiamo fatta e siamo felici. Potevamo chiuderla prima - aggiunge il mediano nerazzurro ai microfoni di Sky Sport - ma il Bayer ci ha messo in difficoltà, è una bellissima squadra. Ci siamo presi la qualificazione con le unghie e con i denti: noi temiamo gli altri, ma ora loro devono temere noi".

Lukaku: "Barella sta crescendo tanto"

"Fisicamente e mentalmente stiamo bene, pero' bisogna crescere di più. Oggi dovevamo chiuderla prima, ma abbiamo vinto ed era la cosa più importante. Adesso abbiamo una settimana per prepararci bene e farci trovare pronti per la semifinale". Lo ha detto l'attaccante dell'Inter Romelu Lukaku, che ha segnato il secondo gol (il nono consecutivo in questa competizione), ai microfoni di Sky Sport: "I record sono record, ma la vittoria è molto importante. Il Leverkusen è una buona squadra, oggi noi abbiamo sbagliato troppe occasioni, potevamo fare più gol ma comunque abbiamo vinto. Per me il man of the match è Barella, sta crescendo tanto".

Godin: "Con Conte devo faticare"

"Se non sto bene in campo, sia mentalmente che fisicamente è difficile. Quando sono stato in panchina ho rispettato il compagno che giocava al posto mio, ora metto in campo quello che chiede il mister, cose diverse rispetto ad Atletico Madrid e Uruguay. Fisicamente il mister chiede tanta corsa, devo faticare. Oggi mi sento bene e posso aiutare la squadra dentro al campo tirando fuori l'esperienza quando serve". Lo ha detto il difensore dell'Inter Diego Godin al termine della vittoria ottenuta dai nerazzurri contro il Bayer Leverkusen che regala il pass per le semifinali di Europa League: "Dobbiamo capire contro chi giocheremo - commenta il centrale uruguayano ai microfoni di Sky Sport -, intanto riposiamo e godiamoci questa semifinale europea dopo dieci anni. Non sarà facile arrivare in finale, dovremo giocare la semifinale come fosse una finale visto che è una gara secca. Sappiamo che sarà difficile".

Le condizioni di Sanchez

Problema muscolare per Alexis Sanchez, attaccante dell'Inter, nella sfida contro il Bayer Leverkusen in Europa League. Il cileno si è fermato all'88' per un risentimento al flessore della gamba destra, come spiegato dal club nerazzurro, rimanendo in campo negli ultimi minuti con una fasciatura e zoppicando vistosamente. Le condizioni dell'ex United saranno valutate nei prossimi giorni: a rischio la semifinale di lunedì in Europa League contro la vincente tra Shakhtar Donetsk e Basilea.

Conte Inter Bayer Leverkusen Europa League

Caricamento...