Juve-Sassuolo, le pagelle: Bentancur leader, Higuain assist e sacrificio

Cuadrado, disimpegno fatale. Buffon incerto, Emre Can e Bernardeschi mai in partita

© www.imagephotoagency.it

BUFFON 5,5

Due volte protagonista in negativo sulla rete di Caputo: sorpreso sul retropassaggio di Cuadrado e incerto nella parata.

CUADRADO 5

Lo sciagurato appoggio a metà strada tra De Ligt e Buffon per il 2-1 ospite.

BONUCCI 5,5

Una rete per lui insolita, con un gran destro (toccato da Marlon) su appoggio di Bentancur. Ma subito dopo perde Boga sull’imbucata che vale l’1-1.

DE LIGT 5,5

Partita tosta, mettendo testa e chili che fanno la differenza nell’uno contro uno, è però coinvolto nel pasticcio originato da Cuadrado. E c’è qualche rinvio un po’ così, che si pensava inserito nel dimenticatoio.

ALEX SANDRO 5

Timido in fase di impostazione, meglio quando può proporsi al cross. E’ beffato da Caputo in occasione dell’1-1, con palla tra le gambe.

Sarri: "In difesa tre caz***e nella stessa azione"
Guarda il video
Sarri: "In difesa tre caz***e nella stessa azione"

 

BENTANCUR 7

Il migliore della Juventus per netto distacco. Lo vedi in ogni zona del campo, a proporre e a proporsi. Da applausi convinti di tutto lo stadio un suo recupero con ripartenza nel secondo tempo e c’è l’appoggio per Bonucci per l’1-0. Sta studiando da leader.

PJANIC 6

Primo tempo scolastico, infastidito dalla marcatura a uomo di Traorè, con appoggi che non creano la differenza. Più determinato ad aprire il fronte del gioco nella ripresa.

EMRE CAN 5

Comincia mancando l’impatto sotto misura dopo 7’ sull’invito di Higuain, prova a rifarsi poco dopo: Turati c’è. Al 6’ st altra opportunità, con conclusione debole. Non appare all’altezza soprattutto per la voglia di strafare, come se volesse dimostrare di meritare un posto al sole: troppa frenesia e tanti errori. Matuidi (8’ st) 6 Dentro per proteggere una Juventus a trazione anteriore, con Dybala trequartista.

Sarri: "La classifica? Chi si preoccupa è da psicoanalisi"
Guarda il video
Sarri: "La classifica? Chi si preoccupa è da psicoanalisi"

 

BERNARDESCHI 5

Vale lo stesso discorso fatto per Emre Can: invece di privilegiare la semplicità, insiste nell’azione personale, perdendosi in iniziative che non portano a soluzioni positive. Dybala (8’ st) 7 Determina il cambio di passo juventino, e non è la prima volta nell’ultimo periodo. Cerca la profondità, si propone, va in pressing sugli avversari, come avviene in occasione del rigore: ruba palla a Magnanelli, viene messo giù da Romagna. Si vede negare la rete del 3-2 dal gran riflesso di Turati al 28’ st.

HIGUAIN 6.5

Offre subito la palla del vantaggio a Emre Can, ci prova dalla distanza alla mezz’ora (alto) e da vicino nella ripresa (Turati blocca poco prima della linea). Si sacrifica nei rientri. Ramsey (34’ st) 6 Ci prova subito, Turati annulla in due tempi il suo destro da dentro l’area.

RONALDO 6

Un altro match in cui non brilla alla conclusione: in realtà va a segno al 16’ st, dopo lunga fuga, ma è tutto inutile per la posizione iniziale di fuorigioco. Poco prima ci aveva provato su punizione, inquadrando finalmente la porta: bravo Turati a mettere in angolo. Ha il merito di chiudere la triangolazione che porta al fallo su Dybala per il rigore, che trasforma in scioltezza.

ALL. SARRI 5,5

Juve a lungo catatonica nel primo tempo, incapace anche di gestire il vantaggio. Nella ripresa arriva la reazione allo schiaffo di Caputo, ma è un fuoco acceso più dai singoli che da un gioco collettivo ben strutturato.

Sarri su Cr7: "Deve ritrovare un po' di brillantezza"
Guarda il video
Sarri su Cr7: "Deve ritrovare un po' di brillantezza"

Commenti