Tuttosport.com

Il Torino replica alla Juve: «Accettare giudizio è atto di civiltà»
© ANSA

Il Torino replica alla Juve: «Accettare giudizio è atto di civiltà»

I granata replicano al club bianconero che ha annunciato il ricorso contro la chiusura della Curva Sud per il lancio della bomba carta nel derbytwitta

giovedì 30 luglio 2015

TORINO - "Crediamo che la Juventus debba accettare il giudizio: è un atto di civiltà. Le sentenze vanno rispettate e non commentate". Così il Torino replica al club bianconero che annunciando il ricorso contro la chiusura della Curva Sud per il lancio della bomba carta nel derby si dice non responsabile per quanto avvenuto. "La nota della Juve - secondo i granata - desta molte perplessità e sconcerta perché l'autore materiale del reato è stato individuato e arrestato. Le sue generalità sono note così come la sua fede juventina". "L'autore materiale del reato - aggiunge in una nota il Torino - del resto si trovava nel settore ospiti, esattamente dove, grazie alla puntigliosa ricostruzione degli inquirenti, è stata lanciata la bomba carta poi esplosa in curva Primavera, tra i tifosi del Torino. Il soggetto, essendo già sottoposto a D.A.Spo, non poteva evidentemente figurare tra gli abbonati della Juventus, né comparire sulla lista degli juventini presenti nel settore ospiti: però - aggiunge il club granata - era lì e le immagini lo hanno dimostrato. Varrà la pena ricordare quale fu il commento a caldo dal Ministero degli Interni, a rimarcare l'assoluta gravità di quel gesto: 'Buttare una bomba carta in una curva di uno stadio è un atto eversivo, oltre che premeditatò. E undici tifosi del Torino, colpiti da quell'ordigno, ne hanno patito le conseguenze". 

IL RICORSO DELLA JUVE

Tags: JuventusTorinoCurva Sudderby

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti