Juventus "indiavolata". Grazie ancora Milan. Max, altra pirlata...

Allegri nuovo beniamino: pure lui fu scartato da Berlusconi. Paradosso: alla base del trionfale quinquennio juventino ci sono il regista e il tecnico, ritenuti finiti al Milan e rigenerati a Torino

Juventus "indiavolata". Grazie ancora Milan. Max, altra pirlata...© MANUELA VIGANTI

TORINO - Cinque anni cinque, di dominio assoluto. Ora che il campionato (della Juventus, si intende) è di fatto finito, l’eccezionalità di quanto compiuto dal club bianconero emerge in maniera ancor più netta. Essì perché a ben pensarci emerge il fatto che i pentacampioni d’Italia si sono permessi il lusso di iniziare davvero a fare il loro gioco a partire dalla 10ª giornata di campionato e praticamente hanno potuto smettere di badare alla concorrenza a 4-5 turni dal termine. Ora possono sollazzarsi tra turnover e parate celebrative (impreziosite, per intendersi, da gol di Simone Padoin ed Hernanes...). Ennesima dimostrazione, tutto questo, di quanto la Juventus sia una spanna sopra le altre. Sembrano distanti anni luce i tempi in cui erano altri a guardare tutti dall’alto verso il basso. Quando, nello specifico, stagione 2010- 11, a festeggiare era il Milan di... Andrea Pirlo e Massimiliano Allegri.

ALLEGRI: "CON IL CARPI NON ABBIAMO FATTO UNA BUONA PARTITA"

I SIMBOLI - Già, Andrea Pirlo e Massimiliano Allegri. Proprio loro. Simboli dell’ultima squadra vincente prima della Juventus, eppoi del quinquennio bianconero. E meno male che i rossoneri, chi prima e chi dopo, li avevano bollati come finiti o inadeguati... Arrivando ad un tiepido, anzi freddo tendente al gelido addio tra Pirlo e società nel 2011. Nonché ad un burrascoso esonero da parte della società ai danni del tecnico. Era il 13 gennaio 2014 quando il club annunciava via web: «L’AC Milan comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra, con effetto immediato, il Signor Massimiliano Allegri e il suo staff. L’AC Milan desidera ringraziare il Signor Allegri e il suo staff per l’opera svolta e augura loro i migliori successi professionali».

SARRI: "LA JUVENTUS? VINCERA' PER ALTRI 4/5 ANNI"

[...]

RIMPIANTI - Che gli manchi o che lo rimpianga non l’ha detto, ma in realtà quello lo dicono i numeri... Perché da che è stato cacciato Allegri, al Milan si sono avvicendati Mauro Tassotti, Clarence Seedorf, Pippo Inzaghi, Sinisa Mihajlovic e Cristian Brocchi. Con risultati decisamente sotto le aspettative. Mentre il Conte Max, in casa Juventus, dava sfoggio del meglio di sé conquistando giocatori, tifosi, scudetti, qualificazioni ai vari turni della Champions League. E paradossalmente, nel mentre, riusciva pure a concedersi un’annata rose e fiori con quell’Andrea Pirlo che secondo indiscrezioni aveva lasciato il Milan anche a causa del tecnico. Nelle ultime due stagioni, quelle bianconere appunto, Massimiliano Allegri è riuscito a collezionare la bellezza di 175 punti in Serie A: ben 69 in più della sua ex squadra. Non a caso è diventato un beniamino assoluto della curva bianconera passata dalle perplessità e titubanze iniziali, alle clamorose e conclamate dimostrazioni di affetto e stima. [...]

Allegri: "Grazie ai tifosi"
Guarda il video
Allegri: "Grazie ai tifosi"

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...