Tuttosport.com

Juve, duello con il Napoli per James Rodriguez
© www.imagephotoagency.it
0

Juve, duello con il Napoli per James Rodriguez

Il colombiano è tornato al Real Madrid dal prestito con il Bayern Monaco ma non si fermerà in Spagna

di Sandro Bocchio mercoledì 29 maggio 2019

TORINO - La Juventus guarda con attenzione a tutto quanto sta capitando in casa Real Madrid. Come si racconta da giorni, il piano di Florentino Perez prevede una rivoluzione in profondità che partirà dalle dismissioni, molte di queste importanti. Come quella di Isco, che si troverebbe chiuso dall’arrivo di Eden Hazard. Una cessione che, nei piani madridisti, dovrebbe portare a casa 60 milioni. E altri 70 dovrebbero invece essere garantiti da James Rodriguez, di ritorno nella capitale spagnola dopo il prestito biennale con il Bayern Monaco. Al termine di due stagioni corredate di cinque trofei, ma anche di alti e bassi, il colombiano non è stato riscattato dai bavaresi, che non hanno voluto mettere sul piatto i 35 milioni necessari per l’acquisto definitivo.

GLI OBIETTIVI - Di Rodriguez ha parlato lo stesso presidente del Real in un’intervista radiofonica rilasciata a “El Transistor”, trasmissione di Onda Cero. Perez ha ribadito la volontà di portare a casa HazardAbbiamo cercato per anni di farlo diventare un giocatore del Real e quest’anno spero di riuscirci. Sono molto fiducioso, è uno dei più grandi rimasti nel calcio») e di mettere Rodriguez sul mercato: «Non abbiamo ancora preso una decisione al suo riguardo. So solo cosa ci hanno detto questa volta i suoi agenti, ovvero che con lui non faranno affari a spese del Real e questo mi sembra buono». Affari che potrebbero condurre il talentuoso colombiano in Italia, dove sono segnalati due club interessati all’ingaggio. Da una parte c’è la Juventus, alla ricerca di gente di qualità a centrocampo. Elementi come Rodriguez, in grado di giostrare con profitto sulla trequarti e di ritrovare con Cristiano Ronaldo l’intesa intercorsa in quegli anni. Soprattutto, ella prima stagione, quella del 2014-15, con 29 partite da titolare e 13 gol. E il particolare cui fare attenzione, è la presenza di Carlo Ancelotti in panchina quell’anno. Perché si tratta del tecnico che vorrebbe ritrovare il colombiano, portandolo a Napoli.

Leggi l'articolo completo su Tuttosport in edicola

Commenti

La Prima Pagina